Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

Appello degli intellettuali francesi per Marie-George Buffet

mercoledì 28 febbraio 2007

- Contatta l'autore

Gli intellettuali sono nuovamente di fronte ad una situazione politica gravida di rischi per i valori che stanno loro a cuore.

Accetteranno una società dominata da un capitalismo feroce, impersonato da Nicolas Sarkozy, subalterno al modello americano, che mira ad imporre la legge del profitto alle diverse attività culturali, della scienza e dell’arte ed alle forme molteplici della creazione, come all’insegnamento ed alla ricerca, negando cosi’ tutto quello che queste attività possono dare all’umanità al di fuori di qualsiasi obbiettivo mercantile ? Per noi, é chiaro che non lo accettaranno : da quella parte ci attendono solo la stupidità e l’impoverimento dello spirito.

Accetteranno, per realismo tattico e per evitare il peggio, di sostenere senza riserve una candidata socialista il cui progetto, malgrado le sue diverse dichiarazioni, tende ad accettare la logica liberista e fa fatica ad intendere la domanda sociale di uguaglianza, di giustizia e di progresso che traversa la società francese ? Per noi, é chiaro che non lo accetteranno.

Resta il rifiuto intransigente del capitalismo a lungo termine, qualunque sia l’elasticità strategica di cui occorra far prova per mettervi fine se si tiene conto dello stato delle coscienze e dei rapporti di forza. Sfortunatamente, la divisione dell’estrema sinistra ha posto fine, provvisoriamente, alla speranza di un’unione antiliberista nata dal referendum sul Trattato Costituzionale Europeo del 2005 che avrebbe potuto inscriversi con forza in questa prospettiva. Ma i cambiamenti non sono rinviabili.

In questo contesto, il solo voto conforme alla scelta di un’opzione anticapitalista responsabile ci sembra essere quello a Marie-George Buffet. Votando per lei al primo turno dell’elezione presidenziale abbiamo la sensazione di non rifugiarci nelle parole e di poter pesare in seguito sul futuro dell’insieme della sinistra. E’ il solo modo di mantenere aperta, fin da oggi, la prospettiva politica che vogliamo per domani : una società liberata dagli obblighi alienanti del denaro, nella quale ognuno possa realizzarsi, che metta l’intelligenza di tutti ed in tutte le sue forme al centro delle trasformazioni sociali.

Messaggi

  • Speriamo tutti nel successo nella candidatura di Marie-George Buffet per raccogliere le forze della lotta anticapitalista nonostante l’opportunismo di una parte della sinistra (Bové, Besancenot).

    FORZA MGB !!!

    Ghibli
    (France)

  • Si je pouvais voter je voterai Bové parce que, non seulement je partage son engagement politique, mais en plus à la difference de Mme Buffet, il soutien la candidate socialiste. Je n’ai aucune sympathie personnelle
    pour Royale, bien entendu, mais le risque de se retrouver Sarkozy au pouvoir est trop important pour se laisser aller au rêve utopique d’un gouvernement comuniste, qui ne sera jamais élu.

    En It Rifondazione Comunista ne s’est pas opposée à la guerre en Afghanistan...alors je ne sais même pas si je vais le voter aux prochaines éléctions.

    C’est de plus en plus difficil de savoir quoi voter, c’est un veritable drame!

    Laura