Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Enrico Campofreda
L’AMOUR EN FUITE
di : Enrico Campofreda - 5 dicembre 2004
di Enrico Campofreda Sorprendente, stralunato, fantasioso, egocentrico Doinel. Con ‘L’amour en fuite’ il suo ciclo si chiude ma noi vorremmo che la sua storia fosse infinita. Troppo giovane per non innamorarsi ancora, troppo giovane ed estroso il suo alter ego per lasciare anzitempo la cinepresa. L’amore che è il motore della vita s’avvìa e s’inceppa per poi ripartire. Importante è incontrarlo, farsi scaldare, viverlo con coinvolgimento e palpitazione. (...)
Lire la suite, les commentaires...
L’ARGENT DE POCHE
di : Enrico Campofreda - 3 dicembre 2004
di Enrico Campofreda L’argent de poche è quel denaro per le spese minute che si può utilizzare nell’immediato, senza fare grandi preventivi e progetti. Un po’ come accade per gli anni di quel fantastico periodo della vita che è la prima adolescenza. Denso di speranze, turbamenti, scoperte, desideri, un’età che s’affronta correndo a rotta di collo come fanno i ragazzi nella gioiosa apertura del film, galoppando per le scalinate e le ripidissime stradine di (...)
Lire la suite, les commentaires...
La nuit américaine
di : Enrico Campofreda - 29 novembre 2004
di Enrico Campofreda “Le tournage d’un film, c’est un voyage en diligence à travers le Far West: au début, on espére faire un beau voyage, mais très vite on se demande seulement si on va arriver à destination’’ Immaginate una piazza, una di quelle in cui la gente passa e corre. Donne, uomini, auto e la normale frenesia. In quella piazza un giovane uscito dal metrò incontra un uomo e lo schiaffeggia. Da un colpo di scena di vita comune si passa a un altro (...)
Lire la suite, les commentaires...
Baisers volés
di : Enrico Campofreda - 29 novembre 2004
di Enrico Campofreda Apertura con una dedica alla Cinémathèque di Henri Langlois, inquadrata coi cancelli serrati durante i conflitti fra la nouvelle vague e il governo De Gaulle. Il film si fregia d’una magistrale interpretazione del giovane Jean-Pierre Léaud, che nei panni del Doinel-Truffaut mostra gli ardori, la smania di vita e d’amore ma anche i tormenti e le indecisioni cui un giovane ventenne deve far fronte. Léaud è una maschera perfetta per interpretare i tic e gli (...)
Lire la suite, les commentaires...
François Truffaut : LES 400 COUPS
di : Enrico Campofreda - 22 novembre 2004
di Enrico Campofreda E’ il primo lavoro di quello che sarà il ciclo dedicato a Antoine Doinel, adolescente alter ego del regista, che viene seguito nel passaggio dalla prima giovinezza all’età matura. Quattro film oltre a questo (Baisers volés, Domicil coniugal, L’amour en fuite) e un corto (Antoine e Colette) compongono il ciclo che parte nel 1959 e si conclude vent’anni dopo. Il film è dedicato a André Bazin maestro e padre adottivo di Truffaut, oltreché (...)
Lire la suite, les commentaires...
ROMA PROIETTA TRUFFAUT
di : Enrico Campofreda - 18 novembre 2004
di Enrico Campofreda E’ la celebrazione d’un mito. Di uno degli interpreti e maestri più toccanti del cinema moderno, un cinema della semplicità e del sentimento ma anche della profondità e della complessità dei sentimenti, trattati con sensibilità e poesia. Si celebra François Truffaut, che moriva nell’ottobre di vent’anni fa, colpito da una malattia nel suo bene più prezioso: il cervello. Un cervello limpidissimo, che brillava dell’intelligenza e della (...)
Lire la suite, les commentaires...
MUR
di : Enrico Campofreda - 15 novembre 2004
di Enrico Campofreda Cinquecento chilometri lungo, cinquanta largo. Ferro e cemento a blocchi, filo spinato e alta tensione elettrica. Dune di sabbia e sentinelle armate. Duemilionididollari a chilometro: è il muro che il governo Sharon, col benestare della maggioranza degli israeliani, sta costruendo da due anni. Dovrebbe terminarlo fra altri due imprigionando il suo popolo oltreché i palestinesi. Simone Bitton, regista marocchina e cittadina d’Israele (è stata soldato nella guerra (...)
Lire la suite, les commentaires...
RAGAZZI DI VITA, di Pier Paolo Pasolini
di : Enrico Campofreda - 3 novembre 2004
di Enrico Campofreda Polvere e fame. Sogno e desiderio, ma anche degrado e violenza. Questi gli ingredienti principali di ‘Ragazzi di vita’, primo dei pilastri letterari di quell’elegia che Pasolini dedica al mondo delle borgate romane; l’altro sarà ‘Una vita violenta’ più i due film ‘Accattone’ e ‘Mamma Roma’. Violenza dell’ambiente piuttosto che dell’anima, nessun protagonista del romanzo, nessun ragazzo di vita (...)
Lire la suite, les commentaires...
LE STRAGI NASCOSTE, di Mimmo Franzinelli
di : Enrico Campofreda - 2 novembre 2004
L’armadio della vergogna: impunità e rimozione dei crimini di guerra nazifascisti, 1943-2001 di Enrico Campofreda Se domandate a un romano del centro storico dov’è via degli Acquasparta farà difficoltà a indicarvela. E’ una strada appartata eppure in una zona centralissima: fra il rione Parione e Tor di Nona, a due passi da Piazza Navona. Un buon tratto è delimitato dal Palazzo Cesi, che è sede della Procura Generale Militare della Repubblica presso la Corte Suprema di (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA MALA EDUCACIÓN
di : Enrico Campofreda - 11 ottobre 2004
di Enrico Campofreda Giunto nelle nostre sale con inspiegabile ritardo tutto italiano rispetto agli altri paesi Ue, tanto da farci sentire europei come i turchi che devono ancora ricevere il prezioso passaporto, l’ultimo Pedro Almodóvar ha subito trovato reprimende preventive. Un corsivista d’un noto quotidiano, che ha di recente traslocato dalla concorrenza di cui conserva la linea editoriale, applicando il noto principio della verità montanelliana: “È vero solo ciò che (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA TERRA DELL’ABBONDANZA
di : Enrico Campofreda - 8 ottobre 2004
1 comment
di Enrico Campofreda C’è l’America che vuole la guerra, cerca un nemico qualunque purché lo si possa combattere, è ossessionata, ossessionale e paranoica. E dopo l’undici settembre è permeabile a ogni richiamo di complotto e attacco tanto da avallare complotti e attacchi dei propri governanti verso altri popoli. C’è anche un’altra America troppo occupata a lenire le piaghe sociali di disparità, disoccupazione e malattie e miseria che sembrerebbero impensabili (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA VITA CHE VORREI
di : Enrico Campofreda - 5 ottobre 2004
di Enrico Campofreda “Per voi non è che un film, per me è la vita intera”. Quante camere si sono accese e poi spente dai ciak di Truffaut sul set di “Effetto notte”? E ciò che accade sulla scena della finzione cinematografica siamo certi che non sia realtà? Il nuovo lavoro di Piccioni riprende un tema caro al maestro della nouvelle vague: il cinema che racconta se stesso attraverso volti, emozioni, storie, passioni degli attori-personaggi. L’intreccio (...)
Lire la suite, les commentaires...
LE CONSEGUENZE DELL’AMORE
di : Enrico Campofreda - 2 ottobre 2004
di Enrico Campofreda Algido, asciutto, duro, immediato. Aggettivare il secondo lavoro di Paolo Sorrentino non è difficile, forse lo sarà stato più per lui costruirlo. Ma il giovane regista partenopeo ha talento, narra all’anglosassone, in maniera essenziale seguendo un intreccio noir. Una strada già scelta e realizzata solo in parte con L’imbalsamatoreda Matteo Garrone; come il suo collega Sorrentino colora l’obiettivo con le fredde tinte dei crepuscoli, mentre negli (...)
Lire la suite, les commentaires...
MAR ADENTRO
di : Enrico Campofreda - 23 settembre 2004
di Enrico Campofreda Se non abbiamo scelto di vivere, lasciateci almeno la libertà di morire. Il cileno di Spagna Alejandro Amenábar, dopo il gotico e tenebroso ‘The Others’ cambia registro e sceglie un tema etico: il diritto all’eutanasia, che ne introduce uno filosofico: il diritto al libero arbitrio. Lo fa narrando la storia verissima e toccante dell’ex marinaio galiziano Ramòn Sampedro, rimasto tetraplegico a seguito d’un distratto tuffo (...)
Lire la suite, les commentaires...
NEMMENO IL DESTINO
di : Enrico Campofreda - 18 settembre 2004
di Enrico Campofreda Fra gli ideali dei nonni ricordati ne “I nostri anni” e i disagi dei nipoti di questo “Nemmeno il destino” Gaglianone mostra anche la disfatta di vita della generazione del boom, vissuta in una Torino operaia tutta fabbrica, dovere e sacrifici, per finire malati e reietti, quasi larve umane. È quel narrare una vita dura, sfibrante, meschina che s’affaccia anche nel nostro cinema troppo dedito al buonismo. Apprezziamo il coraggio del (...)
Lire la suite, les commentaires...
PRIMAVERA DI BELLEZZA, di BEPPE FENOGLIO
di : Enrico Campofreda - 30 agosto 2004
1 comment
di Enrico Campofreda Cos’è stato l’8 settembre nella coscienza civile degli italiani in divisa? La straordinaria penna di Beppe Fenoglio lo testimonia nel romanzo dal titolo fascistissimo “Primavera di bellezza” come il refrain della prima canzone simbolo del Regime. E quel titolo fa da contorno amaro a tutte le delusioni di chi, vestendo l’uniforme, aveva creduto all’ubriacatura guerrafondaia del Duce d’Italia. Il Regio Esercito risultò sin dal (...)
Lire la suite, les commentaires...
Simon & Garfunkel in concert: L’ETERNO SUONO DEL SILENZIO
di : Enrico Campofreda - 2 agosto 2004
di Enrico Campofreda 31 luglio 2004, Roma Colosseo e Fori Imperiali Se America dev’essere sia quest’America. Quella che con la voce armoniosa di Art Garfunkel canta il sogno e sulle struggenti melodie di Paul Simon narra poesie. L’America libertaria del dubbio e non quella che spaccia certezze e modelli di ’democrazia’. L’hanno applaudita in mezzo milione e non tutti sovversivi né sostenitori della Jihad. Giovani di trenta, quaranta, (...)
Lire la suite, les commentaires...
I VENTITRE GIORNI DELLA CITTA’ DI ALBA, di Beppe Fenoglio
di : Enrico Campofreda - 24 luglio 2004
di Enrico Campofreda Eccola la Resistenza che meno piaceva a taluni resistenti. Umanissima, senza retorica, con tanti limiti e contraddizioni, fatta di momenti oscuri, antieroici, addirittura meschini. Perché oscuro e meschino era anche qualche patriota. Fenoglio scrittore non lo nasconde, non è nella sua indole di rude langarolo. Dice quel che pensa, senza peli sulla lingua né autocensure letterarie. Può farlo, è stato partigiano, di quelli che non dovevano fare i conti con (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA GUERRA DEI POVERI, di Nuto Revelli
di : Enrico Campofreda - 12 luglio 2004
1 comment
di Enrico Campofreda Potevano esserci "Quaranta milioni di baionette" pronte a combattere come annunciava dal fatidico balcone il primo Duce degli Italiani? Potevano esserci. La propaganda e la retorica del fascismo avevano obnubilato molte menti sin dalla più tenera età, lo testimonia l’autore in apertura del suo libro "Avevo nove o dieci anni quando balbettai questo giuramento: nel nome di Dio e dell’Italia giuro di eseguire gli ordini del duce e di servire con tutte le (...)
Lire la suite, les commentaires...
I NOSTRI ANNI
di : Enrico Campofreda - 10 luglio 2004
di Enrico Campofreda "Tu sei un mio nemico prendo, ti fucilo, t’ammazzo cosa brutta, crudele quello che vuoi. Ma se prima d’ammazzarti ti cavo gli occhi, ti sventro, ti taglio i testicoli è diverso, no? Sai quanta gente hanno ucciso così i fascisti? Italiani brava gente un cazzo!" Le parole di Natalino cinquant’anni dopo pesano come il piombo dei proiettili che sparava ai nazifascisti e che questi sparavano a lui e ai suoi compagni partigiani. Però con la differenza (...)
Lire la suite, les commentaires...

0 | 20 | 40 | 60 | 80 | 100 | 120 | 140



home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

La guerre ne sert qu'à remplir vos poches et à éliminer mes proches. C'est pourquoi je n'irai pas. Vous ne me verrez pas au combat. Boris Vian
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito