Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
de Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito - per rispondere...
IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE

di : Centro Documentazione e Lotta
mercoledì 26 aprile 2006 - 20h05
5 commenti
JPEG - 72.7 Kb

La situazione delle lavoratrici “supplenti” negli Asili Nido del Comune di Roma è già di per sè al “top” della precarieta’.

Dover passare gran parte della mattinate accanto al telefono di casa ( gli uffici competenti non sono abilitati a chiamare i cellulari) sperando di essere chiamate per una supplenza è già di per sé cosa pesante e defaticante.

Ma quantomeno ogni tanto capita di essere chiamate a sostituire una titolate malata, potendo almeno per alcuni giorni prestare servizio allo stesso nido e poter usufruire, se nel periodo capita un sabato, anche del pagamento di quella giornata.

Ma il 19° Municipio di Roma, zona Primavalle/Monte Mario/Balduina/Ottavia, in mano al centrodestra ( Presidente Marco Visconti di A.N.), ha pensato bene di negare alle precarie degli asili nido anche questa possibilità.

Per cui, anche in sostituzione delle titolari in malattia, la chiamata delle “supplenti” si fa in modo giornaliero, magari cambiando supplente tutti i giorni e non potendo quindi usufruire di contratti piu’ lunghi e degli eventuali sabati pagati.

Alla faccia della sbandierata esigenza di “continuità educativa” dei piccoli utenti del nido e alla faccia dei minimi diritti acquisiti dalle lavoratrici precarie.

In un recente comizio tenuto a Primavalle, il Sindaco Veltroni aveva indicato chiaramente il 19° Municipio come l’unico - anche rispetto agli altri gestiti dal centrodestra - che rifiuta qualunque tipo di rapporto col Comune stesso e che interpreta leggi, ordinamenti, contratti e accordi di lavoro per i fatti suoi.

Evidentemente questo è il caso anche nella gestione degli asili nido, anche se Visconti sembra paradossalmente godere, in questa sua originale gestione, anche della complicita’ dei sindacati confederali, che in qualche modo difendono pure loro le scelte del 19° Municipio, giustificandole con l’eccessivo “assenteismo” delle lavoratrici ( peraltro casomai delle titolari e non delle “supplenti” ).

Col risultato che comunque a pagare i prezzi di qualunque problema finiscono per essere sempre gli anelli più deboli della catena, le lavoratrici precarie senza contratto e i bambini/utenti con le loro famiglie.

Auspichiamo che quantomeno il Comune di Roma, non fosse altro per motivazioni elettorali, intervenga sulla questione per ripristinare un minimo di legalità e di omogeneità di trattamento delle lavoratrici.

Roma 26/4/06

Centro Documentazione e Lotta / Asili Nido Roma Nord



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

> IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE
27 aprile 2006 - 08h26 - Di fd112e2b45d2445aafd81145a24167bb...

La politica dell’appartenenza e rappresentanza continua a dividere e immobilizzare la protesta e continua ovviamentea dividere anche le/i più deboli...Ho riconosciuto nella foto dell’articolo Danila, Sandro...i nostri figli sono cresciuti, la precarietà anche, ci navighiamo tutti dentro ...composizione del governo, attribuzione di incarichi, amministrative. Il piatto piange ...
Con voi, come sempre
Doriana



> IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE
27 aprile 2006 - 08h38 - Di fd112e2b45d2445aafd81145a24167bb...

e nei giochi amministrativi e politici della sinistra-destra, tanto per creare quella "confusione" che conosciamo e "mobilita" al momento opportuno riporto da Indy un esempio di straordinario "inquinato contaminamento"..
Doriana

*****************
Contenti?

All’alba di questa mattina 27/4/2006 200 poliziotti in tenuta antisommossa si sono presentati alla palazzina occupata di via Sforza 44 nel quartiere Monti a Roma.

Forzata la porta hanno raggiunto le famiglie che si trovavano all’interno gettandole nuovamente in mezzo alla strada.

Solo pochi giorni fa il consigliere Nunzio D’erme aveva ordinato al prefetto Serra di sgomberare una delle 4 occupazioni del coordinamento delle OSA/CASAPOUND. Questa mattina è stato immediatamente accontentato. D’Erme ordina, la magistratura si attiva, il sindaco approva, il prefetto ESEGUE.

La palazzina era stata occupata a marzo di quest’anno da 5 famiglie Italiane che come altre migliaia si trova a vivere in una situazione di emergenza abitativa asooluta. La palazzina era vuota addirittura dagli ANNI 50, vero e proprio schiaffo in faccia alla tremenda FAME di appartamenti che patiscono i Romani.

La proprietà della palazzina è della solita ditta civetta che fallisce a fine anno e cede l’immobile ad una nuova ditta civetta che cambia nome ma non proprietario. Questo per non pagare le tasse e per tenere impunemente chiusa la palazzina in una logica di speculazione pura.

I diritti di questi "signori" proprietari chiaramente valgono più di tutti i diritti di una qualsiasi famiglia italiana messa in ginocchio da prezzi degli affitti degni del peggior USURAIO e da banche che seguono logiche CRIMINALI per l’assegnazione di mutui che si tramutano sempre più spesso in vere e proprie condanne a morte.

30.000 sfratti a Roma sono in attesa di essere eseguiti. In questa maniera. Ringraziamo chi in questi anni ha scelto di sperperare il denaro dei Romani per costruire "prestigiose" opere architettoniche, la cui bruttezza compete solo con il volto del sindaco VELTRONI, invece di costruire anche UNA sola casa popolare che avrebbe contribuito a sgonfiare il mercato degli affitti.

Con i soldi spesi quest’anno per "Ara Pacis" e "Nuvola di Fuksas" dal pagliaccio seduto in campidoglio si potevano costruire 5.000 case di 80 Mq da destinare ai Romani con la formula del Mutuo Sociale che avrebbe risolto in maniera concreta i problemi di tante famiglie.



> IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE
27 aprile 2006 - 08h47 - Di a9decc889fce6985f774db9735aa157a...

Ne parlerò sul mio sito della zona ww.balduzone.com



> IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE
28 aprile 2006 - 12h24 - Di 900849c1e3cb34dcd7635fe49922dab2...

RdB SCRIVE A CIAMPI PER IL PROBLEMA DEL PRECARIATO NEI NIDI DI ROMA
by Roberto Betti

Con una nota consegnata il 19 Aprile scorso (riportata di seguito) RdB, attraverso i propri rappresentanti, ha sollecitato l’intervento del Capo dello Stato per tutelare i diritti previsti da norme di rango costituzionale che, per il personale precario dei servizi scolastico-educativi del Comune di Roma, vengono completamente disattesi.

Nella nota vengono richiamati il diritto alla salute, quello della tutela della maternità e dell’infanzia, il diritto allo studio.

Diritti cui il personale precario è spinto a rinunciare con il miraggio della stabilizzazione che – complici le norme delle varie finanziarie – appare sempre più improbabile.
Si inducono in sostanza queste lavoratrici (in molti casi precarie da oltre vent’anni) a cedere diritti per vedere tutelati altri diritti.

Al Presidente della Repubblica - nel duplice ruolo di custode dei valori costituzionali e di cittadino onorario di Roma - i rappresentanti sindacali si sono rivolti sia per perorare la causa del personale precario, sia per rompere il muro di silenzio eretto da una Giunta che vanta una grande attenzione al dialogo e alla partecipazione solo a parole, ma non nei fatti.

Al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi

Onorevole Presidente,

Le scriviamo questa lettera in qualità di rappresentanti sindacali della RdB-CUB al Comune di Roma ritenendo di farci interpreti del sentimento di frustrazione provato dalle centinaia di precarie, che lavorano presso il nostro Ente, nel settore scolastico-educativo.

Ci rivolgiamo a Lei nel duplice ruolo di custode dei valori costituzionali e di cittadino onorario di Roma.

Quello che desideriamo portare alla Sua attenzione riguarda la condizione delle centinaia di precarie del settore scolastico-educativo aggravata ulteriormente dalle valutazioni introdotte dal nuovo Contratto Decentrato siglato l’Ottobre scorso – contro il quale ci siamo strenuamente opposti - e che sta producendo ora nefaste conseguenze.

Il nuovo contratto, oltre a non aver recepito le indicazioni provenienti da questo settore lavorativo, ha previsto l’attribuzione di un punteggio aggiuntivo nella graduatoria di assunzione, per quelle lavoratrici che non effettuano alcuna assenza dal servizio nel corso dell’anno scolastico.

Siamo dell’avviso che l’attribuzione di tale punteggio aggiuntivo confligga con valori di rango costituzionale quali:

 il diritto alla salute (le lavoratrici sono incoraggiate a non assentarsi per attendere alle proprie cure sanitarie, ivi comprese coloro che – trovandosi in condizioni di disabilità - fruiscono dei permessi previsti dalla legge 104/92);

 il diritto alla tutela della maternità e dell’infanzia (abbiamo cognizione di lavoratrici che hanno evitato di utilizzare il periodo di congedo per maternità o le ore di allattamento per non vedersi privare del punteggio aggiuntivo);

 il diritto allo studio (le lavoratrici rinunciano ad utilizzare le 150 ore previste per acquisire titoli di studio più elevati e accrescere le possibilità di stabilizzazione).

Quanto Le esponiamo spinge le lavoratrici a rinunciare all’esercizio di questi diritti nella speranza di una stabilizzazione che - le varie finanziarie degli ultimi anni - rendono sempre più improbabile.

L’Amministrazione Comunale a questo riguardo ha ritenuto di non dover valutare alcuna delle nostre segnalazioni e anzi si è chiusa in un ostinato ed ostile silenzio.

Per questo facciamo appello alla Sua sensibilità e alla Sua autorevolezza affinché voglia perorare la nostra causa nei confronti del Sindaco.

Le chiediamo, compatibilmente con i Suoi impegni istituzionali, una audizione con una rappresentanza del personale scolastico-educativo.

www.entilocali.rdbcub.it


> IL 19° MUNICIPIO DI ROMA AUMENTA LA PRECARIETA’ DELLE LAVORATRICI PRECARIE
11 maggio 2006 - 19h39 - Di 900849c1e3cb34dcd7635fe49922dab2...

Consiglio Comunale Comune di Roma
Gruppo Consiliare
Partito della Rifondazione Comunista

COMUNICATO STAMPA

Ritengo importante denunciare la grave situazione che vivono le lavoratrici precarie negli asili nido della città e in modo particolare nel Municipio di Roma 19.

Queste “supplenti a tempo pieno”, oltre a dover passare gran parte della mattinata a casa nella speranza che arrivi una chiamata per poter andare a sostituire la collega titolare assente, si sono viste togliere letteralmente la continuità educativa nell’effettuazione della supplenza sullo stesso nido grazie a una trovata del municipio Roma 19, guidato, speriamo ancora per poco tempo, dal presidente Marco Visconti.

In pratica, anche in sostituzione delle titolari in malattia, la chiamata delle “supplenti” si fa in modo giornaliero, magari cambiando supplente tutti i giorni, non potendo così le precarie usufruire di contratti più lunghi e degli eventuali sabati pagati.

Tale realtà mi è stata evidenziata dalle stesse lavoratrici in un’assemblea sindacale tenutasi presso la sede del municipio 19 e promossa dal sindacato di base RdB/CUB.

Durante tale incontro sono state molte le denunce da parte delle lavoratrici presenti degli asili nido e scuole dell’infanzia dei municipi 18 e 19, così come molte sono state le richieste di avere dall’amministrazione comunale delle certezze sul proprio futuro occupazionale.

Stiamo parlando infatti di lavoratrici che hanno alle spalle decine di anni di servizio, svolto in posizione precaria, alle quali la nostra futura amministrazione comunale dovrà dare delle risposte certe e non più procrastinabili.

Su tale vertenza mi auguro di poter continuare a sostenere le lavoratrici precarie anche nella prossima consiliatura, così come ho fatto come consigliera comunale di Rifondazione Comunista in tutta questa consiliatura; per poter così rimettere al centro della politica capitolina il lavoro stabile e la buona occupazione, contro tutte le diverse forme di precarietà e sfruttamento.

Roma, 11 maggio 2006

Adriana Spera (3474867112)

CLAUDIO ORTALE
Ufficio stampa Gruppo PRC Comune di Roma

06 67108178

3396778781






Corruzione e schiavitù moderna : il controverso leader del Qatar in visita in Italia
lunedì 19 - 12h52
di : Valentina Ricci
In rete il numero di maggio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 21 - 12h19
di : Franco Cilenti
Primo maggio 1925, la Napoli proletaria non si piega ai fascisti.
mercoledì 2 - 21h25
di : Antonio Camuso
Desperados!
domenica 29 - 08h20
di : Antonio Camuso
IN RETE IL NUMERO DI MARZO DEL PERIODICO "LAVORO E SALUTE"
martedì 27 - 13h59
di : franco cilenti
L’Italia della Terra dei Fuochi e l’Abruzzo
giovedì 8 - 08h07
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti
giovedì 8 - 08h06
di : Alessio Di Florio
Nella Mia Ora di LIBERTA (video)
mercoledì 7 - 00h23
di : Fabrizio De André via FR
Citto Maselli e il suo appello al mondo della cultura – oltre 400 adesioni per P
venerdì 2 - 12h20
di : Franco Cilenti
Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!
mercoledì 28 - 19h10
di : Potere al popolo via RF
COLPO DI SCENA: POTERE AL POPOLO! E’ ANCHE UN LIBRO
mercoledì 28 - 19h05
di : Roberto Ferrario
Il documento approvato all’unanimità dalla Direzione Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
martedì 27 - 15h04
di : Franco Cilenti
Milano, 23 Febbraio 1986, l’omicidio di Luca Rossi
venerdì 23 - 14h05
di : Roberto Ferrario
Anni di Piombo: in ‘Sia folgorante la fine’, Valerio Verbano vive
giovedì 22 - 15h39
di : Sciltian Gastaldi via FR
In rete il numero di febbraio del Notiziario nazionale Dire, Fare Rifondazione
giovedì 15 - 10h41
di : Franco Cilenti
OMERTA’
domenica 11 - 12h51
di : FanculoaTuttiVoidiHyperion
propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo ...
venerdì 9 - 14h36
di : Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)
TERRORISMO BIANCO NAZIFASCIO LEGHISTA E MANDANTI
domenica 4 - 19h05
di : Lucio Galluzzi
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 - 14h54
di : Luca Visentini via FR
In rete il numero di gennaio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 30 - 12h37
di : Franco Cilenti
FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

L'homme et sa sécurité doivent constituer la première préoccupation de toute aventure technologique. Le problème aujourd'hui n'est pas l'énergie atomique, mais le coeur des hommes. Albert Einstein
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito