Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

Cannes: in corsa per la Palma d’oro Moretti e Sorrentino

giovedì 20 aprile 2006

- Contatta l'autore

La locandina ufficiale del festival immortala la silhouette in controluce di Maggie Cheung in una scena del film In the mood for love di Wong Kar Wai, il presidente della giuria internazionale. Un omaggio al grande autore taiwanese preteso da Gilles Jacob, presidente del festival e dal direttore artistico Thierry Fremaux.

di Pasquale Colizzi

Un habituè della Croisette e un autore sempre più apprezzato in Francia: Nanni Moretti e Paolo Sorrentino sono stati invitati ufficialmente a partecipare al concorso principale del 59mo Festival di Cannes. Il Caimano e L’amico di famiglia sfideranno quindi nomi di prestigio per la Palma d’oro. Sarà presente nella sezione “Certain regard’s” invece Il regista di matrimoni, il film di Marco Bellocchio appena uscito nelle sale italiane.

Che l’opera di Moretti partecipasse alla kermesse che aprirà il 17 maggio (per concludersi il 28) era una quasi certezza già dal giorno della sua uscita, visto la reazione (entusiasta senza mezzi termini) di Daniele Haymann, la selezionatrice per il festival dei film italiani. Curiosità invece per il film di Sorrentino, del quale abbiamo visto solo alcune immagini del trailer, la cui uscita è prevista per l’autunno. L’amico di famiglia (nella foto)è un usuraio di provincia, interpretato dall’anziano attore napoletano Angelo Rizzo, che presta i soldi ad un uomo che deve organizzare il matrimonio della figlia (Laura Chiatti). Nel cast c’è anche Fabrizio Bentivoglio, nel ruolo di assistente dell’usuraio, con il cappello da cowboy sempre in testa e la passione per il mondo country.

La locandina ufficiale del festival immortala la silhouette in controluce di Maggie Cheung in una scena del film In the mood for love di Wong Kar Wai, il presidente della giuria internazionale. Un omaggio al grande autore taiwanese preteso da Gilles Jacob, presidente del festival e dal direttore artistico Thierry Fremaux. Della giuria fanno parte altri registi come l’argentina Lucrecia Martel, il francese Patrice Le conte ed il palestinese Elia Suleiman. Folta la rappresentanza degli attori, a cominciare da Monica Bellocci, Melena Bonham Carter, Zhang Ziyi, Samuel L. Jackson, Tim Roth.

La kermesse sarà aperta dall’anteprima dell’attesissimo Codice da Vinci di Ron Howard (fuori concorso) mentre chiuderà Transylvania di Tony Gatlif, sempre fuori concorso, attese dopo lìottima vitale prova dell’anno scorso con Exils.

Gli altri nomi di prestigio selezionati per il concorso ufficiale: Volver del maestro spagnolo Pedro Almodovar e The wind that shakes the berley ell’impegnato cineasta inglese Ken Loach. Poi Maria Antonietta di Sofia Coppola e, padroni di casa, tre pellicole francesi: Fiandre di Bruno Dumont, Selon Charlie di Nicole Garcia e Quand j’étais chanteur di Xavier Gianolli. E ancora, tra gli altri: Guillermo Del Toro con El labirinto del fauno, Babel di Alejandro González Inarritu e il guitto scandinavo Aki Kaurismaki con Laitakaupungin Valot (premio all’originalità del titolo).

http://www.unita.it/index.asp?SEZIO...


http://www.edoneo.org/