Il sito Bellaciao. Colorato, molteplice, dove - per fortuna - il meglio accompagna il peggio, misto, bizzarro, fa pensare a Picabia e ai dadaisti, esplora tutti i registri ed i regimi retorici, divertente e polemico, surrealista: incontro fra un ombrello ed una macchina da cucire su un tavolo da dissezione, testa di Lenin sulla tastiera di un pianoforte Steinway o Bosendorfer... Il Collettivo Bellaciao vi invita a festeggiare la 48.6 milionesima visita del sito Bellaciao
FR
ES
Sabina Guzzanti
a Parigi con Bellaciao
Haidi Giuliani
a Parigi con Bellaciao
Modena City Ramblers
a Parigi con Bellaciao
MANU CHAO
a Parigi con Bellaciao
Senal en Vivo

VIDEO - RADIO
SITI AMICI
con Bellaciao
Bellaciao hosted by
Ribellarsi è giusto, disobbedire è un dovere, bisogna agire !
Version Mobiles   |   Home  |   Chi siamo ?   |   Sottoscrizione  |   Links  |   Contact  |   Ricerca
Cinema-video - foto
LE COUPERET
di : Enrico Campofreda - 29 giugno 2005
de Enrico Campofreda Turbocapitalismo da crimine perché criminale lui stesso. Certo la soluzione scelta da Bruno Davert, manager ad altissima specializzazione nell’industria cartaria, dopo aver subito il licenziamento è una via inverosimile. Eppure lui non fa altro che esasperare la filosofia dell’homo homini lupus che il capitale globalizzato ha rilanciato in barba all’età dei lumi, della civilizzazione dei rapporti, delle riforme. Niente di tutto questo sembra più (...)
Lire la suite, les commentaires...
MATCH POINT
di : Enrico Campofreda - 28 giugno 2005
di Enrico Campofreda Una metafora della vita giocata sull’amato campo di tennis, con la pallina del punto decisivo che può impattare il nastro e finire nel proprio settore o in quello avverso, determinando successo o sconfitta. Salvezza o dannazione. Nella vita tutto è in bilico e in mano al destino, afferma l’ultimo Woody Allen, tornato a confezionare un thriller raffinato, ricco di colpi a effetto anche se dall’intreccio un po’ banale. Una storia che proprio per (...)
Lire la suite, les commentaires...
SHANGAI DREAMS
di : Enrico Campofreda - 22 giugno 2005
di Enrico Campofreda Una Cina vicinissima molto più di quella di certi slogan da Rivoluzione culturale d’antan o di recente economia globalizzata compare nella storia valsa a Xiaoshuai Wang il riconoscimento alla giuria al 58° Festival di Cannes. Il rapporto fra la generazione dei padri, tutta dedita al sacrificio, e quella dei figli, che guardano maggiormente a se stessi, è conflittuale come lo è stato in Occidente fino a quarant’anni fa. Quando anche i giovani europei (...)
Lire la suite, les commentaires...
FIGLI COME MERCE: DOVE PORTANO BISOGNO E DESIDERIO CONSUMISTICI
di : Enrico Campofreda - 21 giugno 2005
di Enrico Campofreda Ci sono due film in uscita in questi giorni nelle sale cinematografiche che trattano un problema scottante. Andate a vederli, sono ben fatti e fanno riflettere: “L’enfant” dei fratelli Dardenne, registi belgi che qualche settimana fa hanno bissato la Palma d’oro già vinta a Cannes nel 1999 “Holy Lola” del francese Tavernier parlano di figli e anche di genitori. Genitori per caso come il giovane Bruno, genitori per forza che (...)
Lire la suite, les commentaires...
L’ENFANT
di : Enrico Campofreda - 19 giugno 2005
di Enrico Campofreda È tagliente come una lama affilata l’ennesima storia con cui gli ottimi Dardenne conquistano un’altra Palma d’oro che fa l’eco a quella di “Rosetta” del 1999. Stessa precarietà condivisa con l’indifferenza della gente bene, stessi luoghi devastati, gli anfratti ghiaiosi dove la gente normale non passa. Non è ferino Bruno, giovane emarginato che vive come può accanto a Sonia, è infame la società basata sul denaro che (...)
Lire la suite, les commentaires...
CACHÈ
di : Enrico Campofreda - 17 giugno 2005
1 comment
di Enrico Campofreda C’è un occhio nascosto in quella camera fissa che riprende e gradualmente ossessiona la vita del giornalista televisivo Georges Laurent e della moglie Anne. Un occhio che s’insinua nel privato e pian piano incrina l’equilibrio forse già precario della coppia. Perché dopo aver ricevuto una serie di video cassette accompagnate da inquietanti disegni di morte, Anne scopre che il marito le nasconde alcuni aspetti della vicenda. Entrambi perdono la (...)
Lire la suite, les commentaires...
DON’T COME KNOCKING
di : Enrico Campofreda - 15 giugno 2005
di Enrico Campofreda Cosa spinge Howard (Sam Shepard sì, quello dell’indimenticabile “Paris, Texas”) il cow-boy, il macho, lo sciupafemmine, l’attore di grido anche se ormai in disarmo ad abbandonare il set e viaggiare verso il Nevada ? Un po’ la nausea del vissuto, il senso della vita smarrito o mai avuto. Forse il rimpianto di ciò che per indole non sarebbe mai potuto essere. È con gli occhi d’un infantile sessantenne che Wenders si chiede se sia il (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA PICCOLA LOLA
di : Enrico Campofreda - 13 giugno 2005
di Enrico Campofreda C’è un dramma intimo e assai personale che alcune donne e uomini vivono: desiderare dei figli e non poterne avere. Si può ricorrere alla procreazione assistita (omologa o eterologa, se le leggi lo consentono), si può adottare un bambino. Ma questa strada è spesso un’avventura intricatissima che Tavernier mostra con gli occhi di Géraldine e Pierre e di altre coppie in cerca o a caccia di figli. Labile è infatti il confine fra il desiderio altruista di voler (...)
Lire la suite, les commentaires...
L’ORIZZONTE DEGLI EVENTI
di : Enrico Campofreda - 7 giugno 2005
di Enrico Campofreda Duemila metri valgono ancora come duemila anni sopra e sotto la montagna. E’ quello che vive in sequenza il protagonista del film nel ventre del Gran Sasso e a una certa quota di esso, è lì che Daniele Vicari ambienta la sua storia costellata di riflessioni esistenziali. L’Abruzzo forte e gentile diventa il suo Texas, l’Aquila la sua Paris sperduta anziché nel deserto sulla roccia calcarea, dove un amore parzialmente possibile sviscera le sue paure e (...)
Lire la suite, les commentaires...
MOOLAADÉ
di : Enrico Campofreda - 2 giugno 2005
di Enrico Campofreda Esser donna in Africa o in certi Paesi arabi o nella zona dell’Amazzonia, dove salde resistono arcaiche tradizioni di sottomissione e vera castrazione femminile, è terrificante. Alla fame, al pericolo della Sida e di cento altre malattie infettive s’aggiunge l’inamovibile potere maschile che è anche assai misogino. La donna è proprietà del maschio, appartiene al suo harem o clan, è oggetto di piacere, serve alla riproduzione della specie e deve (...)
Lire la suite, les commentaires...
SAIMIR
di : Enrico Campofreda - 31 maggio 2005
di Enrico Campofreda Fra i giovani registi italiani che narrano in maniera essenziale e non per questo meno artistica Francesco Munzi s’è segnalato alla 61° Mostra del Cinema di Venezia con un’opera prima di spessore e impegno, di cui la denuncia sociale non rappresenta l’unico valore. Lui usa la macchina da presa con ardimento e passione e trasmette sullo schermo palpabili sentimenti. Presentando i travagli di Saimir, adolescente albanese immigrato in Italia, entra nelle (...)
Lire la suite, les commentaires...
TERRA PROMESSA
di : Enrico Campofreda - 23 maggio 2005
de Enrico Campofreda Mentre a Cannes Gitai presenta il suo nuovo lavoro Free Zone, la dittatura della distribuzione elargisce al pubblico italiano solo ora il film che il regista israeliano aveva presentato al 61° Festival del Cinema di Venezia. Sono trascorsi nove mesi e traiamo anche da questo la conferma che l’Italietta catodico-berlusconiana è diventata l’ultima landa d’Europa. Recensiamo la pellicola per il valore della denuncia civile. “Gli squali allevano (...)
Lire la suite, les commentaires...
QUANDO SEI NATO NON PUOI PIÙ NASCONDERTI
di : Enrico Campofreda - 19 maggio 2005
1 comment
di Enrico Campofreda È un’Italia che sappiamo esistere ma non vogliamo vedere, di cui utilizziamo merce e manodopera a basso costo, un’Italia globalizzata fatta di ghetti e di anime morte quella mostrata dall’ultimo Giordana, che trae spunto dal romanzo di Maria Pace Ottieri per narrare la crescita e il disincanto di un adolescente. Come il giovane Sandro viviamo ovattati nella bambagia d’una fragile opulenza, credendo d’esorcizzare i problemi del mondo, un (...)
Lire la suite, les commentaires...
COME PRIMA
di : Enrico Campofreda - 7 maggio 2005
di Enrico Campofreda Cosa accade a chi diventa disabile o meno abile in una società dove tutti devono restare perennemente giovani, sani, essere tendenzialmente belli e anche furbetti? Andrea lo prova sulla pelle. E Andrea è giovane, ha diciassette anni eppure un tragico giorno una caduta dal motorino lo sbatte su una sedia a rotelle. Vivrà il suo futuro da tetraplegico e nulla sarà più come prima. Questa condizione gli esalta un altro dramma già presente nella sua esistenza: la (...)
Lire la suite, les commentaires...
LA CADUTA
di : Enrico Campofreda - 5 maggio 2005
de Enrico Campofreda “Anche se eravamo così giovani avremmo dovuto accorgerci comunque di quello che stava succedendo”. Se le parole postume dell’ex segretaria del Fuhrer riescono a far meditare la sua generazione, e soprattutto quelle successive, lavori come questo di Hirschbiegel raggiungono uno scopo. Perché la Germania - che pure nel maggio ’45 era un disastrato cimitero - ha attuato per anni la rimozione post bellica delle proprie responsabilità, trovando (...)
Lire la suite, les commentaires...
COMANDANTE
di : Enrico Campofreda - 24 aprile 2005
di Enrico Campofreda Comandante sì, ma soprattutto statista e lider maximo e ahilui dittatore, anche se in nome del proletariato, ma diplomatico e intelligente tanto da accogliere nel ‘98 a braccia aperte il papa che ha abbattuto il socialismo reale prima della caduta del Muro. Il Fidel intervistato da Oliver Stone è questo e altro ancora. È un vecchio ancora lucido che lancia battute, mostra pregi e difetti tutti umani, vanta carisma e riesce a essere tuttora amato da una grossa (...)
Lire la suite, les commentaires...
OCCHI SGRANATI
di : Enrico Campofreda - 20 aprile 2005
di Enrico Campofreda Siete lumbard, romani de sette generazzioni, inamovibili valligiani della Brembana? Siete rarità assolute. Gl’italiani sono emigranti, come del resto quasi tutte le popolazioni del mondo assai prima della globalizzazione. Italo Moscati, raccogliendo immagini di repertorio e qualche spezzone cinematografico, confeziona un documentario che riassume i tratti salienti dell’emigrazione dei nostri avi. Il lavoro andrà in onda sugli schermi Rai nel prossimo (...)
Lire la suite, les commentaires...
13 aprile 2005 il film sulla Filati Lastex alla cooperativa Malpensata
di : Bergamo - 12 aprile 2005
Circolino della Malpensata Cooperativa “Dante Paci e Ferruccio Dell’orto” caduti partigiani - Via Luzzatti 6/b - Bergamo - telefono 035.319316 tante piccole bandierine rosse nella (ex) "città bianca" - incontri culturali sul lavoro, la memoria, il canto popolare, la resistenza mercoledi 13 aprile 2005 alle ore 21 presso la Cooperativa “Dante Paci e Ferruccio Dell’orto” caduti partigiani - Via Luzzatti 6/b - Bergamo - telefono 035.319316 LA MEMORIA (...)
Lire la suite, les commentaires...
IL RESTO DI NIENTE
di : Enrico Campofreda - 10 aprile 2005
di Enrico Campofreda Mirabilmente interpretata dalla lusitana Maria De Medeiros, Eleonora De Fonseca Pimentel - intellettuale d’origine portoghese ed eroina suo malgrado - vive tutti i profondi sentimenti di civiltà, libertà e utopia nei giorni della Repubblica Partenopea rievocata dalla regista De Lillo. Il film, ripercorrendo la via tracciata dal testo di Striano, è intenso, raffinato e delicato come la nobildonna che lo ispira. Ne viene ricordata la sfortunata esistenza fatta di (...)
Lire la suite, les commentaires...
TICKETS
di : Enrico Campofreda - 29 marzo 2005
di Enrico Campofreda L’amore, l’arroganza, l’illegale solidarietà viaggiano in treno nella vita d’ogni giorno. Non se ne accorge chi è distratto o parla troppo al telefonino o non guarda il mondo col verso del cuore. Colgono invece i sentimenti tre maestri della cinepresa e scrivono tre sceneggiature autonome che si legano alla perfezione in un unico film. Capaci di narrare le esistenze che ci circondano, Olmi, Kiarostami e Loach raggiungono lo scopo (...)
Lire la suite, les commentaires...

... | 20 | 40 | 60 | 80 | 100 | 120 | 140 | 160 | 180 | 200



home | webmaster



Monitorare l'attività del sito
RSS Bellaciao IT


rss FR / rss EN / rss ES



Bellaciao hosted by DRI

Il n’y a point d’assujettissement si parfait que celui qui garde l’apparence de la liberté. J.J. Rousseau
Facebook Twitter Google+
DAZIBAO
Sognavamo cavalli selvaggi
giovedì 1 Febbraio
di : Luca Visentini via FR
Sono cento racconti brevi o brevissimi che nell’insieme ricostruiscono, in un’unica vicenda, la Milano dal 1968 al 1977 di un ragazzo della nuova sinistra. Un compagno di base, non un dirigente, né un pentito. Non si parla di analisi politiche o dispute ideologiche, ma di amore, amicizie, famiglia, lotte e scontri concreti. Si legge un “clima”, un’umanità. Sono storie anche vere ma che trascendono, con la scrittura, l’autoreferenzialità. (...)
Leggere il seguito
"Il sogno di Fausto e Iaio" film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni alla "Maison D’Italie" a Parigi (trailer)
domenica 8 Gennaio
di : Enrico Persico MUSICA Italiana Paris
CARISSIMI TUTTI CLASSI EDIZIONI PARIGI E MUSICA ITALIANA PARIGI IN COLLABORAZINE CON LA MAISON D’ITALIE VI INVITANO ALLA PROIEZIONE IN ITALIANO DEL FILM DI DANIELE BIACHESSI _vIL SOGNO DI FAUSTO E IAIO ALLA MAISON D’ITALIE _v7 A, boulevard JOURDAN _v75014 PARIS LE VENDREDI’ 20 GENNAIO ALLE 18,30 SEGUIRA’’ DIBATTITO CON DANIELE BIACHESSI E ALESSIIA MAGLIACANE DI CLASSI EDIZIONE SERATA IN ITALIANO IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO Un film di Daniele (...)
Leggere il seguito
Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome
giovedì 10 Marzo
di :
©Olivier Jobard/Myop Io, in quanto europea/o, rifiuto che le/i rifugiate/i siano respinte/i in mio nome IL DIRITTO D’ASILO E’ UN DIRITTO Nell’espressione “diritto d’asilo”, ogni parola è importante. Un DIRITTO offre a qualsiasi persona perseguitata per le proprie opinioni o identità, minacciata da violenza, guerra, o miseria, la possibilità di trovare ASILO in un paese diverso dal proprio. Lo scopo di questa petizione è (...)
Leggere il seguito
L’Italia ha torturato alla Diaz. Condanna europea (video e sentenza)
martedì 7 Aprile
di : via Collettivo Bellaciao
5 commenti
"Quanto compiuto dalle forze dell’ ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 "deve essere qualificato come tortura". Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani che ha condannato l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura." Il sintetico lancio dell’agenzia Ansa contiene solo l’essenziale, ma si tratta di un fatto politicamente enorme. (...)
Leggere il seguito
Morto Francesco Di Giacomo, voce e anima del Banco (video Full Album)
sabato 22 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
2 commenti
A 67 anni in un incidente stradale alle porte della capitale perde la vita un grande protagonista della scena progressive italiana Un inci­dente stra­dale alle porte di Roma ha cau­sato la morte di Fran­ce­sco Di Gia­como, voce solita dei Banco del Mutuo Soc­corso, sto­rica band romana tra le più rap­pre­sen­ta­tive del rock pro­gres­sive ita­liano. Fon­dato nel 1969, il Banco del Mutuo Soc­corso, insieme alla Pre­miata For­ne­ria Mar­coni, gli Area e a Le Orme, ha por­tato in Ita­lia le (...)
Leggere il seguito
Domani 22 febbraio, ore 16, davanti la lapide che ricorda Valerio Verbano
venerdì 21 Febbraio
di : le compagne e i compagni di Valerio
1 comment
VALERIO VERBANO 22/02/1980-22/02/2011 UCCISO DAI FASCISTI. Il nome di Valerio Verbano, trentaquattro anni dopo il suo assassinio, continua a suscitare emozione. Dire che Valerio vive nelle lotte giorno dopo giorno non è retorica, è davvero così, a Roma e non solo. La storia di Valerio continua essere un’arma in più per cambiare l’esistente, per resistere alla crisi, a partire da un’idea di antifascismo fatto di pratiche sociali e culturali, progetti di autoformazione e (...)
Leggere il seguito
Ucraina. I “martiri dell’Unione Europea”? Sono neonazisti 3 live-stream
venerdì 24 Gennaio
di : Marco Santopadre
E’ davvero singolare l’ipocrisia dell’establishment dell’Unione Europea. Se le grandi famiglie europee del centrodestra e del centrosinistra proprio in queste settimane sono in prima fila nel chiedere ai cittadini del continente di non votare per forze politiche xenofobe o di estrema destra alle prossime e imminenti elezioni europee, allo stesso tempo sono proprio formazioni ultranazionaliste, razziste e a volte apertamente ispirate al fascismo e al nazismo quelle (...)
Leggere il seguito
Hugo Chavez é morto (video live)
mercoledì 6 Marzo
di : Collettivo Bellaciao
5 commenti
Il presidente compagno venezueliano Hugo Chavez é morto dopo una lunga battaglia contro un cancro.
Leggere il seguito
Palestina è FATTO! Il primo passo è stato compiuto
venerdì 30 Novembre
di : Collettivo Bellaciao
Nonostante l’ostruzione del più forte paese imperialista. Anche se esiste un percorso abissale ancora a percorrere, questo riconoscimento timido assomiglia di già a un schiaffo... non ci risparmiamo di questo "piccolo" piacere! Mabrouk (felicitazioni), per questo primo passo!
Leggere il seguito
Cassa di Resistenza per i lavoratori colpiti dal terremoto in Emilia Romagna
giovedì 31 Maggio
di : Collettivo Bellaciao
I compagni e le compagne del PRC dell’Emilia-Romagna hanno organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle/ai lavoratrici/lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dal crollo dei capannoni. Facciamo appello ai Gruppi di Acquisto Popolare ed a tutte le strutture del Partito per attivarsi da subito per raccogliere in particolar modo fondi. I versamenti potranno essere effettuati sul conto (...)
Leggere il seguito
STORIA DEL 1° MAGGIO
martedì 1 Maggio
di : Roberto Ferrario
A Parigi il Collettivo Bellaciao si ritrova come ogni anno nella manifestazione che percorre la città. di Roberto Ferrario Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. "Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran (...)
Leggere il seguito
25 aprile: la resistenza in Italia
mercoledì 25 Aprile
di : Collettivo Bellaciao
La sfilata della Liberazione a Milano (5 maggio 1945) guidata dal Comando Generale del Corpo Volontari della Libertà. Fu l’atto simbolicamente conclusivo della Resistenza italiana al nazifascismo (in effetti la lotta armata si protrasse in numerose località, specie del Nord-Est, sino ai primi giorni del maggio 1945) e delle insurrezioni popolari che, sostenute dalle formazioni militari di partigiani e patrioti, consentirono la liberazione delle grandi città del Nord Italia prima (...)
Leggere il seguito
DAX NEL CUORE E NELLA LOTTA
venerdì 16 Marzo
di : Milano
16 marzo 2012 Via Brioschi Milano dalle 20.30 letture e interventi in ricordo di Dax e corteo per il Ticinese tutti presenti..... CHI LOTTA NON MUORE MAI......
Leggere il seguito
Parigi: solidarietà con i NoTav (video con Oreste Scalzone)
giovedì 8 Marzo
di : Collectif Bellaciao
Sabato 3 marzo un raduno di una centinaia di persone in faccia al Centro Pompidou in solidarietà con il movimento notav italiano, dopo l’assemblea organizzata in questa occasione una piccola manifestazione si è organizzata fino alla piazza del Chatelet Lunedì, 6 marzo, la sede della RAI di Parigi è stata occupata simbolicamente in protesta contro il modo in cui i grandi mezzi di comunicazione italiani, tra cui la RAI, partecipano alla criminalizzazione del movimento NoTAV, senza dare (...)
Leggere il seguito
Valerio Verbano (Roma, 25 febbraio 1961 – Roma, 22 febbraio 1980) (video)
martedì 21 Febbraio
di : Collettivo Bellaciao
1 comment
MERCOLEDI’ 22 FEBBRAIO ore 16,00 in via MONTE BIANCO 114 UN FIORE PER VALERIO, presidio alla lapide sotto casa di VALERIO. ore 17,00 partenza del corteo... MAI COME QUEST’ANNO TUTTI E TUTTE...
Leggere il seguito