Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
Francia, la sinistra fa muro contro Chirac. Lista di tutte le manifestazioni in Francia

di : Francesco Giorgini
lunedì 3 aprile 2006 - 14h53
2 commenti
JPEG - 81.9 Kb

Appuntamento per Bellaciao e PRC-Sinistra Europea Parigi in piazza della Bastiglia alle ore 14.00

In difficoltà sul Cpe, il presidente aveva invitato al dialogo l’opposizione. Offerta respinta.

di Francesco Giorgini

Il Cpe, contratto primo impiego, è morto! Viva il Cpe... bis! Dietro al grottesco paradosso istituzionale e alle astuzie retoriche è questa la sostanza della strategia presidenziale. Promulgato a passo di carica, ma altrettanto rapidamente congelato, il Cpe versione deVillepin è un contratto nato morto. Con il discorso di Chirac, quello che si apre è il cantiere del Cpe nuova versione che oltre ad essere un po’ meno scandalosamente precario, ha l’inestimabile vantaggio politico di avere un nuovo genitore: il presidente del partito di maggioranza Ump, nonchè ministro dell’interno Nicolas Sarkozy. Dopo aver guidato la fronda al primo ministro e alla sua linea della fermezza, ora Sarkozy si incarica di far ingoiare la stessa amara pozione solo superficialmente dolcificata.

In veste di leader indiscusso dell’Ump - il partito che dovrà presentare il testo di legge del contratto primo impiego nuova versione - il ministro dell’Interno ha mandato per trattare con i sindacati e convincerli al compromesso: con in una mano la carota dei “miglioramenti” al Cpe e nell’altra il bastone, o piuttosto il manganello dei suoi attributi ministeriali di primo flic del paese. Sarkozy prende il rischio di scendere nell’arena, di sporcarsi le mani e di andare allo scontro con la piazza, ma stima di aver più da guadagnare che da perdere, a cominciare dalla leadership definitiva a destra nella successione a Chirac. Se riuscirà a portare a casa un compromesso potrà valersi delle doti del dialogo e della comprensione, magari allargando cosi`un po’ la sua assise elettorale, e se non ci riuscirà potra comunque mostrare tutto il suo virile talento nel domare e sedare le rivolte, già collaudato nell’autunno scorso contro i giovani delle banlieus e compiacere un po di più il suo elettorato naturale che va dai liberali alla destra più autoritaria ed estrema.

Chirac ha salvato il salvabile: ha ricompattato la sua maggioranza e salvato la faccia, se non proprio l’avvenire, del suo prediletto deVillepin anche a costo di oscurarlo e di lasciare la scena al suo detestato rivale Sarkozy. Era forse l’unica opzione possibile per il presidente, almeno stando ai sondaggi che sono concordi nel dare lui e il suo premier schiacciati dalla sfiducia dei cittadini mentre il ministro dell’Interno puo`contare ancora su un capitale di popolarità quasi intatto dall’inizio della crisi. Non è riuscito invece il tentativo più grossolano dell’esercizio presidenziale che mirava ad incrinare il fronte della contestazione.

Il Presidente semina la confusione e non lascia nessuno spazio al dialogo. Promulga una legge spiegando che non sarà applicata. E ne annuncia un’altra che verrà a correggere la prima, ma che riprenderà, pur arrangiandoli, gli elementi essenziali del contratto primo impiego. E’ la sintesi di François Chereque, segretario nazionale del più concertativo dei sindacati francesi - la Cfdt - per il quale, in questo quadro, la contestazione non può che continuare. Sulla stessa linea, pur con accenti più o meno rivendicativi, tutte le direzioni sindacali che confermano unanimi la giornata di scioperi e manifestazioni di martedi 4 aprile con la stessa, condivisa, inequivocabile parola d’ordine: il ritiro puro e semplice del Cpe! Coerente dunque il rifiuto di partecipare all’elaborazione dei corretivi annunciati da Chirac.

Gli studenti, che da otto settimane sopportano il grosso del peso della protesta, sono ancora più arrabbiati: persino la Fage, l’organizzazione studentesca non affiliata politicamente che aveva accettato di incontrare il primo ministro tre giorni fa, giudica la promulgazione del Cpe e l’intervento solenne del Presidente una “provocazione”. I partiti della gauche pure restano mobilitati mentre, il primo tra loro, il partito socialista annuncia una proposta di legge in parlamento per abrogare il Cpe. Infine, la risposta spontanea della piazza è arrivata già vernerdi sera con cortei improvisati in tutte le grandi città francesi. A Parigi migliaia di manifestanti hanno percorso i boulevard del centro per finire davanti alla Sorbonna a strusciarsi con la polizia che li ha dispersi a colpi di lacrimogeno solo a notte fonda.

http://www.liberazione.it/giornale/...


LISTA DI TUTTE LE MANIFESTAZIONI IN FRANCIA

01 - AINBourg-en-Bresse. Manifestation à 14h30, Champ de Foire (allée de l’Est).

Bellegarde-sur-Valserine. Manifestation à 10h30.

Oyonnax. Manifestation à 11h.

Belley. Manifestation à 10h30, Place de la Gare.

02 - AISNE Saint-Quentin. Manifestation à 15h, Place du 8 Octobre.

Soissons. Manifestation à 15h, Place de la République.

Laon. Manifestation à 14h30, Place Victor-Hugo (Pont de Vaux).

03 - ALLIER Montluçon. Manifestation à 10h, Place Saint-Paul.

Moulins. Manifestation à 14h, Place d’Allier.

Vichy. Manifestation à 10h, Lycée Albert-Londres .

04 - ALPES DE HAUTE PROVENCE Manosque. Manifestation à 14h30, Porte Saunerie.

Digne-les-Bains. Manifestation à 14h30, Place du Général de Gaulle.

05 - HAUTES-ALPES Gap. Manifestation à 10h, Place de Verdun.

06 - ALPES-MARITIMES Nice. Manifestation à 10h, Pont Barla (devant Acropolis, « Tête au Carré »).

07 - ARDECHE Privas. Manifestation à 10h, Préfecture.

Annonay. Manifestation à 14h, Place Michelet.

Aubenas. Manifestation à 14h30, Champ de Mars.

08 - ARDENNES Charleville-Mézières. Manifestation à 14h30, Pont des deux villes.

09 - ARIEGE Foix. Manifestation à 10h, Hauts des Allées de Villotte.

10 - AUBE Troyes. Manifestation à 14h, Place de la Bourse du Travail.

Romilly. Manifestation.

11 - AUDE Carcassonne. Grand pique nique à 12h, Square André Chenier. Manifestation à 14h30, Square André Chenier.

Narbonne. Manifestation à 14h, départ au Bas des Barques.

12 - AVEYRON Rodez. Manifestation à 15h, Bourran.

13 - BOUCHES DU RHONE Marseille. Manifestation à 10h, au Vieux Port.

14 - CALVADOS Caen. Manifestation à 10h30, Place Saint-Pierre.

Lisieux. Manifestation à 10h30, Place François-Mitterrand.

15 - CANTAL Aurillac. Manifestation à 14h, Place des Carmes.

16 - CHARENTE Angoulême. Manifestation à 10h, devant la Gare.

Cognac. Manifestation à 10h, devant la sous-préfecture.

Cofolens. Manifestation à 10h, devant la sous-préfecture.

Barbezieux. Manifestation à 15h, Place du Château.

17 - CHARENTE-MARITIME Saintes. Manifestation à 11h30, Palais de Justice.

Rochefort. Manifestation à 11h, Rond Point de la Poste.

La Rochelle. Manifestation à 10h, La Patte d’Oie.

18 - CHER Bourges. Manifestation à 10h30, Place Séraucourt.

Vierzon. Manifestation à 10h30, Forum République.

Saint-Armand. Manifestation à 10h30, Place de la République.

19 - CORREZE

Brives. Manifestation à 15h, Place de la République.

Tulles. Manifestation à 15h, Cité Administrative.

Ussel. Manifestation à 15h, Place de Thiers.

20B - HAUTE-CORSE Bastia. Manifestation à 10h, Palais de Justice.

21 - COTE D’OR Dijon. Manifestation à 15h, Place de la République.

22 - COTES D’ARMOR Saint-Brieuc. Manifestation à 10h30, Place de la Liberté.

Lannion. Manifestation.

23 - CREUSE Guéret. Manifestation à 14h30.

24 - DORDOGNE Périgueux. Manifestation à 14h, Palais de Justice.

Bergerac. Manifestation à 14h, Palais de Justice.

Sarlat. Manifestation à 14h, Place du 14 Juillet.

25 - DOUBS Besançon. Manifestation à 14h, Place de la Révolution.

Montbéliard. Manifestation à 14h, Place du Champs de Foire.

26 - DROME Valence. Manifestation à 14h, Place du Champ de Mars.

27 - EURE Évreux. Manifestation à 9h45, Le Bel Ébat.

28 - EURE ET LOIR Chartres. Manifestation à 14h30, Place des Halles.

29 - FINISTERE Brest. Manifestation à 10h30.

Quimper. Manifestation à 10h30.

Morlaix. Manifestation à 10h30.

Quimperlé. Manifestation à 10h30.

30 - GARD Nîmes. Manifestation à 14h30, Carrefour du Taureau (Lycée Camargue) pour se rendre à la Préfecture.

31 - HAUTE-GARONNE Toulouse. Manifestation à 14h30, Place Arnaud-Bernard.

32 - GERS Auch. Manifestation à 10h30, Allées d’Étigny.

33 - GIRONDE Bordeaux. Manifestation à 11h30, Allées de Tourny.

34 - HERAULT Montpellier. Manifestation à 14h30, Esplanade de l’Europe.

35 - ILLE ET VILAINE Rennes. Manifestation à 11h, Place de la Gare.

36 - INDRE Chateauroux. Manifestation à 10h, Place de la République.

37 - INDRE ET LOIRE Tours. Manifestation à 10h, Place de la Liberté.

38 - ISERE Grenoble. Manifestation à 10h, Place de la Gare.

39 - JURA Dole. Manifestation à 10h30, Place Barberousse.

Los-le-Saunier. Manifestation à 14h30, Place de la Liberté.

40 - LANDES Mont-de-Marsan. Manifestation à 14h30, Place des Arènes.

42 - LOIRE Saint-Étienne. Manifestation à 10h, Châteaucreux.

Roanne. Manifestation à 10h, Lycée Albert-Thomas.

43 - HAUTE-LOIRE Le Puy-en-Velay. Manifestation à 10h30, Place Cadelade.

44 - LOIRE-ATLANTIQUE Nantes. Manifestation à 10h, Place du Commerce.

Saint-Nazaire. Manifestation à 10h, Place de la Gare.

Chateaubriant. Manifestation à 10h, Théâtre de Verre.

45 - LOIRET Orléans. Manifestation à 10h30, Parvis de la Cathédrale.

Montargis. Manifestation à 10h30, Place du Pâtis (face à la sous-préfecture).

Gien. Manifestation à 10h30, Place Jean-Jaurès.

46 - LOT Cahors. Manifestation à 14h30, Place du Général de Gaulle.

Figeac. Manifestation à 14h30, Lycée Champolion.

47 - LOT-ET-GARONNE Agen. Manifestation à 15h, Place de la Sous-Préfecture.

48 - LOZERE Mendes. Manifestation à 16h, Au Foirail.

49 - MAINE-ET-LOIRE Angers. Manifestation à 14h30, Place Leclerc.

Saumur. Manifestation à 14h30, Place de la Mairie.

Chôlet. Manifestation à 14h30, Travot.

50 - MANCHE Cherbourg. Manifestation à 10h30.

51 - MARNE Reims. Manifestation à 10h, Maison des Syndicats.

Chalons. Manifestation à 10h, Lycée Oehmichen.

Épernay. Manifestation à 10h, Place Carnot.

VITRY LE FRANCOIS. 13H30 devant le Lycée François 1er

52 - HAUTE-MARNE Saint-Dizier. Manifestation à 15h, Place de l’Hôtel-de-Ville.

Langres. Manifestation à 15h, Place Bel Air.

Chaumont. Manifestation à 15h, Place de la Mairie.

53 - MAYENNE Laval. Manifestation à 15h, Square Boston.

54 - MEURTHE ET MOSELLE Nancy. Manifestation à 14h30, Place Stanislas.

55 - MEUSE Bar-le-Duc. Manifestation à 14h30.

Verdun. Manifestation à 14h30.

56 - Morbihan à 10h à Lorient, Vannes et Pontivy

57 - MOSELLE Metz. Manifestation à 14h30, Place Mazelle.

58 - NIEVRE Nevers. Manifestation à 15h, Général de Gaulle.

59 - NORD

Dunkerque. Manifestation à 15h, Place Jean-Bart.

Lille. 14h30 boulevard Louis XIV

Valenciennes. 10h00 boulevard Watteau

61 - ORNE Alençon. Manifestation Place Foch.

63 - PUY-DE-DOME Clermont-Ferrand. Manifestation à 10h30, Avenue de la République (entre la Place des Carmes et la Place du 1er Mai).

65 - HAUTES-PYRENEES Tarbes. Manifestation à 10h30, départ Bourse du Travail, arrivée statue Foch,

67 - BAS-RHIN Strasbourg. Manifestation à 14h, Place Kléber.

68 - HAUT-RHIN

Mulhouse. Manifestation à 14h30, Place de la Réunion.

Colmar. 11 heure devant la prefecture

69 - RHONE Lyon. Manifestation à 11h, Métro Montplaisir-Lumière.

70 - HAUTE-SAONE Vesoul. Manifestation à 9h30, devant la Gare.

71 - SAONE-ET-LOIRE Chalon-sur-Saône. Manifestation départementale à 15h, devant la Maison des Syndicats.

72 - SARTHE Le Mans. Manifestation à 9h30, Place des Jacobins.

73 - SAVOIE Chambéry. Manifestation à 14h30, Place de Sasson.

74 - HAUTE-SAVOIE Annecy. Manifestation à 14h30, Préfecture.

75 - PARIS Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

76 - SEINE-MARITIME Rouen. Manifestation à 11h, Cours Clemenceau.

Le Havre. Manifestation à 10h, Franklin.

Dieppe. Manifestation à 10h, devant la Gare.

77 - SEINE-ET-MARNE Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

78 - YVELINES Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

79 - DEUX-SEVRES Niort. Manifestation à 11h, Place de la Brèche.

Thouars. Manifestation à 10h30, Place Lavant.

Bressuire. Manifestation à 14h, Place Saint-Jacques.

80 - Amiens 14h30 place de la gare

81 - TARN Albi. Manifestation à 14h30, Place du Vigan.

83- TOULON. 10h, place de la LIBERTÉ

DRAGUIGNAN. 10h30, devant la sous-préfecture

84 - VAUCLUSE Avignon. Manifestation à 10h00, Université.

85 - VENDÉE La Roche-sur-Yon. Manifestation à 14h30, Place Napoléon.

86 - Vienne, POITIERS Stade Rébeillau à 14 h via la Préfecture.

87 - HAUTE-VIENNE Limoges. Manifestation à 10h30, Place de la République.

89 - YONNE Auxerres. Manifestation à 14h30, Maison des Syndicats.

91 - ESSONNE Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

Etampes (Essonne) Rendez-vous 10h Zone industrielle devant l’usine FAURECIA puis manif sur la N20 jusqu’à la salle des fêtes puis départ pour Paris (CGT, FO, CFDT, SUD, UNSA, FSU, Collectif jeunes)

92 - HAUTS-DE-SEINE Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

93 - SEINE-SAINT-DENIS Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

94 - VAL-DE-MARNE Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

Déplacements en cars au départ de Créteil, vers 13h/13h30 : inscription préalable requise.

95 - VAL-D’OISE Paris. Manifestation à 14h30, Place de la République.

974 - LA REUNION Saint-Denis. Manifestation.

Saint-Pierre. Manifestation, en direction de la Place de la Mairie



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

> Francia, la sinistra fa muro contro Chirac. Lista di tutte le manifestazioni in Francia
3 aprile 2006 - 16h04 - Di d823830dabb6f8a1338bc2d8f3ee25ae...

La sinistra guarda con simpatia,:in piazza republique ,per la prima volta tuta la sinistra anticapitalista ,aveva ,insieme,i suoi banchetti ,(giornalio,libri,riviste ,petizioni ,volantini)).Per la prima volta erano presenti(miracolo?) dai ,comunisti libertari francesi di ,A L ,,agli, alternatifs,de l’alleanza rossoverde,la LCR(ligue comm.rév.)LO,ed il pcf francesespaccato tra mille contradizioni correnti,)...Situazione molto rara in francia ,dove la sinistra radicale e quella governamentale sono frantumate in mille rivoli..In italia esiste(almeno visibilmente tra i massmedia ufficiali) solo rifo...ed i DS;;;Qui vive una frantumazione generale..(tre partiti i sinistra pcf,diviso tra correnti radicali e movimentiste rifondarole, ortodossi poststaliniani,, psf, vertssocialdemocratici puri)e tanti(con tre, grosse orga, lcr, lo, pt)gruppi che sono comunque,ascoltat,ben visti,simpatie,ecc.,i da questa nuova militanza giovanile radicale ...(AL,CNT,OLS,sinistra radiacale grppuscolare).Quindi per la prima volta ho visto tutta , la sinistra radicale insieme...Parlando con i giovani ,durante les manifs,si puo notare che sono completamente autonomi,nelle azioni,modi di essere,dai vecchi partiti della sinistra,che sta a guardare ,e cerca di comprendere....Un atra epoca comncia anche per il dibattito della sinistra in francia???Perché no ,un partito della sinistra radicale ed un altro intorno ai moderati social liberali del psf,che si prepara per ’alternanza non certo per l’altenativa come sognano i radicali della lcr,e delle correnti del pcf??..Comunque infine,questa primavera ribelle é completamente(tranne piccole eccezioni di federazioni giovanili tipo unes ,vicino al psf eccc,jcr giovani della lcr,al,)),indipendente autonoma ai partiti della sinistra governamentale....Questi giovani militanti studenti precari ,moderati e radiacali,cercano di capire,visto che questa é la loro prima esperienza politica..il tempo, verrà ,se la sinistra sarà,capace di sacrificare i loro giochi di bottega e frammentazioni, nocive,fuoritempo, nella francia del ricordo del 21 Aprile del fronte nazionale al secndo tour,e regalare voti alla destra chiracchiana..il ricordo resta amaro trai militanti delle snistre radicali e quelle moderate intorno al psf...;.questa gioventù resta per il momento indipendente ,e autoorganizzata ,non ci sono (e rifiutano qualsiasi) ,manipolazioni politiche, ,anche se aspirano ad unioni con sindacati ,come sarà la manif del 4 aprile,dell’unione dei lavoratori,disoccupati,ed i precari studenti,..di questa primavera ciao ciao fraterni saluti (socialismo e libertà).(.un semplice parere osservazione,seppure da antico militante(d’italiano all’estero,elettore dei candidati di " rifo", europa ,),d’un ,residente ,a parigi).bye bye stp,:.un .singolare" communaute".;.courage,e buon lavoro,ai fraterni collettivi new globals bella ciao!"""post scriptum:"""domanda proposta:"""perché non organizzare discutere,di , una coordinazione,democrazia centralizzata(parigi per esempio,sito,coordinazione ,demo/critica,,ecc), coordinazione confederazione,(al di la delle parole etichette)globale dei collettivi(magnifici d’italiani nel mondo),al di la dei partiti,autonomi (movimentisti,autonomia democratica sociale,ecc,)seppure con sinergie elettorali,e bla bla bla in italia ecc??proposta.modesta ..aprire un dibattito demo /critico?..



> Francia, la sinistra fa muro contro Chirac. Lista di tutte le manifestazioni in Francia
4 aprile 2006 - 22h24 - Di 7493219e18e586491758dfb4efae4b67...

Parigi non è altro che l’inizio! Svegliati!

Venerdì sera. Piazza de la Bastille. Ore 18.00. Chirac, dopo il parere
positivo della Commissione Costituzionale sulla legge che il governo
francese ha proposto in risposta ai moti di novembre delle banlieue parigine
(che prevede, oltre al contratto di lavoro per 14enni, modulazione dei
sussidi a seconda del buon comportamento o meno del cittadino, anche il Cpe)
deve tenere un discorso "alla nazione" a reti unificate e dire se
promulgherà la legge o la rispedirà al mittente, di fatto cancellandola.

Un discorso, il suo, che il quotidiano "liberazione" di sabato definisce
schizofrenico: due minuti e mezzo per affermare, senza motivare o spiegare
nulla, che la legge è giusta e farà bene al paese. Di contro farà cambiare
piccole sfumature dei punti più contestati.

Non fa in tempo a finire che la piazza è un rumore assordante di
indignazione. "Chirac in prigione, Villepen dimessioni!" si sente in coro...
la piazza si fa di minuto in minuto più gremita e la decisione è di andare
all’Eliseo, ora!

Ci si sposta, verso il centro di Parigi. Al museo del Louvre incontriamo un
altro gruppo di studenti. siamo almeno cinquemila, ma la gente continua ad
arrivare, sempre più numerosa. attraversando tutta Parigi arriviamo di
fronte all’Opera, giusto al momento dell’uscita del pubblico, neanche a
farlo apposta! la strada è bloccata da un plotone di CRS più minacciosi che
mai. Anziché cercare lo scontro, come è avvenuto nelle ultime settimane,
cominciamo a correre e prendendo una via laterale scavalchiamo il blocco di
polizia, completamente disorientata. Facciamo in tempo a verniciare con
palloncini "caricati" di un bel colore viola gli spettatori impellicciati e
ingioiellati dell’Opera che, anch’essi disorientati e scortati dal personale
in livrea tenta di raggiungere i taxi più vicini. ancora di corsa, sempre
più numerosi, saremo ormai diecimila, quindicimila, sfiliamo per i
boulevard. il traffico completamente in tilt, la polizia completamente
spaesata. raggiungiamo il consiglio nazionale, sede del parlamento francese
con fischi, indignati e determinati. Arrivano allora i primi reparti di CRS
a sirene spiegate, e scendono di corsa dalle loro corriere e cominciano a
spruzzare gas urticanti e lacrimogeni. dopo averli accolti con bottiglie e
sassi, ci spostiamo ancora. alla Sorbona!

Raggiungiamo il Quartiere Latino verso mezzanotte, tra la gente stupita,
incredula. Ma siamo anche noi stessi increduli nello scoprirci così tanti,
così gioiosi, così determinati. ma alla Sorbona dura davvero poco.non ci
piace, non ci interessano le zone rosse che hanno costruito, ci indignano,
ci fanno schifo.se ne riparlerà martedì 4 aprile, nuova giornata di
mobilitazione. ed è così che dopo un lancio fittissimo di lacrimogeni si
riparte, vogliamo riprenderci la città!

E allora ci incamminiamo verso il cuore di Paris, una critical mass notturna
che si sposta in modo imprevedibile e selvaggio bloccando ovunque il
traffico, mandando in tilt la polizia che, completamente spiazzata, si
limita a seguire questo serpente rumoroso e imprevedibile.

"Parigi non è altro che l’inizio, svegliati"! 15 mila persone che cantano
questo slogan, che lo urlano, che costruiscono mini barriere con i cantieri
che trovano sulla strada per bloccarne gli incroci.

Gli automobilisti che suonano, divertiti e stupiti, che applaudono. autisti
di bus notturni che suonano i loro clacson, applaudono e aprono le porte per
permettere ai passeggeri di scendere e unirsi alla festa. parigini in
pigiama alle finestre che, stropicciandosi gli occhi assonnati, ci danno il
benvenuto.insonni che in pigiama e piedi scalzi escono dal portone dei
propri palazzi per salutarci.

Una risposta ironica, festosa, determinata: un corteo di giovanissimi,
ventenni, che, per una notte, anziché scontrarsi con la polizia, decide di
prendersi la città! Una parade del cognitariato che sveglia nella notte
Parigi. i cognitari conoscono bene la metropoli. dopo i blocchi del giorno
prima alle stazioni, alle gallerie commerciali, al raccordo anulare
parigino, adesso dicono sveglia! Svegliatevi, siamo gli studenti, siamo i
precari, siamo radicali e metropolitani! Siamo coloro che bloccano le
università, che occupano i binari dei treni, che volevano riprendersi la
Sorbona a marzo, che vogliamo vivere! Mi viene da pensare che è davvero
finita la transizione dal fordismo al post fordismo, e queste giornate
parigine lo dimostrano! Questo conflitto è l’espressione piena e forte
dell’accumulazione flessibile e metropolitana.

Siamo tanti, tantissimi. e attraversiamo l’intera città, dal sud fino al
nord, fino a Pigalle, il quartiere notturno di Parigi, del moulin rouge,
delle sex worker. e mentre camminiamo e svegliamo la città, tre
spogliarelliste seminude dal balcone di un camerino di un locale di lap
dance ci salutano, -siamo con voi ci dicono! I tamburi suonano, c’è chi
balla, chi canta, chi sbriciola le vetrine di banche e agenzie di lavoro
interinale. nella nottata sono almeno 60 le "sanzioni" che questa gioiosa
parade ha praticato.

E alle tre della notte, ancora tutti, insieme, a migliaia, cominciamo a
salire verso le Sacre Coeur, a montmart, simbolo francese della Comune. è
proprio qua dove i ribelli si erano difesi, dove avevano costruito quella
formidabile esperienza di resistenza, di invenzione del comune, di
ribellione! E proprio qua è arrivato il corteo. "tutti i casseur al Sacro
Cuore"! Si cantava mentre si facevano i ripidi gradini. le immagini che mi
ritornano in mente sono quelle di uno sciame, intelligente, abile, che
costruisce forme diverse e molteplici di espressione, in grado di
riprendersi con la gioia e l’essere insieme una intera città, di sorprendere
e sorprendersi, di vivere l’intensità del rischio e dell’invenzione!

1871-2006 questo è stato scritto sul portone di ingresso della basilica,
mentre attorno ad un falò nuovi comunardi europei stringevano l’alleanza
delle nuove generazioni. delle generazioni che innovano continuamente
l’eterno!

++posse





In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista
Terremoto di Casamicciola
martedì 22 - 17h08
di : Lucio Garofalo

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Nous devons apprendre à vivre comme des frères, faute de quoi nous périrons comme des imbéciles. Pasteur Martin Luther King
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito