Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

Calendario del Forum Sociale di Carpi

mercoledì 1 ottobre 2003

- Contatta l'autore

Vi segnalo di seguito gli appuntamenti di cui abbiamo discusso
nell’assemblea di martedi’ 23 settembre.

Prima un rapido elenco, piu’ sotto qualche notizia in piu’.

E muovete il culo qualche volta, le vacanze sono finite!
sabato 27 settembre, manifestazione antirazzista a Parma, ore 14,30, non so
niente di più.

Domenica 28 settembre, ore 10,30 in Piazza Martiri a Carpi, manifestazione
indetta dall’Ulivo di Carpi e da altri partiti di opposizione di cui non ho
l’elenco, contro il malgoverno della destra, l’illegalità e il fascismo con
l’intervento dei parlamentari Castagnetti e Guerzoni
venerdi’ 3 ottobre, a Rimini, assemblea (ore 15) e manifestazione (ore 18)
per la Giornata di mobilitazione regionale contro la riforma Moratti e gli
accordi Gats sulla privatizzazione dei servizi pubblici, in occasione
dell’incontro dei Ministri Europei dell’Istruzione a S.Patrignano.
sabato 4 ottobre, a Roma manifestazione nazionale indetta dai Social
Forum contro la Costituzione Europea e "Per un’altra Europa" che sia
basata su alcuni chiari principi: un’Europa antiliberista, che ripudia la
guerra e tutti i razzismi e che fa della democrazia e della partecipazione
valori fondanti.

lunedi’ 6 ottobre, alle ore 21 in via Paolo Guaitoli, l’Ulivo di Carpi ci
ha espressamente invitato alla loro assemblea di coordinamento "allargato"
dove si discute di programmi ed iniziative in fase di preparazione.
L’assemblea del Forum Sociale di Carpi ha deciso di partecipare e di
portare delle proposte. ATTENZIONE, PER CHI ERA PRESENTE ALL’ASSEMBLEA:
QUESTA RIUNIONE ERA PREVISTA LUNEDI’ 29 POI E’ STATA POSTICIPATA. Per
questo motivo propongo di rinviare alla settimana successiva la prossima
assemblea del Forum Sociale che avevamo stabilito per martedi’ 7 ottobre.
sabato 11 ottobre, alle ore 15,30 presso la sala Polivalente "Borgo
Fortino" in Viale Carducci n. 34 a Carpi si tiene l’assemblea dei soci di
MAG 6, cooperativa di mutua autogestione (finanza critica e altro:
http://www.mag6.it) che esiste da piu’ di 10 anni a Reggio Emilia.
L’assemblea e’ aperta a chiunque sia interessato o curioso di vedere come
funziona e quali sono i prestiti finanziati. Seguira’ una cena alla quale
occorre prenotarsi.

domenica 12 ottobre, al mattino marcia per la pace Perugia-Assisi,
informazioni e trasporti nel volantino allegato.

martedi’ 21 ottobre, assemblea pubblica sul tema delle modifiche ai diritti
dei lavoratori introdotte dalla Legge 30, luogo da definire, relatori Polo
e Fumagalli, fa parte di un ciclo di iniziative per il quale Rifondazione
Comunista cerca compagni di strada.

Per il Forum Sociale di Carpi,

Roberto Galantini


PIU’ PRECISAMENTE-----

DOMENICA 28 SETTEMBRE:

Documento dell’Ulivo di Carpi e dei movimenti democratici che lo affiancano
Gli ultimi eventi legati all’azione della maggioranza di governo e al suo
premier, hanno messo in luce un grave marasma istituzionale e la caduta
libera dell’economia e della tutela sociale.

Quanto al primo di tale evento, cioè l’ennesimo attacco di natura eversiva
contro un autonomo Potere dello Stato, quale è costituzionalmente la
Magistratura, fatta oggetto nel suo complesso di volgari ,gratuiti e
stupidi attacchi, mette in luce la mancanza di senso dello Stato di
questa maggioranza e dell’uomo che la monopolizza. Evidenzia, inoltre, il
tentativo, in parte già riuscito, di svuotare le capacità di ordinari
interventi a tutela della legalità di parte della Magistratura, e di minare
la fiducia che i cittadini devono avere nei suoi confronti.

Complessivamente, l’azione della maggioranza di governo e del suo leader
hanno messo in pericolo uno dei principi fondamentali della Costituzione,
che rappresenta la base della democrazia, cioè l’uguaglianza di tutti i
cittadini davanti alla legge.

Il secondo degli eventi provocati dall’azione di governo è la crisi
dell’economia vista nel suo insieme di capacità produttiva, di
competizione sui mercati, di produzione, di reddito, sia per i privati che
per lo Stato. Siamo ormai sulla strada della recessione, dopo la fase di
stagnazione e di inerzia , che rende per l’oggi e per il domani impossibile
la realizzazione gli obiettivi propagandati dalla campagna elettorale del
Polo. e dei frequenti proclama del premier.

Ne è prova eloquente e drammatica la rissa scatenatasi attorno alla legge
finanziarie tra gli alleati di governo, incapaci di trovare soluzioni
positive nell’interesse dell’economia e del Paese. Dalla ripresa economica
promessa per il 2003 con conseguenti ammorbidimenti fiscali e sostegno alla
spesa sociale, si passa al blocco degli investimenti, ai tagli pesanti sui
finanziamenti agli Enti locali, al calo dell’occupazione e al verificarsi
di un record negativo del PIL, che porta la crescita del prodotto interno
lordo ad un preoccupante -0,1%.

Altro dramma conseguente a tale situazione è che le casse dello Stato sono
vuote e si tenta di rimpinguarle con misure sciagurate come quella di un
nuovo condono edilizio e con tagli alle pensioni.

Il terzo evento che allarma il paese e in particolare le categorie più
deboli è il taglio della spesa sociale in danno di anziani e malati, la
perdurante assenza di sostegno per le famiglie.

L’ULIVO ben conosce questi problema e tutti gli altri che nascono, o che
si sono aggravati, dalla incapacità di governo dell’attuale maggioranza.
Non può restare un solo minuto inerte.

Deve mobilitare se stesso e sollecitare tutti i movimenti che lo hanno
affiancato e sostenuto , dando vita con esso a giornate memorabili di
protesta popolare e democratica.

Occorre muoversi con iniziative che avvicinino l’ULIVO ai cittadini, che lo
presentino come capace di creare una alternativa credibile di governo, che
sulla scia di successi alle elezioni amministrative, lo porti alla
vittoria nelle elezioni politiche nel 2006.

L’ULIVO deve tornare visibile, presente e combattivo contro il malgoverno
della destra, contro i suoi aberranti proclami a difesa dell’illegalità e
del fascismo presentato dal Premier in termini antistorici e offensivo dei
prevalenti sentimenti degli italiani.

Per denunciare i problemi sopra illustrati, L’ULIVO invita tutti i
cittadini alla MANIFESTAZIONE PUBBLICA DOMENICA 28 SETTMBRE ORE 10.30
Piazza Martiri, con l’intervento dei parlamentari di collegio On.
Pierluigi Castagnetti. Sen. Luciano Guerzoni

Coordinamento Ulivo Carpi

Ulivo - Collegio elettorale di Carpi

Via Paolo Guaitoli, 3t.

TEL. e FAX. 059.686686


VENERDI’ 3 OTTOBRE:

RIMINI SOCIAL FORUM & BOLOGNA SOCIAL FORUM: DEMORATTIZIAMOCI: LA SCUOLA NON
E’ IN VENDITA!

Giornata di mobilitazione regionale contro la riforma Moratti e gli accordi

Gats sulla privatizzazione dei servizi pubblici, in occasione dell’incontro
dei Ministri Europei dell’Istruzione a S.Patrignano/Rimini.
ORE 15 ASSEMBLEA PUBBLICA/DIBATTITO presso teatro degli Atti (via Cairoli
42/Rimini centro) con:

- Antimo Santoro, Cobas scuola;

- Gianmarco De Pieri, Disobbedienti E.R;

- Cosimo Scarinzi, Cub;

- On. Titti de Simone, PRC;

- Enrico Panini, Cgli scuola;

- On. Mauro Bulgarelli, Verdi.

ORE 18 - MANIFESTAZIONE CORTEO CON CONCENTRAMENTO PRESSO ARCO d’AUGUSTO

(Rimini centro).

Adesioni: Disobbedienti, Cobas scuola, Cub, PRC, Verdi, Cgli scuola,
Valconca Social Forum, Progetto città-cantieri sociali; Coop. culturale "Il
Macello"; Pesaro Social Forum.


SABATO 4 OTTOBRE:

Per il momento ho soltanto informazioni sui trasporti che partono da Reggio
Emilia: la Camera del Lavoro organizza 8 pullman, 3 partono da Reggio alle
ore 6
di sabato 4 ottobre dallo Stadio Giglio, 5 dai comuni della provincia, c’è
ancora posto, per prenotare telefonare al 0522.457237.

Il primo di voi che sa qualcosa dei trasporti che partono da Modena e Carpi
e’ pregato di mandarmeli che li giro a tutta la mailing-list.


LUNEDI’ 6 OTTOBRE:

l’Assemblea e’ promossa dall’Ulivo ma sono state invitate tutte le forze
politiche "vicine" e i movimenti. Vi partecipiamo perche’ siamo stati
invitati e per sentire che aria tira. Esporremo una nostra proposta
riguardante l’attuazione di pratiche di democrazia partecipativa prima e
durante la prossima campagna elettorale per le amministrative a Carpi.


SABATO 11 OTTOBRE:

Per chi vuole conoscere MAG 6 da vicino, l’assemblea dei soci e’
l’occasione migliore perche’ e’ aperta e pubblica. Inoltre il progetto
"cittadinanza attiva" e’ stato preparato con la Coop. Riparte che sostiene
il Forum Sociale di Carpi

Chi prima vuole incuriosirsi, puo’ visitare il sito http://www.mag6.it,
oppure farmi delle domande con la mail, io sono socio.
Programma dell’assemblea:
15,30 - 19,30

1. Presentazione "progetto di cittadinanza attiva" a
Carpi (vedi articolo seguente)

Saranno presenti l’assessore Nicola Marino, Cooperativa Riparte e le
famiglie sinte finanziate

2. Presentazione prestiti sociali (Acchiappasogni
di Sorbolo (PR), Centro Culturale Canapa di La Rosa di Terricciola (PI),
Terra Madre di Firenze, Gabriele Martinelli di Moglia (MN), Associazione
Teatro del Te’ di Pisa)

3. Varie ed eventuali
a seguire cena a cura

dell’Associazione Settimo Cielo di Carpi

e dell’Agriturismo La Quinta Terra

(entrambi soci finanziati)

PER LA CENA OCCORRE PRENOTARSI ENTRO IL 6.10.2003 TELEFONANDO PRESSO LA
SEDE DI MAG 6: 0522.454832.

Un progetto di cittadinanza attiva

Cari soci, care socie,
nell’assemblea dell’11 ottobre prossimo avremo la possibilità di discutere
e riflettere insieme di un nuovo progetto che vede l’utilizzo dello
strumento finanza come motore per la costruzione di un percorso di
cittadinanza attiva. Questa nuova sperimentazione sta muovendo i suoi primi
passi sul territorio comunale di Carpi, dove, insieme all’Assessore alle
Politiche Sociali e alla Cooperativa Sociale Riparte, nostra socia
finanziata, abbiamo elaborato un progetto denominato "prestiti per progetti
di integrazione sociale". Siamo partiti da un problema concreto e
immediato, quale quello del campo nomadi di Carpi, per elaborare una
proposta di lavoro più generale che potesse andare nella direzione di una
partecipazione diretta e responsabile dei cittadini alle esigenze di
costruzione sociale presenti sul loro territorio.

L’obiettivo vorrebbe essere quello, come scritto sul documento presentato
al Comune di Carpi e poi anche al Comune di Reggio Emilia, che ad oggi è
ancora in fase di valutazione della proposta, "? di accrescere
consapevolezza pubblica in tutti gli abitanti, affinché si diffonda una
cultura della responsabilità, che veda una comunità che insieme si mette al
lavoro per costruire una possibile idea di coesione sociale che possa
migliorare la qualità della vita del territorio."

Questo per noi vuol dire pensare a come creare le condizioni affinché
accanto al Comune e al soggetto beneficiario possano entrare in campo altri
soggetti interessati a sostenere il progetto sociale, non solo attraverso
un generico affiancamento, ma anche un’assunzione di responsabilità
economica diretta, che non è più solo e soltanto del Comune.

Ad oggi sono state finanziate tre famiglie sinte (che avremmo la possibiltà
di conoscere durante l’assemblea), con il risultato di aver tolto dalle
condizioni assolutamente non dignitose del campo circa 20 persone. Queste
operazioni di prestito sono state fatte con precise assunzioni di
responsabilità da parte di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni: la
famiglia rimborsa mensilmente le rate del prestito, il Comune paga gli
interessi del prestito in via anticipata, la Cooperativa Sociale Riparte
garantisce l’operazione.

Quest’ultima è sicuramente il soggetto motore dell’operazione: è
l’intermediario della relazione (Riparte lavora da anni con le famiglie
sinte del campo di Carpi: il prestito di 15.000 euro richiesto e da noi
concesso nell’agosto del 1999 era finalizzato proprio all’inserimento
lavorativo di giovani sinti in circuito penale), è la rete relazionale di
riferimento del soggetto beneficiario, è l’unica garanzia reale per la
realizzazione del progetto e che diventa necessaria per spostare gli
interventi da una logica prettamente assistenziale.

Questa la nostra proposta di cittadinanza attiva: quanti soggetti come la
Cooperativa Sociale Riparte, anche come singoli cittadini, sono disposti a
giocarsi in prima persona?