Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

Manu Chao anti-Bush a l’Avana

sabato 4 marzo 2006

- Contatta l'autore

Il musicista franco-spagnolo Manu Chao, in un concerto la notte scorsa a l’Avana di fronte a migliaia di persone, è tornato a criticare con veemenza il presidente statunitense George W. Bush.

Rivolgendosi a una folla in delirio di fronte all’emblematica Tribuna antimperialista nella zona del Malecon nella capitale cubana, Manu Chao, prima di interpretare la canzone Senor Matanza, ha definito il presidente George W. Bush "impresentabile" e "il peggior pericolo per il futuro dei nostri figli".

Durante il concerto la risposta statunitense alle affermazioni del cantante di Clandestino è arrivata quasi in simultanea. Lo scenario dove si esibiva il cantante si trovava infatti di fronte alla sezione di interessi Usa a Cuba dove, da circa un mese, su un cartello luminoso scorrono frasi tratte dalla Dichiarazione dei diritti umani, in evidente critica al governo cubano.

È qui che i responsabili Usa hanno fatto scorrere alcune frasi riferite a testi famosi dell’artista: «Benvenuto Manu Chao», «todo es mentira en este mundo», per questo i cubani aspettano ancora «la ultima ola». Le prossime date sono in Venezuela, Bolivia, Cile, Argentina e Colombia.

http://www.ilmanifesto.it/Quotidian...

FOTO - French-Spanish singer Manu Chao performs outside the U.S mission in Havana, Wednesday, March 1, 2006. (AP Photo/Javier Galeano)


http://www.edoneo.org/