clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

CINDY SHEEHAN SUL CIA/GATE : FINALMENTE QUALCUNO PAGA

giovedì 3 novembre 2005

L’epilogo dell’inchiesta sul Cia-Gate, che coinvolge la Casa Bianca per vicende collegate alle prove utilizzate per lanciare la guerra in Iraq, viene atteso con soddisfazione da Cindy Sheehan, la madre californiana diventata una protagonista del movimento pacifista dopo la morte in Iraq del figlio militare Casey. ’’Finalmente ci sara’ qualcuno che paga e ci saranno le prime attribuzioni di responsabilita’ per le bugie dette dall’amministrazione Bush sulle armi di distruzione di massa irachene’’, ha detto la

Sheehan. La madre anti-Bush e’ da giorni a Washington per dar vita a manifestazioni di protesta alla Casa Bianca e in altri palazzi del potere, in occasione del superamento della quota di 2.000 militari Usa morti in Iraq.La Sheehan è già stata arrestata un paio di volte per i suoi gesti ’’di disobbedienza civile’’ alla Casa Bianca.

La Sheehan e’ tornata a ripetere l’appello per il ritiro totale e immediato dei soldati americani dall’Iraq, affermando che anche le prese di posizione dell’ex candidato alla Casa Bianca John Kerry - che ha chiesto il rientro delle truppe in eccesso - ’’non sono sufficienti’’. ’’Le nostre truppe devono rientrare entro Natale - ha detto la Sheehan - per dare alle famiglie la possibilita’ di celebrare un Natale di gioia. Sicuramente non lo sara’ per 2.000 famiglie, tra cui la mia’’.La madre californiana si e’ anche augurata che emergano, nell’inchiesta del procuratore Patrick Fitzgerald o in indagini del Congresso, ’’elementi sufficienti a giustificare un impeachment del presidente’’.