Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
176458742 IP
200695589 pagine
(dal 10/02/2002)
141 connectés
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Forconi, insieme ai Notav, di nuovo in piazza a Palermo

di : Simona Licandro
martedì 6 marzo 2012 - 15h28
3 commenti

In diecimila hanno attraversato la città per raggiungere l’Ars.

PALERMO - Oltre diecimila "forconi" hanno attraversato la città per andare a protestare davanti ai "palazzi del potere" e si trovano adesso davanti l’Ars, dove saranno ricevuti nel pomeriggio dal presidente Francesco Cascio. Assieme ai Forconi, capeggiati da Mariano Ferro, ci sono anche i ragazzi del movimento No Tav, che protestano contro la realizzazione del passaggio ferroviario ad alta velocità che collegherà Lione a Torino. A Palermo si sono riuniti in migliaia in piazza della Pace davanti alla sede della Serit7Equitalia, la società di riscossione accusata di essere “tra i responsabili della strozzatura delle imprese”. Alcune cartelle esattoriali sono state bruciate davanti alla sede dell’agenzia di riscossione.

«POLITICA SORDA» - L’iniziativa era stata annunciata da Mariano Ferro, uno dei leader dei Forconi, ’’per protestare contro lo strozzinaggio che queste agenzie effettuano a danno della popolazione pesantemente colpite dalla crisi di banche e speculatori’’. Il leader del movimento rinnova i propositi che li avevano portati sulle piazze a gennaio ribadendo che non sono state trovate soluzioni ai problemi principali da loro segnalati, a cui si è aggiunto anche l’accordo Ue-Marocco che penalizza l’agricoltura siciliana . «Stringeremo d’assedio l’Ars - ha detto -, pronti a occupare un palazzo i cui politici non fanno il loro dovere contro la crisi e per lo sviluppo». I manifestanti si dicono sfiduciati anche rispetto ai tavoli tecnici congiunti tra Regione e governo. «Si sono rivelati un bluff, ma ce lo aspettavamo - ha concluso Ferro. Ecco perché avevamo chiesto di farne parte. La politica si conferma sorda. E allora ci faremo sentire».

Simona Licandro

http://corrieredelmezzogiorno.corri...

Immagini :

http://palermo.repubblica.it/cronac...


I manifestanti hanno avuto qualche momento di tensione davanti all’ingresso di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana. Il corteo ha raggiunto la piazza e oltre duecento persone hanno formato un presidio. Gli scontri si sono verificati quando alcuni dei dimostranti hanno cercato di entrare nel palazzo, superando la barriera degli agenti. Al momento non è possibile accedere in alcun modo a Palazzo dei Normanni. Il presidente dell’Ars Francesco Cascio alle 15.30 vedrà, insieme ai capigruppo, una delegazione dei forconi che minacciano di assediare a oltranza la sede dell’Ars.



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

Forconi, insieme ai Notav, di nuovo in piazza a Palermo
6 marzo 2012 - 19h50 - Di 70f052097b73a659600362602e0498d8...

Diecimila in piazza. Forconi e NoTav : la Sicilia si ribella!

Solidarietà alla Val di Susa dallo spezzone dei NoTav palermitani, bruciate cartelle esattoriali davanti la sede della Serit, tafferugli sotto il palazzo dell’assemblea regionale. Durante il corteo nel capoluogo gli ex dipendenti della Fiat di Termini Imerese, che attendono ancora la cassa integrazione, hanno bloccato i binari della ferrovia per novanta minuti.

Questa mattina il movimento dei Forconi è sceso nuovamente in piazza a Palermo. Oltre 10.000 da tutte le province siciliane si sono radunati nei pressi dell’Ucciardone, a piazza della Pace. Il corteo ha mostrato subito le intenzioni dei manifestanti: nessun passo indietro contro questo Stato che continua a sobillare lavoratori, disoccupati, cassintegrati e studenti con le tasse, con gli aumenti nel paniere dei beni primari, con le accise sulla benzina e, soprattutto, con le cartelle esattoriali della Serit. La Serit, l’agenzia di riscossione crediti, è stata il primo obiettivo dei manifestanti che, davanti la sede della stessa agenzia, hanno bruciato delle cartelle esattoriali invitando tutti a non pagare le cartelle, a mantenersi insolventi nei confronti di uno Stato che diventa, ogni giorno sempre più, lo strozzino che toglie il pane dalla tavola a chi già non ce la fa ad arrivare a fine mese.

Al corteo del movimento dei forconi si è aggiunto uno spezzone di circa duecento NoTav palermitani, che in questi giorni continuano a rispondere alla chiamata della Val di Susa e dimostra la solidarietà di un isola che non si fa scrupoli a tenere il capoluogo in scacco, lottando contro la realizzazione di una grande opera inutile e chiedendo a gran voce la liberazione dei NoTav arrestati in tutt’Italia. Lo spezzone NoTav ha ricevuto l’appoggio dell’intero corteo che condivide appieno l’inutilità della realizzazione, e quindi della spesa, dell’alta velocità senza alcun rispetto per la volontà di chi vive il territorio che dovrebbe essere attraversato dalla Tav , quando in tutta Italia, e soprattutto in Sicilia -dove il binario della tratta ferroviaria è un binario unico (!)- c’è la necessita di denaro, di reddito garantito, di welfare.

Il corteo ha attraversato le principali vie della città dirigendosi verso la sede della Regione, minacciando di occupare la sede del parlamento siciliano se il presidente della regione, Lombardo, non avesse accettato una contrattazione sulle rivendicazioni del movimento che, partendo della defiscalizzazione della benzina, alla stabilizzazione dei braccianti agricoli alla demolizione di sistemi di commercio monopolistici a favore di un commercio sostenibile a piccola scala, arriva fino alla creazione di un sistema di ammortizzatori sociali credibili e di un vero proprio sistema di welfare reale. Giunto sotto la sede dell’Ars il corteo è stato bloccato dai cordoni delle forze dell’ordine e, solo dopo forti momenti di tensione, si è ottenuto di mandare una delegazione a colloquio con il presidente dell’Ars Francesco Cascio. Nel frattempo dal camion i leader della protesta minacciano un accampamento permanente sotto la Regione in attesa che le richieste vengano prese in considerazione.

6 marzo 2012

InfoAut Palermo



Forconi, insieme ai Notav, di nuovo in piazza a Palermo
6 marzo 2012 - 20h09 - Di 70f052097b73a659600362602e0498d8...

Aggiornamento [19:15]

Mariano Ferro insieme ad altri rappresentanti dei Forconi sono rimasti chiusi per circa 3 ore nella stanza dei bottoni con la delegazione Regionale. Ora è uscito per parlare all’intera piazza: i problemi (carburanti, statuto speciale, prodotti locali) sono stati discussi in un tavolo tecnico e si attende domani per la risposta ufficiale da parte di Lombardo (oggi non era a Palermo).

In piazza sono stati allestiti 4 gazebi, in molti passeranno la notte in piazza (a Palermo) mentre Mariano Ferro insieme ad altri rappresentanti presidieranno dentro la stanza delle attività produttive (occupata dai Forconi).

by #avolainlotta

http://www.avolablog.it/2012/03/i-f...


Forconi, insieme ai Notav, di nuovo in piazza a Palermo
7 marzo 2012 - 19h01 - Di 0bb9521bdac18b8512cd4cef6a76eb1b...

Ferro (Forconi), non escludiamo che benzina tornera’ a manca


Catania, 7 mar. - (Adnkronos) - ’’La straordinarieta’ del momento non e’ stata ancora percipita dalle istituzioni. Ci stiamo sforzando di trasferirla anche a loro per collaborare insieme per risolvere i problemi della Sicilia ma vediamo che stentano molto a capirlo. Non e’ piu’ possibile fare manifestazioni nell’Isola e chiedere ai siciliani di venire a Palermo ancora una volta. Per quanto ci riguarda non ci fermeremo, staremo qui fin quando non avremo risposte e non escludiamo che la benzina tornera’ a mancare nei rifornimenti perche’ le raffinerie saranno bloccate’’. Lo ha detto il leader del movimento dei Forconi Mariano Ferro, uscendo momentaneamente dall’incontro in corso di svolgimento all’Arsa nel secondo giorno di protesta del suo movimento.

Chiusi in una stanza a discutere vi sono fra gli altri il presidente dell’Ars Francesco Cascio, il parlamentare dell’Mpa Lino Leanza e l’esponente degli autotrasportatori dell’Aias Giuseppe Richichi e il sindaco di Ragusa Nello Di Pasquale.





Sandro Bondi e la poesia (la poesia non mente mai)
giovedì 24 - 07h47
di : Antonio Recanatini
I cortigiani
mercoledì 23 - 09h45
di : Antonio Recanatini
Ucraina ; cecchini a Lugansk (video)
martedì 22 - 09h09
80 euro in busta paga. I tweet ci sono, ma il decreto dov’è?
lunedì 21 - 14h03
1 comment
HASTA SIEMPRE, COLONNELLO !
domenica 20 - 11h44
di : Carlo Bertani
Il tentativo di rivoluzione colorata in Venezuela
domenica 20 - 07h08
di : Attilio Folliero
Catastrofe annunciata per il dollaro e l’economia USA?
domenica 20 - 07h05
di : Attilio Folliero
1 comment
brasile coppa del mondo 2014
sabato 19 - 22h28
di : vittorio ricevuti
Il re è nudo! E Alfano lo dimostra
sabato 19 - 10h34
di : zag(c)
La verità è che o si paga o si non si paga
venerdì 18 - 14h00
di : zag(c)
2 Maggio - Sciopero in BNL intera giornata
venerdì 18 - 13h20
di : C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni
La guerra del governo Renzi contro poveri e precari
giovedì 17 - 17h42
di : Movimenti contro la precarietà e l’austerity__Roma
1 comment
Grande campagna OIPA contro il massacro degli agnelli
giovedì 17 - 17h21
di : jesus anarchist
1 comment
Il debito pubblico è debito privato
giovedì 17 - 14h45
di : zag(c)
Ucraina, sull’orlo della guerra civile. Domani il vertice a quattro. Si apre crisi in Montenegro
giovedì 17 - 10h41
di : Fabrizio Salvatori
#12a, il Coisp si sente in guerra. E spara su Acad
giovedì 17 - 10h40
di : Ercole Olmi
Morire in Ucraina
giovedì 17 - 10h38
di : Bob Fabiani
Figli del nulla
giovedì 17 - 06h07
di : Antonio Recanatini
Roma. Occupazione Montagnola sotto sgombero
mercoledì 16 - 15h59
di : InformationGuerrilla
1 comment
Firenze - Barricate contro un pignoramento
mercoledì 16 - 15h45
di : InfoAut
«Caro Saviano, scendi dal carrarmato». Ciao Vik (video)
mercoledì 16 - 11h05
di : MARINA ZENOBIO
L’invito di Vittorio
mercoledì 16 - 11h01
di : Arianna Tascone
Hanno ucciso Vik per colpire la speranza. Tre anni dopo l’omicidio di Arrigoni, parla Rosa Schiano
mercoledì 16 - 10h03
di : Tiziana Barilla
E’ morto Stefano Garroni, un marxista prestato alla filosofia
martedì 15 - 13h43
L’Istat fa i conti: "ma quali 80 euro..."
martedì 15 - 13h17
di : Claudio Conti ( Contropiano)
Il Cnel e quei 20 milioni che costa agli italiani.
lunedì 14 - 11h03
di : zag(c)
A KIEV CI SARA’ IL NUOVO MURO DI BERLINO
lunedì 14 - 10h03
di : salvo rappa
CARREFOUR SCARICA...I FACCHINI
lunedì 14 - 01h12
di : Comitato di Lotta CARREFOUR - Pieve Emanuele
Scontri a Roma, Servizio Pubblico filma agente che cammina sopra la testa di un manifestante (video)
domenica 13 - 16h05
Fiom,Landini rieletto segretario con più dell’80% dei voti. "Sciopero se non accolte nostre proposte"
domenica 13 - 15h44
di : Fabio Sebastiani
Fiom, Landini: «La nostra scelta»
domenica 13 - 15h43
Fiom contro Cgil, un passo verso la rottura
venerdì 11 - 14h44
di : Claudio Conti ( Contropiano)
La lobby delle bionde non conosce crisi
giovedì 10 - 09h03
di : Massimo Lauria
Dopo la Francia e l’Ucraina, l’Ungheria. Segnali molto gravi
giovedì 10 - 08h49
di : Claudio Grassi
Hersh: "Non fu la Siria a usare le armi chimiche"
giovedì 10 - 08h42
La lobby più potente del mondo
giovedì 10 - 08h39
di : Andrea Baranes
Per una grande parete occorre un grande pennello!
mercoledì 9 - 11h14
di : zag(c)
Il Fatto on line e il metodo Boffo
martedì 8 - 09h00
di : Paolo Ferrero
1 comment
Non ce se può credere!
lunedì 7 - 12h20
di : zag(c)
I giovani e il lavoro secondo Renzi
lunedì 7 - 11h43
di : InfoAut

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

L'homme le plus heureux est celui qui fait le bonheur d'un plus grand nombre d'autres. Denis Diderot
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
4 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito
Letteratura e guerra partigiana in Italia a Parigi
martedì 7 Febbraio
di : ANPI PARIGI
Il Collettivo Bellaciao sarà presente... Un ciclo di incontri sulla letteratura della Resistenza presentato da Daniele Gaio presentato da Daniele Gaio 13 e 27 febbraio, 5 marzo 2012, ore 19 alla libreria: "La Libreria" 89 rue du faubourg Poissonnière 75009 Parigi L’Anpi Parigi, sezione Carlo e Nello Rosselli, in collaborazione con La Libreria, vi propone un ciclo di incontri sulla letteratura della Resistenza italiana. Quattro narratori (Italo Calvino, Cesare Pavese, Beppe (...)
Leggere il seguito
Il Collettivo Bellaciao querelato per diffamazione da Mario SANDOVAL
martedì 10 Gennaio
di : Collettivo Bellaciao
Il 12 gennaio 2012, Roberto Ferrario, uno dei portavoce del Collettivo Bellaciao comparirà davanti al Tribunale Correzionale di Auxerre, assistito dal suo avvocato Weyl France, in seguito della causa per diffamazione che il signor Mario Sandoval ha presentato nei confronti di diverse media, tra cui Marianne2, Mediapart, Le Grand Soir, Courrier International, France Info, El Correo, Calpa... Mario Sandoval, un ex ufficiale di polizia argentino, denuncia Bellaciao per la pubblicazione sul (...)
Leggere il seguito
La storia siamo noi Peppino Impastato (6 videos + live radio)
giovedì 5 Gennaio
di : Collettivo Bellaciao
Palermo: Oggi è il compleanno di Peppino Impastato, il militante antimafia che avrebbe compiuto 64 anni e ucciso da Cosa nostra nel 1978, e di "Radio 100 passi" in onda da due anni. Ricorrenze che oggi vengono celebrate con una maratona su Radio 100 passi e sulla webtv "100 Passi Tv" che nel pomeriggio da’ il via alle sue trasmissioni. Fin dalla mattina collegamenti in rete - aperti dalla testimonianza del fratello, Giovanni Impastato - con le redazioni on line delle principali (...)
Leggere il seguito
Storia della RADIO CANALE 96
lunedì 2 Gennaio
di : Massimo Emanuelli via RF
L’emittente nasce a Milano nel 1975, per iniziativa del QUOTIDIANO DEI LAVORATORI, dunque dell’area politica di Avanguardia Operaia, fra i fondatori ci sono Giuseppe Maccali (titolare di un piccolo negozio di comunicazioni), Martino Benpensante e Basilio Rizzo (insegnante e futuro consigliere del Comune di Milano). La prima sede di Canale 96 (che irradia i suoi programmi dagli fm 95,200, donde il nome) è in via Mac Mahon presso un’abitazione privata. Alberto Pugnetti, un (...)
Leggere il seguito