clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Al Presidente della Republica italiana, Carlo Azelio Ciampi

venerdì 16 dicembre 2005

di Annamaria Rivera

Il conferimento alla giornalista Oriana Fallaci di una medaglia d’oro in quanto “benemerita della cultura” è un fatto che ci indigna.

Come cittadine e cittadini impegnati nella difficile battaglia contro ogni forma di razzismo, nel campo del sociale e nei settori accademico, della ricerca, della produzione culturale e artistica, riteniamo che il conferimento del premio ad Oriana Fallaci da parte della massima autorità dello Stato contraddica all’idea stessa di cultura e contribuisca a legittimare xenofobia e razzismo.

Come Lei ben sa, l’opera più nota della giornalista in questione è La rabbia e l’orgoglio.

Questa congerie di semplificazioni storiche, di scomposte e violente invettive contro i “nemici dell’Occidente”, di volgari insulti razzisti, di sguaiate espressioni machiste e guerresche non solo non rende onore alla cultura e all’Italia, ma concorre ad alimentare intolleranza e fanatismo.

Di ben altro ci sarebbe bisogno in un tempo, com’è il nostro, di aspri conflitti che alcuni vorrebbero trasformare in “scontri di civiltà”: ci sarebbe bisogno di parole che ricordino almeno che la Costituzione italiana, di cui Lei è supremo garante, ripudia il razzismo e la guerra.


Care e cari,

grazie per la vostra adesione alla lettera aperta a Ciampi.
Come forse sapete, essa è stata pubblicata con il primo blocco di firme rispettivamente ieri dal “manifesto” e oggi da “Liberazione”. Per quel che mi risulta, sono gli unici quotidiani ad averle finora prestato attenzione, sia pure relegandola nella rubrica delle lettere. Non sorprendetevi se manca la firma di molti di voi: era necessario inviare quanto prima il testo alle redazioni, con le firme arrivate fino a quel momento.

Molte adesioni continuano ad arrivare, anche grazie all’Arci nazionale, che ha messo a disposizione il proprio ufficio-stampa, e ad alcune/i di voi, che hanno fatto da punto di raccolta delle adesioni. Essendo ora le firme alcune centinaia, si tratta di decidere insieme come valorizzarle. Poiché fra i firmatari vi sono non pochi giornalisti, qualche opinion maker e dei maître à penser con buone relazioni con il mondo dell’informazione, è opportuno che si attivino per cercare di rompere il muro del quasi-silenzio mediatico.

Altrettanto utile sarebbe che la lettera giungesse in qualche redazione di giornali d’altri paesi europei (una breve intervista a proposito mi è stata fatta da “L’Humanité”, che aveva appreso della nostra iniziativa tramite canali universitari). Accade spesso che i media italiani siano costretti a riportare notizie fino allora ignorate allorché ‘rimbalzano’ tramite organi d’informazione di altri paesi europei.

Anche la politica ufficiale, intendo quella di sinistra, sembra non rispondere con entusiasmo a quest’iniziativa (d’altronde, la notizia del conferimento del premio presidenziale a Fallaci non ha occupato le prime e neppure le ultime pagine dei quotidiani democratici).

E’ invece sorprendente e consolante l’adesione di una parte non esigua del mondo accademico, insieme a giornalisti, scrittori, artisti, insegnanti, cittadine/i detti comuni. Un’ulteriore prova che talvolta la “società civile” è più avanzata della politica ufficiale?

In attesa di ricevere le vostre proposte, vi allego l’elenco delle firme giunte finora solo al mio indirizzo di posta elettronica; più numerose quelle arrivate all’indirizzo dell’Arci nazionale (miraglia@arci.it).

Infine, alcune precisazioni: l’ordine delle firme è quello di arrivo; alcune sono giunte senza qualifica accanto al nome: sarebbe opportuno indicarla; se vi sono errori, correggeteli e rimandatemi le firme corrette.

Grazie e cordiali saluti,
Annamaria Rivera


Annamaria Rivera, Francesco Fistetti, Claudio Bazzocchi, Marcello Tarì, Daniele Petrosino, Geneviève Abet, Lorenzo Lozzi Gallo, Vincenzo Persichella, Antonio Nappi: Università di Bari
 
Alberto Burgio, Remo Ceserani, Sandro Mezzadra, Silvia Vida, Alberto Artosi, Antonella Ceccagno, Barbara Sorgoni, Silvia Zullo: Università di Bologna
 
Alessandro Portelli, Clotilde Pontecorvo, Ester Fano, Armando Gnisci, Maria Immacolata Macioti, Maria Giuseppina Eboli, Gino Satta, Roberto De Angelis, Katia Scannavini, Enrico Sarnelli, Adelina Talamonti, Antonello Ricci, Paolo Palmeri, Piera Rella, Mascia Ferri, Claudia Zaccai, Carlos Miguel Salazar, Wasim Dahmash, Andrea Cerase, Alberto Sobrero: Università di Roma-La Sapienza
 
Marco Revelli, Università del Piemonte Orientale “A.Avogadro”
Carlo Ginzburg, UCLA, Los Angeles
 
Claude Calame, Università di Losanna
 
Enzo Segre, Universidad Autonoma Metropolitana, Cittá del Messico
Corrado Stajano, scrittore
Fabrizia Ramondino, scrittrice
Franco Piersanti, compositore
Kossi A. Komla-Ebri, medico e scrittore
Pupa Garribba, saggista
Giuseppe Prestipino, presidente onorario del Centro per la Filosofia Italiana
Enrico Pugliese, Sergio Ghione: dirigenti di ricerca CNR
Clara Gallini, presidente dell’Associazione Internazionale “Ernesto de Martino”
 
Carla Pasquinelli, Pietro Angelini, Marina Vitale, Claudio Marta, Iain Chambers, Alessandro Triulzi, Amalia Signorelli, Lidia Curti, Marina De Chiara, Jane Wilkinson, Michele Fatica, Angelo Trento, Francesca Corrao, Sara Marinelli, Ayse Saracgil, Pierluigi Taffon, Gianfrancesco Lusini, Zaira Tiziana Lofranco, Gianluca Gatta, Francesco Correale: Università di Napoli “L’Orientale”
 
Paola Splendore, Anna Bozzo, Vittorio Cotesta, Maurizia Russo Spena, Vincenzo Carbone, Donatello Santarone, Michela Fusaschi, Francesco Pompeo, Laura Iamurri, Marinella Pepe, Lorenza Giangregorio: Università di Roma Tre
 
Ugo Fabietti, Tommaso Vitale, Valerio Pocar, Silvia Penati, Bruno Cousin, Massimiliano Verga, Silvia Buzzelli, Roberta Dameno: Università di Milano-Bicocca Paola Falteri, Paolo Bartoli, Giancarlo Baronti, Simona Sagnotti, Eros Francescangeli: Università di Perugia
 
Giulio Angioni, Francesco Bachis, Gabriella Da Re, Filippo M. Zerilli: Università di Cagliari
 
Tecla Mazzarese, Cristina Amato, Livia Apa, Susanna Pozzolo: Università di Brescia
 
Nicola Tranfaglia, Amedeo Cottino, Francesca Gobbo, Franco Prina, Diana Carminati, Adriana Luciano: Università di Torino
 
Stefano Allievi, Giuseppe Mosconi, Devi Sacchetto, Annalisa Frisina, Giuseppe Licari, Giovanni Battista Novello Paglianti: Università di Padova
 
Emilio Santoro, Giovanna Campani, Antonio Villanacci: Università di Firenze
 
Salvatore Palidda, Luca Guzzetti, Maria Vittoria Ballestrero: Universita’ di Genova
 
Giorgio Segrè, Letizia Mancini, Emanuele Polizzi, Marcello Maneri, Itala Vivan, Francesca Poggi, Ota de Leonardis: Università Statale di Milano
 
Laura Barile, Alex Arrigoni: Università di Siena
Silvia Larizza, Cecilia Andorno, Carlotta Giusti, Franco Salmistraro: Università di Pavia
 
Nino Briamonte, Giovanni Dore, Riccardo Zipoli, Adel Jabbar, Lidia Beduschi, Paola Gandolfi,: Università Ca’ Foscari di Venezia
 
Margherita Zaccagnini, già docente Università di Cagliari
Enrica Morlicchio, Giuseppina Muzzopappa, Domenico Jervolino: Università di Napoli “Federico II”
 
Antonio Tosi, Stefano Levi Della Torre: Politecnico di Milano
Fausto Borgonovi, Universita’ Cattolica di Brescia
 
Pietro Barbetta, Mario Corona, Università di Bergamo
 
Nella Ginatempo, Francesco Faeta: Università di Messina
 
Paola Di Cori, Università di Urbino
 
Tamar Pitch, Università di Camerino
 
Ermanno Vitale, Università di Sassari
 
Stefania Mazzone, Università di Catania
 
Elio Di Piazza, Alberto Lombardo, Michele Ernandes, Gianfranco La Manna: Università di Palermo
 
Marco Deriu, Università di Parma
 
Monica Rossi, Università del Molise
 
Luigi Perrone, Università di Lecce
 
Maurizio Del Ninno, Università di Urbino “Carlo Bo”
 
Bianca Petrella, Seconda Università di Napoli
 
Cristina Stevanoni, Sergio Pescatori: Università di Verona
 
Simone Misiani, Università di Teramo
 
Nando Sigona, research fellow, Oxford Brookes University
 
Cristina Lombardi-Diop, The American University of Rome
 
Fiamma Cordero di Montezemolo, Università di San Diego
 
Simona Tersigni, Università di Paris 7
 
Riccardo Liburdi, ricercatore APAT, Roma
 
Katherine Russo, School of English, UNSW, Sydney, Australia
 
Mario Piatti, docente di pedagogia musicale, Conservatorio di musica della Spezia
 
Giovanni Russo Spena, deputato Prc
Pietro Folena, deputato indipendente Prc
Luisa Morgantini, parlamentare europeo
Walter Peruzzi, direttore della rivista “Guerre&Pace”
Ivan Della Mea e Luciana Pieraccini, Istituto “Ernesto de Martino”
Antonio Catalfamo, Centro Studi “Nino Pino Balotta”, Barcellona P.G. (Messina)
Elisabetta Galasso, Direttrice Nuova Accademia di Belle Arti, Milano
Liliana Lanzardo, Cesare Bermani, storici
Melo Franchina, Duccio Staderini, architetti
Matilde Bufano, Conservatorio "G. Verdi", Milano
Enrico Strobino, Centro Studi Musicali e Sociali “Maurizio Di Benedetto”
Maurizio Disoteo, insegnante e musicologo, Bruxelles
Dario Lanzardo, fotografo e scrittore
Victor Magiar, scrittore, Dipartimento relazioni internazionali ANCI
Gloria Fava, insegnante e pittrice
Marco Daponte, insegnante e pittore
Claudia Berton, Rosangela Pesenti, insegnanti e scrittrici
Igiaba Scego, scrittrice
Rudi Assuntino, autore
Filippo Bonini Baraldi, musicista
Irina Casali, regista
Livia Patrizi, coreografa
Laura Operti, esperta di cinema africano
Pino Ferraris, sociologo
Samia Kouider, sociologa
Claudia Tresso, ricercatrice
Stefano Anastasia, Direttore del Centro per la riforma dello stato
 
Giornalisti e pubblicisti: Andrea Billau, Amara Lakhous, Stefano Galieni, Milvia Spadi, Daniele Barbieri, Stefano Mencherini, Federica Pitoni, Adriano Todaro, Pietro De Gennaro, Maria Silvia Bazzoli, Sara Sartori, Gabriella Kuruvilla, Monica Pilotto, Lia Brambilla, Maria Murone, Marina Morpurgo, Grazia De Benedetti, Giovanna Nigi.
 
Insegnanti, dirigenti scolastici: Luciana Menna, Giuliano Falco, Alessandro Cavagna, Sergio Viti, Lucia Balduini, Ornella Allia, Francesca Panzica, Franca Culasso, Giuliano Falco, Franca Franchini, Patrizia Tanda, Anna Rita Guaitoli, Carlo Listo, Vito Giannotti, Antonio Carrabba, Vanna Arru, Ornella Munafò, Vincenzo D’Aprile, Arturo Ghinelli, Angela Maria Mele, Francesca Pilato, Maurizio Girolami, Gabriele Attilio Turci, Rosa Bellofatto, Anna Cantatore, Leonardo Castellana, Francesco Sirleto, Marina Pecorelli, Massimo Cappitti, Ulrike Tietze.
 
Studenti: Davide Battaglia, Giulia Sartori, Giulio Gasperini, Giampiero Carollo, Marco Massari, Marina Brancato, Monica Postiglione, Giuseppe Beccia (per l’Unione degli Universitari-Roma)
 
Avvocati: Prof. Francesco Cardarelli; Nazzarena Zorzella; Nicoletta Birocci; Daniela Consoli; Silvio Messinetti; Gianni
Sivo-Bruxelles; Josephine Ciliberti.
Enrico Carlo Silvestri, dirigente d’azienda
Luciano Sartori, consulente aziendale, Firenze
Donatello Pagnotto, imprenditore
Silverio Tomeo, operatore culturale
Fatima El Barji, mediatrice interculturale e laureanda in Sociologia
Matteo Bertolino, UNV
 
Paola Canarutto, Gianna Magnolfi, Giuseppe Nardi, Giusi Favalli: medici
Paolo Profita, ginecologo
Carla Cohn Robitscher, psicoterapeuta
Sigrid Krieller, psicoanalista
Marco De Luca, psichiatra
Renata Fumi, Fiammetta Benati, psicologhe
Giovanna Alborghetti, psicopedagogista e professional counsellor
Udo C. Enwereuzor, Gianfranco Laccone, agronomi
Emilia Venturato, biologa
Monica Morabito, Eleonora Bortolot, impiegate
Elena Spinelli, assistente sociale
Laura Vigliardi Paravia, commerciante
Paolo Beni, Filippo Miraglia, ARCI nazionale
Laura Palmieri ARCI-Siena
Flavio Mongelli, presidente ARCI-Milano,
Melinda Di Matteo, presidente ARCI Campania
Anna Caputo, presidente provinciale ARCI, Lecce
Honorio Huertas, ARCI-comitato Toscana
Andrea Masala, ARCI Solidarietà
Imma Barbarossa, Segreteria Nazionale del PRC
Carlo Cartocci, responsabile nazonale Italiani nel mondo PRC
Roberta Fantozzi, responsabile nazionale immigrazione PRC
Giuliana Beltrame, capogruppo PRC Consiglio Comunale, Padova
Leonardo Ragozzino, funzionario del Dipartimento Esteri e Pace, PRC
Piero Maestri, consigliere provinciale di Milano
Mauro Pascariello, consigliere federale nazionale dei Verdi
Marina Larena, segretario nazionale Partito Umanista
Davide Bertok, Partito Umanista, Trieste.
Gianfranco Schiavone, vice-presidente dell’ICS (Consorzio italiano di solidarietà)
Massimo Ghirelli, Presidente Archivio Immigrazione
Ihab Hashem, presidente delle Comunità arabe in Italia
Alessandra Mecozzi, Dipartimento Internazionale CGIL
Filippo Ottone, vice-coordinatore nazionale Sistema Servizi CGIL
Giovanna Giorgetti, CGIL-Lombardia
Fiorina Gabrielli, Coordinamento immigrati CGIL-AGB Alto Adige-Südtirol
Carlo Postiglione, sindacalista CGIL
Moreno Biagioni, Consulta Immigrazione dell’ANCI Toscana
Giuseppe Faso, Centro Interculturale Empolese-Valdelsa
Ines Biemmi, responsabile Dipartimento Educazione allo Sviluppo di
Save the Children- Italia
Piero Colacicchi, Associazione per la difesa dei diritti delle minoranze
Maria Grazia Ruggerini, “LeNove”-Studi e ricerche sociali
Paolo Buffoni, Edda Pando, Associazione Todo Cambia, Milano
Alessia Montuori, Valeria Romano: Associazione “Senzaconfine”, Roma
Associazione “Murales”-Arci, Fondi (LT)
Grazia Naletto, Associazione “Lunaria”, Roma
 
Collettivo “Bellaciao”, Parigi
Roberto Ferrario, del Collettivo “Bellaciao”
 
Maria Omodeo, presidente COSPE
Ada Donno, Associazione donne del Mediterraneo
Roberto Minardi, presidente “Mediterranea”, associazione culturale multietnica
Salah Ibrahim, Associazione El Mastaba per la musica popolare egiziana
Raffaele Taddeo, presidente Centro Culturale Multietnico “La Tenda”, Milano
Doriana Goracci, “Donne in nero” della Tuscia
Le “Donne in Nero” di Udine.
Massimiliano Casali, Osservatorio sul razzismo e le diversità "M. G. Favara", Università di Roma Tre
Hamza Roberto Piccardo, segr. naz.le UCOII (Unione delle comunità islamiche in Italia)
Vera Pegna, vice-presidente Fédération Humaniste Européenne
Pia M.Koller, Associazione Mondincontro
Annalisa Portioli, “Action for peace”
Giuliana Candia, Francesco Carchedi, Luca Bicocchi , Federica Dolente, Associazione PARSEC
Antonio D’Alessandro, Centro Servizi per il Volontariato
Letizia Cesarini Sforza, Coordinamento Italiano Lotta alla Povertà,
Said Boutaga, mediatore culturale, del Comitato Immigrati di Cremona
La Casa del popolo di Mercatale V.P.(FI)
Luisa Capelli, Meltemi editore, Roma
Della Passarelli, Sinnos Editrice
Sergio Bianchi, Casa editrice DeriveApprodi, Roma
Valeria Ippolito, Gianni Schilardi, Fernando Cezzi, Antonio Ratano, Salvatore Sambati: Argo Editrice, Lecce
Piero Somaglino, direttore editoriale, Torino
Antonio Miredi, editore rivista d’arte, insegnante
Matteo Marchetti, Libreria Interno 4 Milano
Ugo Foà, Fiorenza Foà, Stefania Molaioni, Libreria Liber.Mente, Roma
Donald Bathgate, Fabiana Ribero Scali, Irmelin Tigges: traduttori-interpreti.
Adnan Ali, insegnante di lingua araba e cultura islamica
Stefania Gugliormella, restauratrice, Roma
Franco Fosca, artista di strada
Paola Morgante, pensionata, Roma
Maria Antonietta Carta, Lattakia, Siria
Robert W.Zeuner, S.Luis Obispo, California, USA
Maria Chiara Giunti, bibliotecaria, Biblioteca nazionale centrale, Firenze
Francesca Moccagatta, bibliotecaria
Giovanni Tognoni, Consorzio Mario Negri Sud, Santa Maria Imbaro (CH)
Gigliola Donadio, grafico, Direzione Gen.le Beni Archeologici, Ministero per i beni e le attività culturali
Salvatore Durante, ingegnere, Palermo
Claudio Lombardi, ingegnere, Comitato Kurdistan-Firenze
Paolo Cavallini, zoologo
Elena Bertonelli, Dirigente MIUR
Daniella Ambrosino, funzionaria della Corte costituzionale, Roma
Francesco Cicala, dipendente ENEL
Antonio Venturini , falegname
Aldo Velardi, stagista presso il Centro Turismo Culturale, Prov. di Lecce
Julien Houben e Lisa Chien, Pisa;
Fiamma Bianchi Bandinelli, Livio Taverna, Antonia Fantoma Taverna, Massimo Appolloni, Luisa Acerbi, Francesca Joppolo, Giuliana Ranghi, Simona Pinna, Sisinnio Manca, Stefano Poli, Lorenzo Parmigiani, Adelia Lazzari, Francesca Parmigiani, Luca Baranelli, Gigi Angeli, Laura Magrassi, Maria Laura Bufano, Floria Guazzo, Gloria Fava, Marco Daponte, Margherita Zaccagnini, Aldo Rotolo, Gigliola Donadio, Anna Nogara, Roberto Condò, Rocco Cherubini, Daniela Degano, Valentina Degano, Francesca Zambianchi, Paola Pagnotta, Ermanno Redeghieri, Roberta Bicocchi, Angelo Scassa, Mirella Vaccari, Gianfranco Tibaldi, Bruno Sarno, Gennaro Varriale, Lucia Pierantoni, Marta Tagliani, Ennio Romolo Epifania, Nicola Catucci, Angela Calluso, Emilio Capasso, Antonella Vitale, Perla Catucci, Ilaria Mancino, Alessandra Valle, Luigi Buttazzoni, Annamaria Molin Ferremi, Marianita De Ambrogio, Porzia Maiorano, Elisa Barucchieri, Andrea Cerase, Giulia Grieco, Iolanda Millo, Lucio Oldani, Ettore Bonafè, Gianna Tirondola, Maria Gabriella Guidetti, Mariapia Cammarata.

Messaggi

  • Non sono Comunista, che ho sempre considerato una utopia come il Cristianesimo, ma sono indignato per i (plurale) riconoscimenti dati alla Fallaci che disonorano l’ITALIA quando in altri paesi Europei si arresta chi nega certi fatti facendo inpratica l’apologia del razzismo. Del presidente della Repubblica non mi meraviglia più di tanto perchè se avesse avuto a cuore l’Italia non avrebbe dato l’incarico a formare il governo al più inquisito d’Italia che viene assolto "perchè il reato non è più tale per una legge fatta dall’imputato e dai suoi avvocati"
    Saluti e buon lavoro
    Senza Speranza
    Achille Andò

    • CARO PRESIDENTE,

      Ora non mi sembra il caso di dover discutere le fallacità della Fallace, che quando scrisse Un Uomo.. riferendosi alla sua vita vissuta in Grecia, stimava o adorizzava le diversità, quindi un personaggio come Ella si definisce indipendente, che quando ha avuto bisogno di essere veramente indipendente si è appogiata a gente che ora la rinnega.

      Carissima Oriana, la tua utilità per quello che riguarda la nostra Nazione è assolutamente inutile
      semplicemente perchè non hai dimostrato niente che non si sapesse.

      cari saluti,

      Lazzeri Davide

      Parma

  • i dignitari del potere si organizzano, così come accadeva nel ventennio, gli antifascisti del fascismo peggiore specie se di stato per fare il banchetto di idee se pur non condivisibili
    ma che hanno diritto all’esistenza.
    un messaggio di libertà culturale in un mondo dio idee, non targate per forza.