Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Il popolo delle stelle

di : Federico Rucco - Contropiano
sabato 23 febbraio 2013 - 12h03
7 commenti

Cosa è il popolo delle “cinque stelle”? Un movimento che fa della Costituzione una religione civile o un pezzo di società che la sinistra si è fatta nemica gratis? Reportage dalla piazza di Grillo.

JPEG - 28.3 Kb

“Abbiamo partecipato a tutte le manifestazioni del popolo viola ma poi sono prevalse strumentalizzazioni e divisioni. Oggi le cinque stelle sono la continuità di quel movimento”. Carlo e Cristina, laureati, non ancora trentenni, ci spiegano così perché sono in Piazza San Giovanni alla manifestazione finale di Beppe Grillo e del suo Movimento 5 Stelle. Antonio, da Benevento, precario della scuola, preferisce la declinazione semplice: “Se ne devono andare affanculo tutti i partiti, i sindacati, i corrotti”. “La Costituzione è il nostro programma, tutti gli altri l’hanno tradita”, Maria avrà una cinquantina d’anni, ha sempre votato a sinistra ma adesso voterà per Grillo.

Sono queste alcune delle considerazioni raccolte in piazza San Giovanni a Roma l’ultimo venerdi di campagna elettorale. Abbiamo saputo che altri “colleghi” della stampa hanno avuto problemi ad entrare nel backstage del palco e hanno chiamato la polizia per potervi accedere. Due scelte che non ci appassionano affatto. Abbiamo preferito stare nella piazza in mezzo al popolo grillino per guardarli in faccia, scambiare battute, ascoltarne i commenti agli interventi dal palco. Sono due modi diversi di indagare su una realtà che sembra essere la vera novità – e forse la variabile indipendente – di queste elezioni.

Se qualcuno voleva disegnare i “Cinque Stelle” come movimento populista, dovrà fare i conti con una regìa del palco e della manifestazione che invece declina uno ad uno gli articoli più importanti della Costituzione e ne dichiara pubblicamente la fedeltà. Il conduttore alterna la lettura degli articoli a brevi video dedicati e qui l’impatto è forte: il procuratore di Caltanissetta Scarpinato – persona straordinaria - che legge Calamandrei; Vittorio Arrigoni su pace e guerra; Pasolini che mette sull’avviso a metà degli anni Settanta sul pericolo del consumismo, ed ancora “I cento passi” di Peppino Impastato sulla legalità e via scorrendo. C’è poi un video che è decisamente una sorpresa: l’intervento del presidente dell’Uruguay, l’ex tupamaro Mujica, uno che ha rinunciato al suo stipendio da presidente della repubblica e che continua a vivere nella sua casetta autocostruita in campagna. Un ex tupamaro tra i grillini fa un certo effetto. Intervengono anche i candidati del Movimento 5 Stelle (ne omettiamo i nomi perché oggi non si può fare campagna elettorale). Gente giovane e con l’aria da dilettanti allo sbaraglio qualora entrassero in parlamento. C’è la candidata del Piemonte che invoca il reddito minimo garantito e tuona contro le politiche di austerity che chiudono gli ospedali e lasciano cadere a pezzi le scuole; c’è l’ingegnere genovese che tuona contro le devastazioni ambientali e invia i suoi saluti ai No Tav, ai No Gronda e ai No Muos; c’è la candidata emiliana che parla della lotta alle mafie e invoca legalità o il giovane freelance romano candidato nel Lazio che spiega la non violenza, la richiesta di ritiro delle missioni militari e il no agli F35 e l’intransigenza del ripudio della guerra nella Costituzione Italiana. “L’Italia ripudia la guerra” si tuona dal palco quasi a sottolineare l’importanza della questione.

C’è spazio anche per una “caduta politica”, l’unica a rendere quel palco e quella piazza meno prossima a quella che ci è sembrata. L’articolo della Costituzione sul lavoro viene fatto declinare da un giovane imprenditore veneto - trapiantato a Prato e candidato in Toscana - che l’eliminazione degli incentivi statali agli impianti fotovoltaici ha messo in crisi. La storia è quella solita dei self made man e poi dello stato coercitivo che con tasse, decreti, ritardi nei pagamenti porta le piccole imprese al fallimento. Storie che abbiamo sentito spesso nei raduni leghisti, ma che pure rappresentano un pezzo di realtà produttiva che la crisi sta spappolando nel paese cresciuto nell’illusione che “piccolo è bello”.

La tabella di marcia della Bce e la centralizzazione produttiva a livello europeo non fanno prigionieri, se ne stanno accorgendo in molti nel Nordest così come in quelli che erano i distretti industriali. Ma che la questione del lavoro debba essere declinata da un imprenditore e non da un lavoratore, anzi che voglia essere declinata affermando che lavoratori e padroni abbiano stessi interessi è l’aspetto più inquietante dell’elaborazione grillina. Un’idea che lo stesso Grillo agita ripetutamente, ovvero quella che i lavoratori diventino azionisti e compartecipanti delle sorti delle loro imprese. Grillo su questo parla a sproposito e lo ha fatto anche ieri sera – tra l’altro contraddicendosi - quando ha raccontato dei lavoratori del Monte dei Paschi di Siena che hanno investito il loro Tfr nelle azioni dell’azienda ed ora si ritrovano con un pugno di mosche svalutato di quattro quinti.

Una piazza contraddittoria dunque, con un popolo che somiglia tantissimo a quello che abbiamo visto in piazza con le sciarpe viola negli anni scorsi, nella manifestazioni che invocavano legalità ma che alla fine sono state disperse dall’inerzia e dalla complicità del Pd e dalle voracità egemoniche di Di Pietro. Una piazza che difende la Costituzione e che acclama come Presidente della Repubblica Pertini per far sapere che non stima affatto Napolitano. Un popolo che si era disperso e che Grillo è riuscito a mobilitare quando non c’è più un parafulmine come Berlusconi al governo. Una piazza e un popolo con cui la sinistra dovrà fare i conti sul serio. Oggi è riuscita a fare come novanta anni fa con gli Arditi. “Ce li siamo fatti nemici gratis”, commentò allora amaramente Antonio Gramsci.

23 Febbraio 2013

Federico Rucco

http://www.contropiano.org/it/news-...



Rispondere a questo articolo
Stampa l'articolo


Forum del' articolo
 

Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 12h57 - Di giulia - bcdfc544a93e443f053413ffa398fc43...

Pasolini, Arrigoni, Impastato... se fossero vivi starebbero su quel palco? Secondo me no!



Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 15h08 - Di Roberto Ferrario - 93bb89d91ce921c7fabc379670cd57c8...

Oggi è riuscita a fare come novanta anni fa con gli Arditi. “Ce li siamo fatti nemici gratis”, commentò allora amaramente Antonio Gramsci.

Lontano da me di paragonarmi ad Antonio Gramsci, ma é da anni che lo dico, il movimento M5S mi ricorda troppo le camice nere, poco importa se sono un sotto prodotto del risultato delle politique delle diferenti correnti politique che continuamo a insistere a chiamarle di "sinistra" ma che in realita hanno come solo sinonimo di formazioni politiche "sinistrate"...

Molto buono di parlarne adesso perche la vera natura di questo movimento che assomiglia troppo ai movimenti reazionari americani, uscira in modo molto chiaro nei mesi prossimi...



Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 15h29 - Di Francisco - bcdfc544a93e443f053413ffa398fc43...

Concordo, unica postilla: tale natura uscirà già dopodomani, è da tempo in embrione.


Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 15h30 - Di giulia - bcdfc544a93e443f053413ffa398fc43...

sono d’accordo con te. anche io è da anni che provo a denunciare la pericolosità di questo movimento ma i compagni non hanno capito. eppure già con mussolini e poi con berlusconi avevamo fatto lo stesso errore... ma evidentemente non abbiamo imparato...


Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 16h13 - Di ce64ad16f88841fd07f47f6af60bce2d...

Grillo è la perfetta continuità, pur con ben altre adesioni di massa e con un linguaggio certamente più "plebeo" ( e io direi anche con una maggiore attenzione ai temi del lavoro e del precariato ), dei girotondini del primi anni duemila, dei dipietristi ed infine, come dice l’articolo iniziale, dei cosiddetti "viola" ...

Tutto movimenti senz’altro discutibili presi uno ad uno, tutti "giustizialisti" e tutti con tratti politici anche ambigui, ma coi quali ci siamo largamente sporcati le mani, coi quali abbiamo sviluppato allenza ... ed anche oggi, non pochi degli esponenti più noti di questi movimenti degli anni scorsi stanno nelle liste di "Rivoluzione Civile" o comunque la sostengono ...

Lo stesso Ingroia come pure De Magistris, anche se non fanno personalmente mistero di una loro formazione personale di tipo marxista, sono oggettivamente più espressione di questi movimenti che della storia classica del movimento operaio e del marxismo ...

Quindi, dove sta questa presunta "purezza ideologica" da sventolare ?

Coi grillini toccherà fatalmente farci i conti ...e avendo in comune, nel bene e nel male, Rivoluzione Civile ed il Movimento 5 Stelle almeno un 70 - 80% di punti programmatici .... altrettanto fatalmente, se Rivoluzione Civile riuscirà, e credo di si, a raggiungere il quorum alla Camera ... penso che i grillini saranno i nostri alleati più naturali nelle battaglie parlamentari .... sicuramente più di Sel per non parlare poi di un PD lontano mille miglia da ogni nostra istanza ...

Che senso ha allora buttare oggi tanta merda sui grillini ?

E questo mi sembra il senso profondo dell’articolo di Contropiano, peraltro un giornale on-line sulla cui "identità comunista" non possono certo esistere dubbi ...


Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 16h25 - Di Francisco - bcdfc544a93e443f053413ffa398fc43...

"Grillo è la perfetta continuità, pur con ben altre adesioni di massa e con un linguaggio certamente più "plebeo" ( e io direi anche con una maggiore attenzione ai temi del lavoro e del precariato ), dei girotondini del primi anni duemila, dei dipietristi ed infine, come dice l’articolo iniziale, dei cosiddetti "viola" ..."

Quindi Grillo non è più in continuità col berlusconismo legaiolo e glissiamo sulle pacche sule spalle a casapound e le pedate ai marocchini? Funziona così, scurdammece ’o passato?

Allora facciamo in modo che raggiunga la maggioranza assoluta, diamogli il ministero degli interni e della difesa, poi andiamo in Valsusa e vediamo sei i suoi gendarmi stendano tappeti rossi ai NoTav per fermare la distruzione della valle e usciamo dalla NATO.

Vabbé, andate avanti voi perché a me me vié da ride... mi sa che ancora non è chiaro di che pasta sono fatti i cosiddetti grillini... ve ne accorgerete lunedì.


Il popolo delle stelle
23 febbraio 2013 - 16h30 - Di giulia - bcdfc544a93e443f053413ffa398fc43...

nessuno butta merda, ma semplicemente si fanno i conti con i fatti. Mi dispiace non si tratta neanche di purismo ideologico, semplicemente io tutta questa attenzione ai temi del lavoro non la vedo. grillo parla di abolizione dei sindacati salvando solo i cobas. ricordo bene che alla vigilia della manifestazione per pomigliano grillo e i grillini hanno snobbato quella lotta anche se era chiaro a tutti che si trattava della prima mossa per distruggere il contratto collettivo. io i grillini in piazza non li ho mai visti, mai! nessuna bandiera dei 5 stelle in nessuna lotta per il lavoro... mi dispiace ma sti fatti di cui parli tu a me non sono pervenuti.





FACEBOOK ITALIA: PERCHE’ PER ME E’ UN DOVERE POLITICO ABBANDONARE IL "SOCIAL"
domenica 14 - 12h00
di : Lucio Galluzzi
I 59 anni della Rivoluzione cubana
martedì 2 - 13h57
di : Lucio Garofalo
REPUBBLICHETTA
martedì 19 - 19h02
di : Lucio Galluzzi
Col suo marchio speciale di speciale disperazione
domenica 26 - 16h59
di : Alessio Di Florio
In rete il numero di novembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 21 - 10h55
di : Franco Cilenti
È online il nuovo numero del periodico nazionale "dire, fare Rifondazione"
martedì 7 - 11h13
di : Franco Cilenti
Cesare Battisti. Vedrete che finirà con la solita truffa!
venerdì 6 - 14h57
di : Paolo Persichetti
Polizia spagnola spara proiettili di gomma dura contro i manifestanti (Video)
lunedì 2 - 17h49
Catalogna dice sì a indipendenza, 840 feriti in cariche ai seggi (video)
lunedì 2 - 10h23
In rete il numero di settembre del periodico cartaceo Lavoro e Salute
martedì 26 - 08h35
di : Franco Cilenti
MOVIMENTO MARCHESE DEL GRILLO
sabato 23 - 14h39
di : Lucio Galluzzi
Honteux
martedì 19 - 23h36
di : Mario
La pace colombiana benedetta da Francesco sporca del sangue yemenita
lunedì 11 - 23h52
di : pugliantagonista
Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle cosc
lunedì 11 - 11h26
di : Alessio Di Florio
MAL’ARIA NERA
giovedì 7 - 21h25
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini:la conferma, fu stupro etnico
mercoledì 6 - 16h14
di : pugliantagonista
Stupro di Rimini: i molti quesiti irrisolti
lunedì 4 - 22h07
di : pugliantagonista
LETTERA APERTA A FILIPPO FACCI: AIUTATE POVIA, MA A CASA VOSTRA!
sabato 2 - 13h26
di : Lucio Galluzzi
COSCIENZE E VARECHINA
venerdì 1 - 14h57
di : Lucio Galluzzi
Stupro di Rimini :"applicare l.internazionale, crimine contro umanità"
giovedì 31 - 14h10
di : pugliantagonista
Terremoto di Casamicciola
martedì 22 - 17h08
di : Lucio Garofalo
La Strage di Barcellona ed il genio incompreso di G Romero
lunedì 21 - 21h23
di : pugliantagonista
16 agosto 1894: Sante Caserio fa il fornaio non la spia
martedì 15 - 18h38
di : caserio
Agosto 1926-2017 Resistete agli sfratti, opponete l’azione autonoma di Classe
venerdì 11 - 17h52
di : pugliantagonista
editoriale 10 anni di Pugliantagonista.it
giovedì 10 - 21h58
di : pugliantagonista
UNO SPETTRO NAZIFASCISTA SI AGGIRA NEL MEDITERRANEO [MA CHI LO FINANZIA?]
domenica 6 - 16h31
di : Lucio Galluzzi
In rete il numero di luglio del periodico cartaceo Lavoro e Salute
lunedì 17 - 11h12
di : Franco Cilenti
Uomini o caporali
martedì 11 - 16h48
di : Lucio Garofalo
no In rete il nuovo numero del periodico nazionale Dire, Fare Rifondazione
domenica 9 - 10h29
di : Franco Cilenti
Progettifici e dittatori scolastici
mercoledì 5 - 15h57
di : Lucio Garofalo
Il filo rosso dei deboli e degli indifesi di Dino
venerdì 2 - 16h52
di : Alessio Di Florio
In rete, e in distribuzione, il nuovo numero del periodico lavoro e Salute
martedì 23 - 10h59
di : Franco Cilenti
Pubblicato Dire, Fare Rifondazione, notiziario dell’Organizzazione - maggio 2017
lunedì 15 - 08h28
di : Franco Cilenti
1 comment
Pubblicato Dire, Fare Rifondazione, notiziario dell’Organizzazione - maggio 2017
lunedì 15 - 08h28
di : Franco Cilenti
L’ESERCITO DI RISERVA NELLE MANI DEL CAPITALISMO NELLA LOTTA DI CLASSE
sabato 6 - 06h15
di : PCL Pavia
Sinceramente razzisti
giovedì 4 - 19h25
di : Antonio Recanatini
PACE
sabato 8 - 07h43
di : Franco Astengo
SULL’ORLO DELLA GUERRA?
venerdì 7 - 10h21
di : Franco Astengo
LA PROSPETTIVA DI UN GOVERNO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI
martedì 28 - 06h03
di : PCL Pavia
La vendetta come augurio (Elogio della vendetta)
martedì 21 - 21h55
di : Antonio Recanatini

home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

La non-violence est une arme puissante et juste, qui tranche sans blesser et ennoblit. l'homme qui la manie. C'est une épée qui guérit. Martin Luther King
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito
Letteratura e guerra partigiana in Italia a Parigi
martedì 7 Febbraio
di : ANPI PARIGI
Il Collettivo Bellaciao sarà presente... Un ciclo di incontri sulla letteratura della Resistenza presentato da Daniele Gaio presentato da Daniele Gaio 13 e 27 febbraio, 5 marzo 2012, ore 19 alla libreria: "La Libreria" 89 rue du faubourg Poissonnière 75009 Parigi L’Anpi Parigi, sezione Carlo e Nello Rosselli, in collaborazione con La Libreria, vi propone un ciclo di incontri sulla letteratura della Resistenza italiana. Quattro narratori (Italo Calvino, Cesare Pavese, Beppe (...)
Leggere il seguito