Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
Primarie, 4.300.000 elettori : Prodi 74,1%, Bertinotti 14,7%

di : Primarie
lunedì 17 ottobre 2005 - 16h15
JPEG - 38.4 Kb

Il Professore vince le primarie: "Lavorerò per un nuovo Ulivo. E’ una risposta all’arroganza della maggioranza". Bertinotti: "E’ la vittoria del popolo della sinistra".

Dalla Cdl si alza la voce di Fini: "Meritano rispetto quanti hanno votato. Ora Prodi sveli il suo programma". Il ministro Castelli parla di "campagna politica in stile sovietico"

19:50 Prodi: "Su legge elettorale dubbi di costituzionalità"

Nessuna possibilità di dialogo con il centrodestra, "il discorso è rientrato immediatamente", dice Romano Prodi riferendosi alla legge elettorale e alla possibilità che al Senato ci possa essere una collaborazione con la maggioranza. Secondo Prodi "c’è stata una distribuzione nell’ambito della Cdl", la legge elettorale è stata fatta "nell’interesse dei parlamentari e non del Paese" e infatti sulle quote rosa il centro destra si è subito spaccato. Prodi non si sbilancia, non dice se nell’eventualtà in cui andrà al governo cancellerà la proporzionale, "per il momento combattiamo questa legge e non è detto che venga approvata, anche perché ci sono dubbi sulla costituzionalità", afferma il leader dell’Ulivo.

19:22 Prodi: "Sopra certa cifra vanno tassati i Bot"

Tassazione delle rendite finanziarie, lotta senza quartiere all’evasione fiscale, saranno gli "ingredienti" della ricetta fiscale che Romano Prodi ha intenzione di servire al paese una volta tornato a Palazzo Chigi. Il Professore ne ha parlato intervenendo alla trasmissione Porta a Porta ricordando che le rendite finanziarie sono molto meno tassate del costo del lavoro per cui occorre intervenire in quella direzione. Secondo Prodi vanno tassati "anche i Bot sopra una certa cifra perché se una persona guadagna milioni di interessi con i Bot il problema dobbiamo porcerlo".

19:13 Fini: "Non sono contrario a Election day"

"Non sono contrario all’accorpamento delle elezioni. Le amministrative si svolgono con il doppio turno, per cui mi sembra illogico chiamare tre volte gli italiani alle urne". Gianfranco Fini apre così alla proposta di Romano Prodi. Il leader dell’Unione ha infatti annunciato la richiesta di accorpare in un election day il 9 aprile le elezioni politiche e amministrative.

19:11 Primarie, dati definitivi: 4,3 milioni, Prodi al 74,1%

Quattro milioni 311 mila 149 votanti, il 74,1% per Romano Prodi. Sono i dati definitivi, forniti dall’Unione, delle primarie del centrosinistra per scegliere il candidato premier.

19:03 Prodi: "Nel programma non ci sarà la patrimoniale"

Nel programma di governo dell’Unione non ci sarà la patrimoniale. Lo ha confermato il candidato premier del centrosinistra, Romano Prodi, intervenendo a Porta a Porta. "Ho già detto che la patrimoniale non si farà, l’ho scritto nel programma e ho detto anche che la patrimoniale c’è già: è l’Ici, come chiamarla altrimenti". Il Professore ha anche spiegato che sarà lui a coordinare e portare a sintesi l’elaborazione delle 12 commissioni che stanno lavorando sul programma. "La responsabilità del programma grava su di me, sarò io a coordinare il lavoro di sintesi", ha precisato.

19:00 Prodi: "Io puntavo al 60%"

"Pensavo che sarebbero andati a votare in 600 mila, massimo un milione. E, per me, puntavo al 60%". Lo dice Romano Prodi a Porta a porta. E a Vespa che gli obietta che forse 60% era un po’ "pochino" il professore risponde: "No, non era pochino, perché io pensavo che ci sarebbe stata una maggiore frammentazione". Dunque, quel quasi 75% che ha ottenuto ieri alle primarie, ha sorpreso Prodi. "Quel risultato, e soprattutto quello dell’affluenza ha sorpreso tutti- dice il leader dell’Unione- non ha sorpreso solo me, ha sorpreso anche gli osservatori stranieri".

18:58 Casini: "Rispetto le primarie e il loro spirito"

"Quando il popolo vota, pur se in forme diverse, è sempre un fatto democratico. Per questo rispetto le primarie del centrosinistra e lo spirito di promozione politica con cui si sono svolte. Penso che almeno su questo si possano evitare divisioni". Lo afferma il Presidente della Camera dei deputati, Pier Ferdinando Casini, da Ginevra, dove si trova per partecipare alla Assemblea dell’Unione Interparlamentare.

18:55 Primarie: a Prodi da Modena percentuale più alta, 88,63%

Modena, con l’88,63% dei voti a Romano Prodi, è la provincia che in Italia ha attribuito al leader dell’Unione la più alta percentuale di consensi. Il dato è stato diffuso dalla Federazione modenese della Quercia.

18:49 Prodi: "Non penso a una mia lista, penso all’Ulivo"

"No, non penso. Io penso all’Ulivo. Sono entrato in politica per unire". Lo afferma Romano Prodi durante ’Porta a Porta’ rispondendo a Bruno Vespa che gli chiede se in caso di difficoltà nel riproporre la lista unitaria dell’Ulivo, il leader del centrosinistra pensi di riproporre una sua lista.

18:05 Bassolino: "Per Mastella risultato più che positivo"

"Era evidente fin da ieri che Mastella avrebbe ottenuto un risultato più che positivo, ottimo in Campania. La prima cosa che mi aspettavo facesse oggi era quella che rivendicasse il risultato ottenuto ed è stato quello che ha giustamente fatto". Così il governatore della Campania, Antonio Bassolino, sulla presa di posizione critica del leader del Campanile, in merito allo svolgimento delle primarie.

18:03 In Lombardia 578.662 votanti, Prodi al 75,8%

In Lombardia Romano Prodi ha ottenuto il 75,8% delle preferenze nelle primarie dell’Unione. Bertinotti ha avuto il 16,3%, Di Pietro il 4%, Pecoraro Scanio l’1,8%, Scalfarotto lo 0,9%, Mastella lo 0,7%, Panzino lo 0,5%. I votanti sono stati 578.662. I dati regionali definitivi sono stati resi noti nel pomeriggio in una conferenza stampa congiunta dei rappresentanti dell’Ulivo.

18:00 A Napoli 147.925 elettori, Prodi al 57,1%

Ha ottenuto 84.239 voti Romano Prodi con il 57,1% dei voti nei 335 seggi di Napoli e provincia. E’ il risultato definitivo reso noto dal comitato elettorale dell’Unione: ad esprimersi 147.925 elettori. Al secondo posto Fausto Bertinotti con 27.695 voti e il 18,8%, al terzo Clemente Mastella con 18.952 voti e il 12,8%. Seguono Alfonso Pecoraro Scanio (8.937 voti, il 6,1%), Antonio Di Pietro (6.467 voti con il 4,4%), Ivan Scalfarotto (842 voti e lo 0,6%) e Simona Panzino (500 voti e lo 0,3%).

17:56 Liguria, stampate 45 mila schede durante il voto

A Genova soddisfazione per "lo straordinario numero di votanti" alle primarie dell’Unione è stato espresso oggi dai leader provinciali del centrosinistra. La grande affluenza ai seggi ha colto di sorpresa i partiti dell’Unione e in primo luogo i Ds: erano, infatti, state preparate 50 mila schede per la provincia di Genova, è stato spiegato, ma già dopo poche ore di apertura dei seggi ne sono state stampate altre 15.000 e, in serata, ne sono state predisposte altre 30.000.

17:38 Fini: "Bizzarro fare le primarie nella Cdl"

"In tempi non sospetti ho sostenuto che le primarie sono un meccanismo di indicazione dei candidati tipico di un sistema maggioritario. Ma oggi, alla vigilia del proporzionale, è evidente che quello delle primarie all’interno della CdL, apparirebbe un meccanismo un po’ bizzarro". Lo ha puntualizzato il vicepremier e ministro degli Esteri Gianfranco Fini.

17:28 Fini: "Un po’ eccessivo numero dati affluenza"

"Mi sembra un po’ eccessivo il numero dell’affluenza alle primarie dato dall’Unione". Lo ha detto il vicepremier e ministro degli Esteri Gianfranco Fini. "Non so se, come dice Mastella - ha proseguito - siano state taroccate, lui ne sa sicuramente più di me".

17:20 Fassino: "Ulivo? Dobbiamo riflettere su questa eventualità"

"Molto conta l’opinione di Prodi. Il 75% lo ha investito di un’autorevolezza che gli consente di fare una proposta". Così Piero Fassino, in diretta su La7, risponde a chi gli chiede se potrà tornare in campo la lista unitaria dell’Ulivo per le prossime elezioni. "Dobbiamo riflettere attentamente su questa eventualità e noi abbiamo sempre creduto nel progetto di Prodi sia alle europee che alle regionali. Io ho avuto occasione di sollecitare la ripresa di quel cammino. Ci vuole il consenso di tutte le forze politiche interessate e c’è una discussione aperta nei partiti che io rispetto".

17:01 Cossutta: "Di listino o listone non si è parlato"

"Di listino, listone e altro non ne abbiamo parlato nella riunione. Questi argomenti sono stati oggetto di colloqui bilaterali ma nella riunione si è deciso di rinviare la discussione ad un altro momento". Armando Cossutta al termine del vertice dell’Unione che ha analizzato il successo delle primarie ha detto ai giornalisti che non si è entrati nel merito della discussione su come organizzare il centrosinistra con la nuova legge elettorale.

16:59 Rutelli: "Ora dare risposta intelligente e di unità"

La partecipazione "formidabile" alle elezioni primarie "spinge il centrosinistra a ricercare le forme più intelligenti, più efficaci, più convincenti, di unità per vincere le elezioni e creare le condizioni per governare per cinque anni". Così, al termine del vertice dell’Unione, Francesco Rutelli risponde a chi gli chiede cosa possano significare le primarie di ieri per il futuro della coalizione in vista delle politiche del 2006. Rutelli preferisce non rispondere alle domande che riguardano l’ipotesi di un ritorno in pista della lista dell’Ulivo.

16:57 Prodi: "Riunione di oggi dedicata ad analisi voto"

"La riunione di oggi è stata dedicata preminentemente al commento e all’analisi dei dati delle primarie". E’ quanto precisa Romano Prodi aprendo la conferenza stampa al vertice dell’Unione. A quanto si apprende da alcuni partecipanti, il tema delle liste e dell’Ulivo non è stato affrontato in questa riunione.

16:42 L’Unione spiegherà le primarie agli altri paesi europei

L’Unione organizzerà un seminario internazionale con studiosi italiani e stranieri sullo strumento delle primarie. Lo ha annunciato Romano Prodi al termine del vertice dell’Unione in piazza Santi Apostoli. Il Professore, infatti, ha sottolineato come sulla consultazione nel centrosinistra in Italia "ci sia stato fortissimo interesse da parte di molti paesi, in particolare europei".

16:38 Prodi: fare l’election day il 9 aprile

Fare l’election day il 9 aprile per unire in una sola data elezioni politiche e amministrative: è la richiesta avanzata oggi dal leader dell’Unione Romano Prodi. "Chiederemo - ha chiarito il Professore - l’accorpamento in un decreto di tutte le elezioni al 9 aprile, insistendo sull’election day anche perché si risparmierebbero 150 milioni di euro e sarebbe un segnale di serietà".

16:06 Scrutinati il 99,2% dei seggi, per Prodi consensi al 74,1%

Prosegue lo scrutinio dei voti delle primarie dell’Unione. Su 9.582 seggi scrutinati, pari al 99,2%, gli elettori sono 4.305.502. Romano Prodi si attesta al 74,1%, mentre Fausto Bertinotti raggiunge il 14,7% pari a 630.631 voti. Ecco i risultati degli altri candidati: Di Pietro 141.816 pari al 3,3%; Scalfarotto 26.875 pari allo 0,6%; Panzino 19.717 pari allo 0,5%; Pecoraro Scanio 95.184 pari al 2,2%; Mastella 195.587 pari al 4,6%.

16:03 Mastella: "A Fassino darò libro bianco su irregolarità"

"Confermo tutti i rilievi critici fatti, ma, al di là delle polemiche, lo invito a prendere un caffè, qualora lui vorrà, e in quell’occasione gli farò un libro ’bianco’ di quanto avvenuto". Lo ha detto Clemente Mastella, rispondendo a Fassino sulle presunte irregolarità nelle votazioni per le primarie.

15:59 Parisi rilancia: "La gente ci chiede un progetto comune"

"Il gruppo dirigente dell’Unione deve essere all’altezza della domanda che viene da questa gente. Deve mescolarsi, com’è successo nelle code ai seggi. I cittadini non ci chiedono soltanto di non litigare, ci chiedono di stare uniti intorno un progetto comune, nella prospettiva di un soggetto comune". E’ questa l’analisi del voto delle primarie fatta da Arturo Parisi della Margherita in un colloquio con Repubblica.

15:51 In Francia 1.274 voti per Prodi

Sono 1.837 gli italiani residenti in Francia che hanno votato per le primarie dell’Unione. Romano Prodi ha ottenuto 1.274 preferenze (oltre due terzi del totale), Bertinotti 250, Mastella 135, Di Pietro 43, Scalfarotto 39, Pecoraro 35, Panzino 19.

15:29 Ds: "Berlusconi ascolti i cittadini non i soliti ascari"

"Spero che Berlusconi ascolti più degli esponenti del suo partito i cittadini. Questo sarebbe motivo di saggezza, ma dalle prime ore mi sembra che questa saggezza non c’è. Vedo che Berlusconi si affida sempre ai suoi soliti ascari, come Schifani e Bondi, e irride quattro milioni di cittadini". Così Piero Fassino commenta con i cronisti a piazza Santi Apostoli, le parole di Berlusconi sul risultato delle elezioni primarie.

15:24 Lombardia seconda regione per numero votanti

Con oltre 570mila elettori la Lombardia è stata la seconda regione italiana dopo l’Emilia per numero di votanti alle primarie. Solo a Milano si è sfondato il tetto dei 210mila elettori.

15:23 Fassino: "Berlusconi sta distruggendo la sua coalizione"

Ancora Fassino: "Interpretare le dimissioni di Follini come un successo, mi sembra davvero che Berlusconi, per salvare se stesso, stia distruggendo la sua coalizione". Il segretario dei Ds descrive Berlusconi come "Crono che mangia i suoi figli"

15:04 Fassino: "Serve coerenza e unità"

Dopo la valanga delle primarie adesso il centrosinistra come sceglierà di presentarsi alle elezioni? Risponde Piero Fassino: "Adesso valuteremo. Questi quattro milioni ci hanno chiesto una prova di unità e ogni forma che sceglieremo deve essere coerente con questo"

14:48 Battibecco Prodi-Mastella

Prodi replica a Mastella: "Parlano i fatti. Mastella è servito solo per fare i telegiornali, in cui forse è un po’ offuscata la vittoria. Non è servito a nient’altro. Adesso, ormai, il quadro è così chiaro e così bello"

14:43 Mastella, Udeur: "Alleato ma non organico"

"Noi siamo il centro alleato con l’Unione. La mia posizione non cambia". Il leader dei Popolari-Udeur Clemente Mastella conferma la sua posizione di "alleato", ma non "organico" all’ Unione. "Oggi - aggiunge Mastella - non partecipo alla riunione indetta dalla coalizione. E’ opportuno che ci sia una discussione nel partito. Aspetto che Prodi, leader investito dalle primarie, ci inviti, poi si discuterà. Chiediamo a Prodi quale sia il riconoscimento che gli alleati intendono darci"

14:40 Prodi: "Lavoriamo con serenità, troveremo una bella soluzione"

Romano Prodi arrivando a piazza Santi Apostoli dove tra poco inizierà il vertice dell’Unione, ha detto: "Che cosa farà il centrosinistra dopo il successo delle primarie? Ci lavoriamo con serenità, vedrete che troveremo una bella soluzione. Intanto ci godiamo la vittoria"

14:36 Parma, 81,5% a Prodi

A Parma e provincia 87 seggi, 42.989 voti. A Romano Prodi 81,5%; Fausto Bertinotti 13,2%; Antonio Di Pietro 2,4%, Alfonso Pecoraro Scanio 1,2%, Clemente Mastella 0,6%, Simona Panzino 0,5% e Ivan Scalfarotto 0,5%

14:24 435.000 elettori nel Lazio

Dati del Lazio: Prodi 71.1%, Bertinotti 17.28, Mastella 5%. Sono andati a votare 435mila persone, di cui 250mila solo nella capitale. Le altre percentuali: Di Pietro 13.394 (2.85%); Pecoraro Scanio 10.781 (2.48%); Scalfarotto 3.112 (0.71%); Panzino 2.627 (0.60%).

14:02 In Puglia Prodi solo il 65,9%

Sono stati resi noti i risultati definitivi delle primarie dell’Unione del centrosinistra in Puglia. Sono stati 194.437 i votanti nei 403 seggi allestiti complessivamente. I voti validi sono stati 192.402, le schede bianche 294, le nulle 452, 3 quelle contestate. Romano Prodi ha ottenuto 126.835 voti (65,90%), Fausto Bertinotti 33.242 (17,27%), Clemente Mastella 18.797 (9,77%), Antonio Di Pietro 6.836 (3,55%), Alfonso Pecoraro Scanio 5.169 (2,69%), Ivan Scalfarotto 946 (0,49%), Simona Panzino 631 (0,33%).

13:56 I dati delle Marche

Romano Prodi ha vinto le elezioni primarie nelle Marche con il 78,6% dei consensi, seguito dal segretario del Prc Fausto Bertinotti, attestatosi sul 14,2%. I votanti sono stati 134.104. Questo l’ esito della consultazione nella regione: Romano Prodi: 104.776 voti, pari al 78,6%; Fausto Bertinotti: 18.903 voti (14,2%); Antonio Di Pietro: 3.583 (2,7%); Alfonso Pecoraro Scanio: 2.736 (2,1%); Clemente Mastella: 1.940 (1,5%); Simona Panzino: 751 (0,6%); Ivan Scalfarotto: 642 (0,5%); schede bianche: 287; nulle: 316; contestate: nessuna.

13:50 Castelli, Lega: "Dati certamente gonfiati"

Il Ministro della Giustizia Roberto Castelli, leghista, commnenta le primarie: "Stiamo assistendo ad un perfetto esempio di campagna politica in stile sovietico. Non vi è alcuna certificazione dei dati propagandati dal centrosinistra, anzi, conoscendo i loro metodi si tratta di dati certamente gonfiati"

13:46 Mastella vince dove Prodi perde

I dati, quasi definitivi, scorporati per regione, mostrano che il successo di Prodi si attenua nelle regioni in cui è più forte il segretario dell’Udeur Clemente Mastella. In Campania, Calabria e Basilicata (rispettivamente 55,4 per cento, 58,6 per cento, 56,9 per cento per Prodi), Mastella veleggia attorno al 20 per cento.

13:17 Sardegna, 120.000 votanti

Romano Prodi in testa con il 73%, seguito da Fausto Bertinotti con il 17% e Clemente Mastella con il 5%. Queste le preferenze espressa dai circa 120 mila votanti alle primarie in Sardegna.

13:10 Hanno votato 20.000 italiani all’estero

Sul voto degli italiani all’estero mancano ancora le preferenze dei cittadini che si trovano negli Stati Uniti, in Brasile, Uruguay e Canada. Il numero degli italiani all’estero che hanno votato potrebbe superare quota 20 mila. Per quanto riguarda le percentuali, gli italiani all’estero hanno dato il 74,5% a Romano Prodi, mentre Fausto Bertinotti scende all’11,2%, Antonio Di Pietro sale al 7% e anche Ivan Scalfarotto sale all’1,5%.

13:07 Il dato degli elettori sale a 4.299.227

Sono 4.299.227 gli elettori che hanno votato alle primarie. Romano Prodi si è attestato al 74,4%, con 3.186.489. Fausto Bertinotti ha totalizzato 626.009 voti con il 14,6%, Clemente Mastella 190.766 voti 4,5%. Antonio Di Pietro 140.855 voti 3,3%. Alfonso Pecoraro Scanio 92.642 voti 2,2%. Seguono Scalfarotto con 26.533 voti (0,6%) e Simona Panzino con 19.573 (0,5%). Conteggiate 7.320 schede bianche (0,2%) e 8.800 schede nulle. Le schede contestate sono state 50.

13:00 In Umbria oltre 100.000 elettori

Oltre 100 mila gli elettori in Umbria. 77,4% (pari a 78.278 voti) a Romano Prodi. A Fausto Bertinotti 17,56% (17.758 voti).

12:57 Di Pietro: "Mastella deve chiedere scusa"

"Ora non credo che Mastella denuncerà più irregolarità. Può soltanto chiedere scusa per quel che ha detto prima". Così Antonio Di Pietro, questa mattina in un’intervista rilasciata a Rtl 102.5 commenta il voto per le primarie dell’Unione

12:55 Prodi 74,4%, Bertinotti 14,6%

L’ultimo dato sulle percentuali di voti assegna a Prodi il 74,4% e a Bertinotti il 14,6%

12:53 Cofferati: "Del governo attuale non se ne può più"

"Il risultato di Prodi è straordinario, ma il risultato delle primarie, è anche, in esplicito, una risposta all’attuale governo. C’è la voglia di dire al governo attuale che non se ne può più". Così il sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, commenta l’alta affluenza alle primarie del centrosinistra e la vittoria di Prodi. 12:51 Dato ufficiale: 4.200.000 elettori

L’affluenza alle primarie è stata di 4.200.000 elettori

12:49 Fini, An: "E’ ora che Prodi presenti il suo programma"

"Meritano rispetto quanti hanno partecipato ieri alle primarie del centrosinistra a prescindere da quale è effettivamente stato il loro numero". Ad affermarlo è il presidente di Alleanza nazionale Gianfranco Fini che, in una nota, aggiunge: "Forse la consultazione, come dice Mastella che al riguardo ne sa più di noi, è stata taroccata". Detto questo, il vicepremier sottolinea: "In ogni caso è ora che Prodi faccia conoscere a tutti gli italiani il suo programma di politica economica e di politica estera. Sarà istruttivo - conclude - vedere come verrà accolto da Bertinotti e compagni".

12:35 Cossutta, Pdci: "Non credevo raggiungessimo 4 milioni di voti"

Armando Cossutta,, presidente del Pdci, ha detto: "Gli italiani hanno voluto dire basta. L’affluenza di oltre quattro milioni di persone rappresenta un dato molto superiore alle attese. Io neppure ci credevo".

12:31 Cento, Verdi: "A casa Berlusconi"

Paolo Cento, deputato dei Verdi, commenta così i risultati delle primarie: "La straordinaria partecipazione è un fatto di grande rilevanza democratica che segna la voglia nel popolo di centro sinistra di mandare a casa Berlusconi"

12:28 La Loggia, FI: "Se la sono cantata e suonata da soli"

"Se la sono cantata e suonata da soli". Questo il commento del ministro per gli Affari regionali, Enrico La Loggia, alle primarie dell’Unione.

12:26 Tajani, FI: "E’ stato un bluff"

"Le primarie si sono dimostrate un bluff. Chi certifica il numero dei votanti veri?" Lo afferma Antonio Tajani, presidente degli europarlamentari di Forza Italia. "Le denunce di brogli - osserva Tajani - da parte di uno dei concorrenti subito insultato da Fassino, il numero enorme di persone che sono andate a votare senza essere identificate, le migliaia e migliaia di schede diverse da quelle originali confermano il gran pasticcio dell’Unione".

12:24 Plebiscito per Prodi in Emilia Romagna: 86%

Romano Prodi ha ottenuto in Emilia Romagna l’86,18% dei voti; Fausto Bertinotti il 9,42; Antonio Di Pietro l’1,89; Alfonso Pecoraro Scanio l’1,16; Ivan Scalfarotto lo 0,54; Clemente Mastella lo 0,46; Simona Panzino lo 0,36. Sono stati 628.230 i cittadini che si sono recati alle urne in Emilia-Romagna

12:13 Prodi: stanchi ma felici, vergognoso atteggiamento tv

"E’ stato molto bello vedere quante persone oggi hanno aspettato per votare e per esprimere la propria preferenza. Le schede si sono esaurite ovunque, inutile tentare di polemizzare, è stata una grande vittoria della gente. Quello che ho trovato vergognoso è stato l’atteggiamento della stampa e delle televisioni. Oggi però pensiamo a festeggiare, abbiamo dato un segnale forte a questo Governo e ci prepariamo a governare questo Paese": lo ha detto Romano Prodi in diretta con gli studi di Nessuno Tv.

11:58 Giulietti: "Dai Tg un insulto a 4 milioni di italiani"

"I telegiornali che hanno oscurato il voto sulle primarie di ieri non insultano Romano Prodi ma i quattro milioni di persone che sono andate a votare". Lo ha affermato il responsabile della comunicazione delle primarie dell’Unione, il diessino Giuseppe Giulietti.

11:50 Bertinotti: "Da primarie foto dinamica delle forze politiche"

Il risultato delle primarie "fotografa, seppure in maniera dinamica, il consenso delle forze politiche" del centrosinistra. Così il segretario di Prc, Fausto Bertinotti, interpreta i voti espressi dagli elettori nelle consultazioni di ieri. "Prendiamo come riferimento le elezioni europee - spiega Bertinotti - e ritariamo sull’Unione i voti presi dagli schieramenti, in una polarizzazione che, come si vede dai dati, è stata duale: Uniti per l’Ulivo aveva il 73% e Prodi ottiene il 74,5, Prc aveva il 13% e io ho avuto il 14,6. In realtà comunque il non calco degli schieramenti partitici è uno degli aspetti più interessanti di questa consultazione".

11:19 Veltroni: "Le primarie una pagina meravigliosa"

Le primarie del centrosinistra si possono considerare "una meravigliosa pagina nella storia della democrazia italiana, perché al primo esperimento di un meccanismo elettorale di questo tipo c’è stata una risposta che tutti quanti hanno giudicato importante e penso che farebbe bene anche il centrodestra a giudicarla così". E’ il pensiero del sindaco di Roma, Walter Veltroni.

11:13 I dati definitivi delle primarie alle 12.30

Sarà Vannino Chiti, capo dell’ufficio di coordinamento delle primarie, a presentare in una conferenza stampa alle 12.30 a Piazza SS. Apostoli i dati definitivi sulle primarie dell’Unione. Alle 15,30 ci sarà invece un vertice congiunto con Romano Prodi e i leader dei partiti dell’Unione per commentare il risultato della consultazione per la scelta del leader del centrosinistra.

10:44 Prodi: "Oggi ben oltre la felicità di ieri"

"Siamo ben oltre i dati di ieri sera e io personalmente sono ben oltre la felicità di ieri sera". E’ un Romano Prodi visibilmente soddisfatto e rilassato quello che pochi minuti prima delle 10 si presenta nella sede dell’Unione per una lunga giornata di lavoro che comincerà proprio, come precisa egli stesso, dall’analisi del voto delle primarie di ieri.

10:33 Maroni: "Esperimento primarie merita rispetto"

"Le vere primarie le vincerà la Casa delle Libertà il prossimo anno". L’ha detto il ministro del Welfare Roberto Maroni. "Sulle primarie dell’Unione - aggiunge - non capisco la contrapposizione con la Cdl: sono un fatto interno al centrosinistra e non un sondaggio su Berlusconi". Per il ministro, "l’esperimento merita rispetto, vista la partecipazione, ma non servirà a risolvere le divisioni interne all’Unione".

10:05 Fassino: "Prossime scelte ispirate a domanda di unità"

All’interno dell’Unione si ricomincia a parlare di partito unico, dopo il successo alle primarie di ieri? "Vedremo - ha risposto il segretario dei Ds Piero Fassino - in ogni caso quali che siano le soluzioni che adotteremo, e dobbiamo discuterne insieme a Romano Prodi sulla base delle sue proposte, le scelte devono essere ispirate da piena coerenza con quella domanda di unità che ci viene dagli elettori".

10:01 Diliberto: "Primarie risposta a colpo di mano della Cdl"

"L’eccezionale partecipazione alle primarie costituisce una grande risposta popolare, di massa e democratica al colpo di mano sulla legge elettorale compiuto dall’arroganza del centrodestra". Lo ha detto il segretario dei Comunisti italiani, Oliviero Diliberto, da Pechino, dove si trova per un visita ufficiale programmata da tempo.

10:00 Fassino: "Mastella oltre il 4%? Nessun problema"

Per il leader dei Ds Piero Fassino il risultato ottenuto dal segretario dell’Udeur Clemente Mastella alle primarie di ieri "non è un problema". Ai giornalisti che lo hanno avvicinato stamani alla cerimonia per i 60 anni della Fao e che gli hanno chiesto: "E Mastella sopra il 4%?", ha risposto "non è un problema". Quanto alle accuse di brogli avanzate dal leader dell’Udeur, Fassino le ha definite "fuori tono, fuori misura, ingenerose".

09:09 Milano incorona Prodi con quasi il 75%

Romano Prodi ha ottenuto il 74,74% dei consensi nelle primarie del centrosinistra a Milano e provincia dove i votanti - secondo i dati forniti dai Ds - sono stati complessivamente 213.786 (97.445 nel capoluogo, 116.341 in provincia). Dietro al Professore, Fausto Bertinotti ha ottenuto il 17,13%. A Milano città, Prodi ha superato il 76% dei voti.

09:08 A Bologna Prodi vola oltre l’88%

L’88,12% dei voti a Romano Prodi, il 7,74% a Fausto Bertinotti: questo il dato definitivo delle primarie a Bologna e provincia (126 seggi), comunicato dai Ds. Il leader dell’Unione ha ottenuto 136.419 preferenze, contro le 11.977 di Bertinotti.

07:53 Dopo le 10 i risultati definitivi delle primarie

Il risultato ufficiale delle primarie dell’Unione si conoscerà dopo le 10. Tuttavia il dato, calcolano gli organizzatori, non può subire variazioni di oltre lo 0,5 per cento. Alle 12.30 è fissata una conferenza stampa per la presentazione dei dati ufficiali delle primarie. Quindi alle 15 si riunirà il direttivo dell’Unione ed i leader cominceranno a valutare i risultati e, possibilmente, a prendere decisioni per risolvere i problemi ’elettorali’ che sono di fronte alla coalizione, primo fra tutti quello di come e dove presentare il ’candidato-premier’ eletto. Il Professore poi concluderà la sua giornata intervenendo a ’Porta a porta’.

07:08 Prodi 74,6%. Bertinotti 14.6%

Dopo il 92,4% dei seggi scrutinati (8.988) alle primarie dell’ Unione, Romano Prodi si attesta al 74,6%. Fausto Bertinotti raggiunge invece il 14,6% dei consensi. Lo rendono noto gli organizzatori di Primarie 2005. Al professore sono andati fino ad ora 3.007.072, al segretario di Rifondazione Comunista 589.968. Al terzo posto si piazza Clemente Mastella con il 4,4% dei consensi (176.514 voti); Antonio Di Pietro raggiunge il 3,3% (131.795 voti); Alfonso Pecoraro Scanio 2,1% (86.004); Ivan Scalfarotto 0,6% (24.142); Simona Panzino 0,4% (18.162). I votanti sono al momento 4.049.026, le schede bianche 7.079 e le nulle 8.578. Soltanto 42 le schede contestate. I risultati definitivi saranno resi noti oggi in mattinata.

03:06 Superati i 4 milioni di votanti (92% di seggi scrutinati)

Superati i 4 milioni di elettori alle primarie dell’ Unione. Lo rendono noto gli organizzatori che forniscono la cifra degli elettori relativa al 92% dei seggi scrutinati.

02:00 "Forse 4 milioni di elettori"

Potrebbero addirittura sfiorare i quattro milioni i votanti alle primarie dell’Unione. Quando sono stati scrutinati il 78% dei voti le schede sono 3 milioni e 180mila. I dati non sono perfettamente proporzionali, dato che non in tutti i seggi hanno votato lo stesso numero di elettori, ma la cifra di quasi quattro milioni viene giudicata dagli organizzatori come probabile.

01:38 Scrutinato il 78% dei seggi; a Prodi il 73,5%

Su 78% dei seggi scrutinati, corrispondenti a 3.180.590 elettori, assegnati a Prodi il 73,5%; Bertinotti 15,4%; Mastella 4,6%; Di Pietro 3,4%; Pecoraro Scanio 2,1%; Scalfarotto 0,6% e Panzino 0,5%

01:15 Bertinotti: "Programma lo fa il popolo dell’Unione"

Il programma? "Lo fa il popolo dell’Unione. Questo è quello che hanno sottoscritto più di tre milioni di persone nel documento firmato prima del voto". Così Fausto Bertinotti, leader del Prc. "Vi rinvio alla lettura di quel documento - prosegue - lì c’è scritto chi farà il programma. Lo hanno sottoscritto più di tre milioni di persone, il programma si fa tutti insieme. C’è scritto così, non lo dico io. Chi vince le primarie - sottolinea ancora - lo scriverà insieme con le altre forze dell’Unione, questa è una cosa che Prodi sa prima di me e non lo dico per fare polemica perchè è un interesse di tutti, a partire da Prodi, valorizzare questa grande unità e pluralità nella coalizione".

01:10 Bertinotti soddisfatto

Fausto Bertinotti è soddisfatto del risultati delle primarie, che a metà scrutinio lo collocano poco sotto il 15 per cento dei consensi. "I risultati, con il dovuto rispetto per tutti i concorrenti - spiega Bertinotti - dimostrano che sostanzialmente c’è stato un confronto tra due idee nella coalizione. Prodi ottiene un successo molto rilevante e noi pure". Secondo il segretario di Rifondazione comunista il suo "è un risultato nettamente al di sopra dell’area di partenza e di influenza del Prc. Tutto ciò rappresenta un elemento di arricchimento ulteriore della già straordinaria partecipazione in questa giornata. E’ un risultato che configura le aree prevalenti di influenza dentro l’Unione".

01:04 Risultati: Prodi al 72,3%, Bertinotti al 15,9%, Mastella terzo

Gli ultimi voti scrutinati si riferiscono a 5.843 seggi su 9.816 (2 milioni e 184.000 votanti), Romano Prodi è al 72,3%, Fausto Bertinotti al 15,9%, Mastella al 5,1%, Di Pietro al 3,4%, Pecoraro Scanio al 2,2%, Ivan Scalfarotto allo 0,6%, Simona Panzino allo 0,5%

01:00 Bertinotti a Prodi: "Ciao bulgaro!"

"Ciao bulgaro!". Così Fausto Bertinotti ha salutato ironicamente Romano Prodi, una volta giunto nell’ufficio di Santi Apostoli dopo che sono iniziati ad arrivare i primi dati sulle percentuali dei candidati alle primarie.

00:56 Prodi: "Risultato mi carica di grandi responsabilità"

"E’ un risultato che mi carica di una grande responsabilità. Se è vero che i consensi sono oltre il 70% è un carico da novanta". Prima di lasciare piazza Santi Apostoli, Romano Prodi è tornato a parlare delle primarie commentando i dati parziali dei seggi scrutinati che lo danno sempre oltre il 70%.

00:49 Bertinotti: "E’ accaduto un fatto nuovo"

"E’ avvenuto un fatto nuovo nella storia politica del Paese e sul quale bisognerà riflettere perchè è un fatto politico che l’Unione è la democrazia partecipata". Lo ha detto il leader del Prc Fausto Bertinotti lasciando il quartier generale dell’Unione in piazza Santissimi Apostoli a Roma.

00:42 Prodi: "Chiaro il messaggio su chi deve fare il programma"

Una affermazione "sopra il 70% va oltre le previsioni: c’è una indicazione chiara su chi ha la responsabilità di fare il programma". E’ quanto ha sottolineato Romano Prodi riguardo ai primi risultati delle primarie che lo vedono di gran lunga in testa nei consensi. "Tante polemiche sono state chiuse dai fatti. Ho tutti i margini che mi permettono veramente di lavorare con serenità".

00:41 Emilia, Prodi all’80%

Un primo dato ufficioso dopo uno scrutinio parziale ma significativo ha assegnato a Prodi oltre l’80% dei voti nelle primarie in Emilia-Romagna. Al secondo posto Bertinotti tra l’ 8 e il 10%.

00:36 Bertinotti: "Liste Unione? Escluso"

"E’ escluso": così Fausto Bertinotti, lasciando piazza S.Apostoli risponde a chi gli chiede se con una nuova legge elettorale si possano presentare liste dell’unione alla Camera e al Senato. Il segretario del Prc conferma che il proprio partito alle politiche del 2006 presenterà proprie liste per i due rami del parlamento. "E’ ragionevole che siano rappresentati l’Unione e il pluralismo dell’Unione che non è una caserma, come la Cdl, dove tutto si riduce ad uno".

00:31 Fassino: "Un bellissimo risultato"

"Penso che un esito che assesti Prodi oltre il 70% sia un bellissimo risultato, che lo fa uscire nettamente vincente da queste consultazioni". Piero Fassino commenta così la prima proiezione sui voti per i candidati che riguarda il 27% dei seggi scrutinati, dove Prodi si attesta al 75%. "Questo conferma - sostiene il segretario dei Ds - che l’elettorato ha ben compreso che bisognava dare a Prodi il massimo di forza, di consenso di autorevolezza per metterlo nelle migliori condizioni per guidare il centrosinistra".

00:30 Lazio, 400.000 voti. Prodi al 70%

Nel Lazio alle primarie del centrosinistra hanno votato oltre 400mila cittadini e, dai dati finora raccolti e diffusi dai Ds di Roma e del Lazio, Romano Prodi ha raccolto circa il 70 per cento delle preferenze. "E’ un risultato straordinario", hanno detto Michele Meta e Esterino Montino, segretari dei Ds del Lazio e di Roma, secondo i quali il livello di partecipazione va al di là di ogni aspettativa e rappresenta una grande prova di maturità dei cittadini del Lazio.

00:22 Nei seggi raccolti 40 milioni di euro

Sarebbe di 40 milioni di euro, secondo alcune indiscrezioni, la somma raccolta dall’Unione per le primarie. Tantissimi elettori, infatti, dopo il voto avrebbero lasciato nelle casse del centrosinistra ben più di un euro, contributo minimo previsto per finanziare la campagna elettorale.

00:01 Prodi salito al 75%; Bertinotti 14,8%

Dopo lo scrutinio del 27% dei seggi, cioè a 2.665 su 9.816 per un totale di 833.070 elettori complessvi, Prodi conquista il 75% dei voti; a Bertinotti va il 14,8%; 3,8% a Clemente Mastella; 3,3% ad Antonio Di Pietro; 2% ad Alfonso Pecoraro Scanio; 0,6% ad Ivan Scalfarotto e 0,5% alla candidata Simona Panzino.

23:59 Concluso lo spoglio a Verbania: vince Prodi

Si è concluso poco fa lo spoglio delle schede a Verbania e provincia, dove hanno votato 9.676 elettori. Romano Prodi ha ottenuto 7.409 voti,; Fausto Bertinotti 1.549; Antonio Di Pietro 386; Alfonso Pecoraro Scanio 165; Ivan Scalfarotto 61; Clemente Mastella 46 e Simona Panzino 32. Le schede nulle sono state 23, quelle bianche 5.

23:58 A Palermo, Prodi al 66%

Romano Prodi raggiunge il 66,4% a Palermo e provincia dopo lo scrutino di 62 seggi su 113 seggi, pari al 55% del totale

23:57 Prodi sul tir giallo

Romano Prodi sale sul tir giallo della campagna elettorale delle primarie e suona il clacson in piazza Santi Apostoli insieme all’autista Fiorigi. Prodi, seguito da giornalisti,fotografi e operatori tv è salito sul tir che lo ha condotto in tutta la campagna elettorale e mentre tutto il suo staff lo applaude fa il segno del pollice in alto per sottolineare il successo delle primarie.

23:51 Prodi: "E’ stata davvero una bella gara"

"E’ stata davvero una bella gara, ci siamo sfidati in modo leale e serio parlando di programmi: ora tutti insieme dobbiamo impegnarci per vincere le politiche della primavera del 2006". E’ abbracciando Ivan Scalfarotto, con accanto altri due candidati delle primarie, Pecoraro Scanio ed Antonio Di Pietro che Romano Prodi esprime soddisfazione per come è andata la consultazione del centrosinistra.

23:41 Nella "sua" Bologna Prodi all’88%

Bologna e provincia, 9 seggi su 126 già scrutinati e Prodi si attesta all’88,14% con 2920 voti.

23:37 Fassino: "Da oggi Berlusconi è più debole"

"Daoggi Berlusconi è certamente più debole. Anche se, secondo me, lo era anche prima di oggi". Lo ha detto Piero Fassino.

23:35 Prodi supera il 74%

Scrutinato il 12% dei seggi. Prodi ha raggiunto il 74,4% dei consensi

23:33 A Bari, Prodi al 63%

Romano Prodi risulta in testa dai primi dati che arrivano in Puglia dopo la chiusura dei seggi delle primarie. A Bari, Prodi si attesta attorno al 63% mentre Fausto Bertinotti attorno al 19%. Il terzo è Clemente Mastella con 11%. Le pecentuali sono rilevate sul 35 per cento delle schede scrutinate.

23:32 Rutelli: "Domani saremo più forti"

"Domani saremo più forti". Francesco Rutelli, presidente della Margherita, risponde così ai cronisti che gli chiedono cosa potrà succedere all’Unione all’indomani del successo delle primarie. Rutelli ha criticato "gli avversari che hanno polemizzato con noi e che hanno sbagliato".

23:22 A Viterbo 21mila elettori

Sono stati circa 21mila gli elettori che hanno partecipato alle primarie in provincia di Viterbo.

23:20 D’Alema: "E’ un risultato enorme"

"E’ un risultato enorme, al di là di ogni aspettativa, che testimonia il fatto che i cittadini non hanno voluto perdere questa opportunità, questa occasione democratica". Lo ha detto il presidente dei Ds, MassimoD’Alema, al suo arrivoa Piazza SS. Apostoli, nella sede del quartier generale dell’Unione.

23:16 Prodi: "Lavorerò per un nuovo Ulivo"

Prodi: "Dalle primarie giunge una risposta netta e forte all’arroganza della maggioranza. Lavorerò per un nuovo Ulivo, in una grande unione e per una nuova Italia".

23:14 Bertinotti: "E’ la vittoria del popolo della sinistra"

"E’ la vittoria del popolo della sinistra, che si rimette in cammino". Fausto Bertinotti, Prc, commenta con entusiasmo i dati sull’affluenza alle urne per le primarie dell’Unione. E’ un fatto politico che resterà nella storia del paese"

23:12 Prodi vincente a Bologna

A Bologna, i primi dati ufficiali danno per vincente Romano Prodi con largo distacco sugli altri concorrenti.

23:09 Prodi supera il 70% a Torino

Romano Prodi ha ottenuto il 73% dei consensi nei primi 23 seggi scrutinati di Torino e provincia, pari al 10% del totale. Nella provincia torinese i seggi allestiti dall’Unione erano 231.

23:09 Risultati ufficiali domani alle 12.30

I risultati ufficiali delle primarie saranno diffusi domani mattina alle 12.30. Lo ha detto il coordinatore dell’ufficio di presidenza delle primarie, il diessino Vannino Chiti.

23:06 Veltroni si congratura con Prodi

Il sindaco di Roma Walter Veltroni si è congraturato con il leader dell’Unione Romano Prodi. E’ stata una telefonata dai toni cordiali e amichevoli durante il quale hanno potuto condividere la gioia per la riuscita delle primarie.

23:04 Prodi vince a Berlino

A Berlino Romano Prodi si è imposto davanti a Fausto Bertinotti. Su 141 votanti, Prodi 95, Bertinotti 33, Scalfarotto 6, Pecorario Scanio 2, Di Pietro 2, Panzino 2, Mastella 0, 1 scheda nulla.

23:00 Superati i 3 milioni di votanti

Il coordinatore dell’ufficio di presidenza di Primaria 2005, Vannino Chiti, ha annunciato che sono stati superati i tre milioni di votanti.

22:59 150.000 votanti in Sicilia

Secondo una prima proiezione, i Ds indicano che il numero dei votanti alle primarie in Sicilia dovrebbe essere prossimo ai 150.000. Così come in altre regioni anche nell’isola il dato definitivo si avrà intorno alle 23-23.30, poichè molta gente è ancora in fila per votare. Alle 18 i votanti sono stati poco più di 114 mila.

22:58 Verbano (Piemonte): scrutinato il 41% delle schede

Nel verbano, Piemonte, sono state scrutinate 2928 schede (i votanti alle 17.30 ora dell’ultima rilevazione erano 7.241). A Romano Prodi sono andati 2199 voti. Seguono Fausto Bertinotti con 522, Antonio di Pietro con 117, Ivan Scalfarotto con 18, Simona panzino con 14, Alfonso Pecoraro Scanio con 41, Clemente Mastella con 10. Le schede nulle sono 3, quelle bianche 2.

22:54 Valle d’Aosta: 5.000 elettori in un seggio

Sono stati oltre 5.000 gli elettori valdostani che si sono recati in uno dei 25 seggi allestiti in Valle d’Aosta per esprimere la preferenza per designare il candidato Presidente del Governo per l’ Unione. Quando è stato scrutinato il 36% delle schede Romano Prodi risulta il più votato con il 74%, mentre Fausto Bertinotti è al 16%.

22:52 Di Pietro: "E’ una vittoria dell’Unione"

"Qualsiasi sia il risultato abbiamo vinto tutti. La conta dei voti è ormai solo un fatto formale". Lo afferma il presidente di Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, commentando i dati sull’affluenza alle primarie. "E’ una vittoria dell’Unione".

22:48 Prodi vince anche in Svizzera

In Svizzera, Romano Prodi raccoglie oltre il 70% dei consensi. Al leader sono andate 3.233 preferenze (71%); ad Antonio Di Pietro 540 (12%); a Fausto Bertinotti 477 (10,6%); a Clemente Mastella 91 (2%); ad Alfonso Pecoraro Scanio 81 (1,8%) e a Ivan Scalfarotto 41 (0,9%)

22:46 Fassino: "Un evento importante per la democrazia italiana"

"E’ un evento politico straordinario, un evento importante non solo per il centro sinistra ma per la democrazia italiana. Credo che l’arroganza del centro destra abbia influito nel mobilitare la nostra gente e credo che faccia un grave errore chi, come Berlusconi e la destra, irride perché i cittadini non si disprezzano ma si ascoltano e si rispettano". Lo ha detto il segretario dei Ds Piero Fassino giungendo alla sede dell’Unione a piazza SS. Apostoli.

22:43 Exit-poll a Cagliari: Prodi 79%, Bertinotti 15%

Prodi 79%, Bertinotti 15%: questo il risultato di un exit-poll sul risultato delle Primarie dell’Unione a Cagliari. Il dato è stato diffuso alla chiusura dei seggi, alle 22, dall’ufficio stampa dell’organizzazione delle Primarie, allestita nella sede del Comitato regionale dei Ds. Dopo Prodi e Bertinotti, al terso posto di colloca Di Pietro (3%), seguito poi da Mastella, Pecoraro Scanio e Scalfarotto (tutti con l’1%). Nessuna percentuale per Simona Panzino.

22:39 Prodi: "Risultato incredibile"

"Si presenta un risultato assolutamente incredibile". Romano Prodi arriva a piazza SS. Apostoli a Roma e dice ai giornalisti che il risultato delle primarie "dà il senso che il paese è diverso da quello che molti immaginavano".

22:36 Alle 23 si chiudono i seggi

L’Unione è in festa. L’affluenza per le primarie sta andando al di là di ogni previsione. Ormai si punta ai tre milioni di elettori. Le lunghe code ai seggi in tutta Italia hanno convinto gli organizzatori ad allungare l’orario di apertura dei seggi: le 23. Poi comincerà lo scrutinio. Si profila un grande successo per Prodi. Gande soddisfazione da tutti i leader dell’alleanza: "E’ la risposta all’arroganza della Cdl". Berlusconi ironizza: "Solo così vincono, se votano solo quelli di sinistra".

http://www.repubblica.it/2005/j/dir...



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo





Corruzione e schiavitù moderna : il controverso leader del Qatar in visita in Italia
lunedì 19 - 12h52
di : Valentina Ricci
In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Chacun de mes contacts avec la politique m'a donné l'impression d'avoir bu dans un crachoir. Ernest Hemingway
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito