Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
L’ULTIMA DELEGA

di : Doriana Goracci
venerdì 7 aprile 2006 - 09h21
10 commenti
JPEG - 23.4 Kb

di Doriana Goracci

Dal vocabolario Garzanti, edizione 1984: atto col quale si designa chi agisca per noi in generale o in un singolo rapporto.

Io delego l’Unione a liberare me e il condominio Italia in cui vivo, dall’attuale amministratore Berlusconi, impossibilitata a farlo direttamente, andrò a votare la stessa coalizione il 9 aprile.

Mi auguro che venga destituito lo stesso signore e i suoi fidi soci, dall’incarico che ha, rovinosamente e alacremente, portato avanti per cinque anni.

Molti condomini, come gli stranieri residenti non possono dare deleghe, molti condomini si trovano fuori per ragioni di lavoro o necessità, molti condomini pensano che sia un’ordinaria assemblea di condominio, molti condomini non hanno fiducia in nessun amministratore, molti condomini sono stanchi di dare deleghe, molti condomini non vogliono delegare nessuno.

E’ una delega straordinaria per un’assemblea straordinaria, fuori appunto dall’ ordinaria disastrosa conduzione alla quale ho assistito in questi anni. Il palazzo è pericolante, potrebbe crollare da un momento all’altro, con i condomini proprietari e in affitto, alcuni hanno occupato gli appartamenti per mancanza di tutto.

Non ci sono altre deleghe, altre speranze o attese per ridare dignità alla mia, nostra vita di abitanti in questo Paese.

Questa è l’ultima delega.

La memoria mi dice: non è che l’inizio.

Voglio *vivere* in Italia.

La lotta continua.



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

> L’ULTIMA DELEGA
7 aprile 2006 - 17h01 - Di 5f7c25e39ed132ec740a6be1dc431b54...

Grazie. Credo di averla mandata ad almeno 300 persone che a loro volta la manderanno ad altrettante ciascuno, e così via in una catena umana ingestibile . E’ un impegno dovuto. Sono certa che avrà una riposta.
lodovica marini (Chiavari)



> L’ULTIMA DELEGA
7 aprile 2006 - 22h08 - Di 855ed4cff615cedb0388cb9c8eb2b9dd...

Attenti, *quello* e’ disposto a tutto. Un uomo di potere messo all’angolo,stravolto dalla rabbia, deciso a trasformare la sua sconfitta in una tragedia nazionale.


scheda elettorale
http://www.dotcoma.it/scheda_eletto...


Cari amici,

Insieme a voi, seguiamo la compagna elettorale del parlamento e speriamo che il popolo
italiano farà la scelta giusta. Crediamo, che sceglierete le persone giuste e la vita in
Italia si migliorerà.
Buona fortuna.

Distinti saluti

Il presidente
Valentina Khutornenko

Fondazione Pro Infanzia
Cernighiv - Ucraina


Non c’e’ alcuna felicita’ senza liberta’, ne’ liberta’ senza coraggio.
Pericles

Bresciano - ghe’ mja felicita’ se la ghe mja liberta ne’ ghe’ liberta se
ghe’ mja curas
Modenese - an ghe’ prôpria menga felizite’ seinza liberte’, e gnanch liberte
seinza curagg
Siciliano - non c’e’ nudda filicita’ senza libirta’, e mancu libirta senza
curaggiu
Greco Salentino - en echi kammia chara senza liberta’ te manku liberta’
senza coraggio

In altre parole,
A che serve vivere, se non c’e’ il coraggio di lottare? Giuseppe Fava

Bolognese - csa servel canper, s’an s a briSa al curag’ ed cunbater?
Napoletano - a che serve ’o campa, si nun se tene ’o spireto ’e lutta?
Siciliano - a chi servi viviri, siddu non c’e lu curaggiu di luttari?
Greco Salentino - ti ofeli’ na zisise an den echi to koraggio na polemisi?


John Micklethwait è da un paio di
settimane alla guida del più autorevole settimanale d´Europa, l´Economist.
Nella sua prima intervista a un quotidiano italiano, in cui ci ha parlato
affiancato da John Peet, l´autore del dossier sull´Italia di qualche mese
fa, dimostra ampiamente di condividere il giudizio sul premier del suo
predecessore Bill Emmot.
La copertina di questa settimana è molto chiara: un gigantesco "basta"
sul volto di Berlusconi. Perché? Qual è il messaggio?
«Il messaggio è molto semplice. Noi non appoggiamo la rielezione di
Berlusconi perché i dubbi che avevamo su di lui quando fu eletto cinque anni
or sono si sono rivelati più che giustificati. Avevamo sempre pensato che il
suo conflitto di interessi e i suoi numerosi problemi legali lo
squalificassero dalla posizione di premier. Inoltre Berlusconi ha fallito
nella promessa di portare riforme economiche di cui l´Italia aveva grande
bisogno».



> L’ULTIMA DELEGA
8 aprile 2006 - 13h30 - Di c66717afed0780631db0c4424fd7ee62...

Grazie a te per averci mandato quelle parole. Sono reduce da uno zapping da
voltastomaco: sul 1 Anna La Rosa e due giornalisti in serie difficoltà con l’essere, sul
4 la manifestazione di Napoli, etc etc... Meno male che si vota!
E che sia davvero l’ultima volta che permettiamo uno scempio tale per l’incapacità di
accordarci!
In bocca al lupo a tutti noi.
lodovica



> L’ULTIMA DELEGA
8 aprile 2006 - 21h40 - Di 0b2f8a53bdc0cdcaa6df71bfde643edc...

La donazione di Prodi
Se tutto cio’ che la Cdl ha in mano per attaccare Prodi e’ una donazione fatta ai figli usando una legge di B che la detassa, vuol dire che proprio non e’ riuscita a trovare nulla di che. Confrontare questo atto di opportunismo famigliare con i sistematici crimini di B e’ come confrontare un sassolino con una valanga .
Sembra che i fans di B siano cosi accecati dal fanatismo da aver perso ogni senso delle proporzioni. E’ grottesco!
Nel 2003, 3 anni fa, Prodi vende un appartamento. I 2 figli si sposano e lui pensa di aiutarli dando loro i soldi presi piu alcuni risparmi suoi perche’ si comprino una casa. Sono ricercatori universitari e col poco che prendono non se la potrebbero comprare mai. Potrebbe dar loro la somma in mano ma la legge dice che sopra i 5.000 € si deve fare un atto pubblico di donazione, per cui la fa. Se avesse dato loro i soldi con un assegno, oggi qualcuno si meraviglierebbe che due ricercatori universitari abbiano la possibilita’ di comprarsi una casa.
Questi i fatti. Tutto il resto e’ sudiciume.
Il danno peggiore che B ha inferto al nostro paese e’ proprio questo: aver tirato fuori da molti la loro parte peggiore. E’ veramente doloroso vedere persone che potevano avere delle possibilita’ di esprimere al meglio la loro umanita’, secondo intelligenza e virtu’, diventare incapaci di distinguere il bene dal male, ottenebrati da una faziosita’ pura, non piu’ in grado di capire il profondo egoismo che spinge costui a un’avidita’ senza fine, a un potere senza equilibri, alla distruzione sistematica di un paese e dei suoi capisaldi democratici, nella complicita’ coi peggiori gruppi criminali .
Come si puo’ confrontare una donazione opportunistica con la pesante collusione con mafia e P2? Non c’e’ senso!
Il danno che essi stanno facendo a se stessi e’ spaventoso, danno morale, di intelligenza, di raziocinio, di democrazia..
B passera’, come dice The Guardian, ma questo danno e’ penetrato troppo profondamente in alcuni per sembrare recuperabile. E questo e’ spaventoso!
B ha stimolato l’odio, la visceralita’, l’irrazionalita’, l’egoismo, la mancanza di scrupoli, la divisione, la spregiudicatezza, la degradazione..
Non so come questi orrori possano conciliarsi con uno spirito cristiano, democratico, civile.
Quando la bestia che e’ nell’uomo viene risvegliata, essa diventa padrona del cuore e della mente e l’uomo perde se stesso.
Questo e’ sempre accaduto sotto le dittature e i popoli hanno conosciuto regressioni spaventose della loro evoluzione. Ogni dittatore pone la sua forza sulla corruzione spirituale dei suoi complici. Come fanno a non capire il suo abisso? Oppure coloro che lo abitano sono ormai incapaci di vederlo?

viviana


> L’ULTIMA DELEGA
9 aprile 2006 - 00h05 - Di e5cbbbdda5212661e6ac5957cead8f7d...

Viviana, con 850.000 Euro non ti compri un appartamento ma un castello ! Diciamo la verità Prodi non ha violato la legge ma moralmente non è certo migliore delle centinaia di persone che si stanno affollando dai notai per mettere in salvo i loro soldi dalla rapacità dello Stato versione Unione.
Non condivido inoltre il livore e la rabbia che anima tutti i sostenitori della sinistra: ricorda l’odio acceca e di lucidita a sx ne vedo proprio poca, sia di giudizio sia buon senso.

Aneledel


> L’ULTIMA DELEGA
9 aprile 2006 - 16h41 - Di aade1acc1d16c6ad12304ea9524fcbad...

Mi dispiace disilluderti, aneledel, ma 850.00 € diviso per due figli fa 425.000 euro con cui a Bologna ci compri un bell’appartamento di 100 mq in periferia, nessun castello. E’ la città che ha i prezzi più cari d’Italia. Io abito in estrema periferia, ancora dieci metri e siamo in campagna, e sopra a me hanno appena venduto un appartamento sotto gli 8O mq di vecchia costruzione e da rimettere, a 400.000 €. Ma se anche questa casa costasse dieci volte di piu’ dove sta il reato? se anche fosse un castello dove sta il reato? Se anche fossero cento castelli, dove sta il reato? Uno non ha il diritto di comprare casa ai figli coi soldi suoi? Erano forse soldi rubati? Li aveva avuti dalla mafia? Erano soldi neri di provenienza illecita da riciclare? Erano fondi di evasione fiscale rubati con scatole cinesi e società fittizie?
Quei soldi Prodi avrebbe potuto darli ai figli con un assegno o liquidi come regalo e nessuno avrebbe detto nulla. Ripeto: dov’è il reato? Prova a confrontare questa donazione legittima, di cui Prodi, poteva benissimo fare a meno, con le violazioni alla legge fatte continuamente da B fin dall’inizio. Io vedo dell’accanimento feroce nel cercare per forza delle violazioni di legge in uno che nemmeno ne ha fatte o delle furbizie illegali da parte del più grande speculatore, evasore e reo finanziario d’Italia che sulle furbizie illegali ci ha fatto una fortuna e che anche adesso è dentro un processo per corruzione di testimone con una mazzetto da 600.000 dollari.
E che su questa cosa nell’intento di diffamare per forza qualcuno si sia sollevato questo polverone lo trovo indecente. Che su questa cosa ci sia permessi di mandare raffiche di sms violando anche la privacy della gente fino al giorno delle elezioni contro ogni legge di garanzia, lo trovo immorale. E che tu pure arrivi ad attaccare un incolpevole per difendere un colpevole matricolato... non vado oltre perchè oggi sono già abbastanza incaxxata di mio..
Considera ancora una cosa, la donazione è stata fatta tre anni fa quando Prodi non sapeva nemmeno se sarebbe stato il candidato dell’Unione, non c’era nemmeno l’Unione, non erano state fatte le primarie, tutto era ancora molto confuso, di tasse di succesisone nemmeno si parlava e cosa avrebbe fatto il centrosinistra era ancora nebbioso come chi l’avrebbe diretta.
E ricordati una cosa: il reato è violare la legge, non fare atti legali, l’immoralità è coartare la legge per i propri interessi, è condonare migliaia di criminali per condonare i propri crimini, è sospendere l’appello dopo il 1° grado di giudizio, è fare prescrizioni indecenti per uscire fuori dai propri processi, immorale è fare l’apologia dell’evasione fiscale a un intero popolo da un pulpito illustre, elogiare i ladri di tangentopoli e ricandidarli, immorale è proteggere la mafia e prendere ordini dalla P2, immorale è stare sotto il tappetino di Bush e fare guerre di aggressione spacciandole per opere pie e nello stesso tempo reintrodurre la censura sulla stampa di guerra e la tortura, immorale è riempire il parlamento dei propri avvocati (ben 60!) per farsi fare leggi su misura, immorale è distruggere in un colpo solo 82 articoli della Costituzione a colpi di legge ordinaria, immorale è distruggere il sistema di equilibrio dei poteri stroncando la magistratura e distruggendo la democrazia, immorale è questa schifosa legge elettorale.... Questo è immorale.
Un padre di famiglia che se lo può permettere e che regala ai propri figli parte del proprio patrimonio perché si acquistino una casa non è immorale, è giusto. Se vogliamo parlare di immoralità, sarà bene che analizziamo bene le parole. L’immoralità non è un proiettile da buttare sul nemico perché fa comodo e prima di scagliare la prima pietra guardiamo i peccati che si hanno in casa altrimenti rischia di diventare un boomerang. E quando in casa si ha uno come B, si deve stare attenti a dare di immorali agli altri! Se non avete niente di meglio a cui attaccarvi, c’è quel famoso lampione...
saluti
viviana


> L’ULTIMA DELEGA
9 aprile 2006 - 17h19 - Di be1ac68ae6fabf1bfed6a693f80464d7...

Si proprio un castello ti compri con €800000! Ma dove vivi?


> L’ULTIMA DELEGA
9 aprile 2006 - 17h29 - Di 3608c4fbfcab2efcd24be4efd9f5f876...

Ma come puoi, cara Viviana, parlare così? non vedi che il personaggio di cui stiamo parlando ci ha distrutti, rovinati moralmente, economicamente, sfiduciando il nostro futuro ed inoltre ridicolizzandoci agli occhi dell’intero mondo? Può parlarne bene solo chi ha un interesse economico personale di cui, (il personaggio) ne è il diretto elargitore. e cioè... tutti quei politici che prima erano degli emeriti sconosciuti ed ora ricoprono incarichi prestigiosi, GRAZIE ALLE PROMESSE INGANNEVOLI FATTE A NOSTRO DISCAPITO.
Non sono una persona di sinistra; sono una cattolica praticante e mi offende sentire usare i valori cristiani come una clava, contro coloro che non si allineano al loro sentire. La fede è una cosa intima, personale e non si baratta con niente e tanto meno per scopi politici.
Hai notato che si richiama a certi valori vi è chi è divorziato ed ha amanti, chi ha sniffato droghe o viene da partiti che hanno sulla propria coscenza dittature e campi di sterminio se non altro per complicità?
Io da cattolica cristiana , da mamma, da adulta, da elettrice da amica di molti
e non politicizzata, mi auguro che vinca l’onestà, il pudore, la saggezza, il benessere.

Un fiore ha tanti petali,
ed un solo colore
l’ha donato la terra
forse per amore.
Non puoi buttarlo via
fintanto che profuma.
Guardalo con l’incanto
di chi ama la natura
e vive ogni momento
per il bello e il buono,
diffendendo il suo ruolo
con vera maestria.

Un voto ha la magia
all’uso di strumento
non lasciare che il vento
se lo porti lontano.
Sia il cuore e la ragione
a guidarti la mano.


> L’ULTIMA DELEGA
9 aprile 2006 - 17h55 - Di aade1acc1d16c6ad12304ea9524fcbad...

"Aneledel, o Ledelena, non so cosa dirti, se ho frainteso mi dispiace, ma in questi giorni siamo invasi da sms e stampa berlusconiana e troll sui blog che non fanno che tirare in ballo questa donazione e mi ero stancata. Mi tocca difendere Prodi quando non he voglia mezza. Quando dici che vuoi che vinca l’onestà, il pudore, la saggezza, il benessere mi crei anche in maggiore confusione. Non sarebbero i termini che avrei scelto e associato, il benessere dopo il pudore.. mah, non vorrei politici pieni di pudore, li vorrei decisi e coraggiosi, sfrontati nel dimostrare valori forti e nel difendere principi democratici. Se poi dovessi scegliere in Italia qualcuno che rappresenti la realizzazione di tutti questi valori mi esimerei dal rispondere. Ripeto: non sono una prodiana, aborro tutta l’ideologia economica di Prodi, essendo una no global sono l’opposto di questo personaggio prettamente neoliberista che ha difeso gli OGM come la Bolkestein come l’orrenda costituzione europea e che probabilmente difende il sistema europeo di ricatti sull’Africa affinché non esporti e privatizzi i suoi servizi. L’attacco sulle donazioni mi ha costretto a una difesa obbligata che avrei preferito non fare.
Avrei preferito attaccare Prodi su ciò in cui mi distacco fortemente da lui ma non è il momento. Un problema alla volta.
Dal punto di vista dell’onestà, è in una cattiva compagnia dove l’onestà non esiste. Dal punto di vista della saggezza, è troppo integralista per darmi garanzie di laicità e chi è integralista ha perso ogni saggezza. Il pudore un politico non sa nemmeno cos’è. Saggezza? Parola incomprensibile per il potere che si basa essenzialmente su compromessi.
Io non ho votato Prodi. E in un politico non cerco un santo. Cerco la speranza del meno peggio, perché non posso fare altro. Cerco dei valori civili e francamente in Prodi non so se ve ne siano, la sua fedeltà alla Chiesa è una faccenda privata di cui temo esiti nel pubblico, potrebbe essere un impedimento al suo dovere di premier. Speriamo in bene. Speriamo anche di non sentire più attacchi di basso livello come questo sulla donazione e scusami perr la sparata. Mi sembri una sognatrice ma la politica e l’economia non sono sogni, sono cose maledettamente serie da cui dipende la vita e la morte di un popolo
viviana"





In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista
Terremoto di Casamicciola
martedì 22 - 17h08
di : Lucio Garofalo

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Si les gens de cette nation comprenaient notre système bancaire et monétaire, je crois qu'il y aurait une révolution avant demain matin. Henry Ford Sr
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito