clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Cos’e’ il cattolicesmo integralista

lunedì 25 aprile 2005

di Viviana Vivarelli

Se sei ateo o agnostico questo argomento non ti interessa, per quanto potresti esser curioso di analizzare l’altro da te, dopo tutto ’i presunti’ cattolici sono un miliardo di persone e ci vivi in mezzo.

Veramente appare sconcertante, in un mondo tanto materialista, la discussione che si e’ accesa, dopo la morte di un papa totalitario e con l’avvento di un papa ancor piu’ totalitario, su cosa significhi l’essere cristiani.

Qualcuno crede di cavarsela con qualche offesa data a caso, ma la questione e’ ribollente piu’ che non si creda.
Molti sembrano non sapere affatto che dentro la chiesa cattolica ci sono filoni ben diversi tra loro, e chi intende dichiararsi cattolico dovrebbe valutarli, perche’ le vie della chiesa sono diverse e molto di piu’ di quelle delle coalizioni partitiche e ancor piu’ inconciliabili.

E dunque, tu cattolico con quale Chiesa vuoi stare? con quella di Biffi o di Don Milani? Don Vitaliano o l’arcivescovo usuraio Giordano di Napoli? Roncalli o Ratzinger? Martini o Schuster? La Teologia della Liberazione o l’Opus Dei? I focolarini o il GAVCI? Comunione e Liberazione o Korogocho? I Gesuiti o i Francescani?

Se c’e’ chi opera nel sociale politico, come Zanotelli, per combattere le cause della miseria morale e materiale del mondo, c’e’ chi, come Ratzinger, intende impore alla chiesa un integralismo radicale vericistico.

Se non sapete cosa e’ il cattolicesimo radicale, che, come ogni democratico, temiamo ormai come la morte, date un’occhiata a questo portale: http://www.cattolicesimo.com

E sentite le loro risposte:

Cosa vuol dire "cattolicesimo integrale"?

"Questo termine non significa altro che "integralmente cattolico", e fu usato dai sostenitori di San Pio X nella lotta al modernismo. Integralmente cattolico significa accettare tutto il deposito della fede rivelata unitamente a cio’ che la Chiesa Cattolica discente, nelle persone del Papa e dei vescovi, ci propone a credere.
Un cattolico per essere tale non puo’ rifiutare od accettare a seconda dei gusti personali qualche verita’ e rifiutarne altre, ma dovra’ accettarle integralmente con fede, avendo la certezza che la Chiesa gode del carisma dell’infallibilita’ in materia di fede e di morale. La chiesa e’ custode fedelissima della rivelazione. Ciò che Dio ha rivelato, la chiesa deve trasmettere senza togliere o aggiungere una riga. Puo’ solo esplicitare quello che era implicito. Lo sviluppo deve essere omogeneo e non contraddire mai quanto insegnato. "

Il perche’ di questo portale?

"La pubblicazione di questo portale nasce dall’esigenza di diffondere e difendere la dottrina cattolica integrale minata dagli errori scaturiti dopo il Concilio Vaticano II che si possono così riassumere: e’ un’eresia affermare che la Chiesa di Cristo possa sussistere anche fuori dalla Chiesa cattolica; che gli eretici siano in comunione imperfetta con la chiesa; che le chiese scismatiche abbiano la successione apostolica; che esista ancora l’alleanza tra Dio e il popolo ebraico e che si possano salvare senza Cristo... questi sono errori dottrinali gravissimi. Pertanto gli autori di questo portale ritengono la sede apostolica formalmente vacante (ora anche materialmente), almeno a partire dalla proclamazione del Concilio Vaticano II. "Riteniamo percio’ assolutamente efficace e valida la cosiddetta "Tesi di Cassiaciacum", cioè l’elaborazione teologica del domenicano Monsignor Guerard Des Lauriers che a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80 ha spiegato come sia possibile che un uomo eletto al papato possa abitualmente non procurare il bene della Chiesa e proclamare errori ed eresie (come purtroppo hanno fatto Mons. Wojtyla, mons. Montini ed il Cardinal Roncalli) e come sia possibile uscire da una situazione simile, mantenendo una condotta cattolica e assolutamente non scismatica. "

Quali errori imputate Papa Giovanni Paolo II?

"Sostanzialmente quelli del Vaticano II. Una nuova ecclesiologia (Lumen gentium), la collegialita’ episcopale che diminuisce i diritti del Papa, il diritto alla liberta’ religiosa, l’ecumenismo, i rapporti mutati con le religioni non cristiane. Alcuni gesti di Giovanni Paolo II esprimono bene questi errori, per esempio la riunione sincretista interreligiosa di Assisi, la visita alla sinagoga di Roma, la preghiera al muro del pianto, la visita alla moschea e la visita al tempio luterano. Sia chiaro, anche per le visite in sé, ma soprattutto per quel che Giovanni Paolo II ha affermato durante questi incontri interreligiosi e nell’arco di tutto il suo pontificato. "

Perchè vi definite "anticomunisti" e "antiliberali"?

"Anticomunisti, perche’ il comunismo è intrinsecamente perverso, come affermo’ Papa Pio XI nell’enciclica Divini Redemptoris del 19/03/1937, essendo intrinsecamente ateo e materialista, ovvero nega la componente spirituale dell’uomo e nega l’esistenza di Dio. Antiliberali, perché il liberalismo teorizza un falso concetto di liberta’, svincolato dalla Verità, essendo intrinsecamente agnostico.
"
Vi definite anche "anti-islamici"? In che senso?

"Perche’ l’Islam, come l’ebraismo, nega la divinità di Cristo. Nella pratica, una massiccia immigrazione islamica in Europa non puo’ che minare le fondamenta cristiane del continente. Inoltre rigettiamo con forza l’affermazione fatta da Giovanni Paolo II riguardante l’esistenza di un presunto medesimo dio (il minuscolo è voluto) per tutte e tre le religioni monoteiste. Per smontare questa falsa affermazione basti dire che il cristiano cattolico crede in Dio, Uno e Trino, in tre persone uguali e distinte: Padre, Figlio e Spirito Santo. Islamismo e giudaismo non credono alle persone del Figlio e dello Spirito Santo, quindi non hanno lo stesso Dio dei cristiani. "

Avete un riferimento politico?

"Nessun partito politico difende apertamente la regalita’ sociale di Cristo. Concretamente, alcuni esponenti politici hanno difeso o intendono difendere alcuni punti (ma non tutti) della dottrina sociale della Chiesa. Consigliamo pertanto a chi ci chiede un parere di appoggiare quei politici che difendano i diritti cristiani, combattano il crimine dell’aborto ed abbiano una vita personale confacente alle regole della Chiesa. Capirà dunque che il cerchio si restringe inevitabilmente. "

Sul nuovo Papa: in quale direzione dovrebbe muoversi?

"Sull’Ortodossia della fede. Si metta la difesa della fede e la condanna dell’eresia al primo posto. Il nuovo Papa per essere formalmente tale dovra’ rigettare gli errori summenzionati ed operare per la restaurazione dell’ortodossia dottrinale. Per usare il motto che fu di San Pio X egli dovra’ “instaurare omnia in Christo”.

..................................

Ratzinger sta calcando molto su questa ’ortodossia dottrinale’ e la sua prima manifestazione in pubblico e’ stato un elenco di ’errori da condannare’.

Come non ci e’ piaciuto che per la nuova Russia fosse stato eletto un membro del KGB, cosi’ non ci piace che per la nuova Chiesa di Roma sia stato eletto il capo del Sant’Uffizio.

Cominciamo a intravedere qualcosa e non ci piace affatto. Quando qualcuno dice che paragonare Ratzinger a Hitler o Torquemada e’ una paranoia, forse non si sta rendendo conto di quello che si prepara.

Messaggi

  • Buddhismo falso pacifista:il caso Soka Gakkai

    oggi uno come Ikeda che e’ il 19vesimo uomo
    piu’ potente d’Asia ,sia politicamente che economicamente , non puo’ che
    essere connivente e anzi uno dei principali fautori di un sistema appunto
    economico-politico che ,sono dati incontrovertibili,sta aumentando i poveri
    nel mondo (anche in Occidente) rendendoli in piu’ sempre piu’poveri , e
    diminuendo i ricchi che pero’ ,i pochi fortunati,diventano sempre piu’
    ricchi,un sistema che sta violentando la natura ,esaurendo le possibilita’
    di una vita dignitosa per i nostri figli e i nostri nipoti.Credi che sia un
    caso che il partito Komei abbia preso una deriva militarista e
    interventista(in Iraq)?
    dammi retta non leggere solo le fandonie rassicuranti che scrive Ikeda sulla
    pace e i diritti umani , leggi qualcosa anche di Stiglitz(premio
    Nobel),Giulietto Chiesa , Sergio Romano (sugli Stati Uniti) , e tutti gli
    autori davvero autorevoli che puoi , poi cerca di farti una tua idea davvero
    autonoma

    I Precetti, la ritualità, la sacralità, l’ermeneutica influenzano si lo
    stile di vita! Non importa che sia lo Zen (non necessariamente). Essere Zen
    signifia trasporre il "satori" su ogni piccolo gesto, su ogni parola ed
    azione. c’è in effetti un cambiamento nel modo di vivere e di abitare, di
    relazionarsi e di vedere le cose.Il mio comunque era un discorso generale
    sul Buddhismo. Se Alla Nichiren Shu hanno mantenuto una certa
    religiosita/ritualità e provate a frequentala e a viverla il vostro Daimoku
    vi apporterà dei cambiamenti ben più profondi di quello che state provando
    ora Il riferimento al materialismo deriva dalle orride esperienze degli
    Zandakai, Dove al senso di benessere "generale" che si raccontavano gli
    adepti, in mezzo a tanti "Infelici sorridenti", ossia persone che avevano
    dei problemi NON OSTANTE l’impegno profondo nella pratica ma "dovevano"
    essere felici, c’era la gioia del lavoro migliore, dello stipendio e del
    guadagno più alto, della macchina che "prima MI DICEVO che non potevo avere,
    ma era solo questione di impegno e coraggio che ho trovato nella pratica"
    ecc. ecc. Insieme a turpi e tenebrosi esempi di botte di culo che si
    attribuivano "alla legge mistica". Quando feci il primo ( e ultimo ) stage
    per principianti, la responsabile si lanciò in un’agghiacciante
    disquisizione sul desiderio di una vettura costosissima. La tipa viveva in
    una casa enorme e ricca usata per gli Zandakai, dove "indottrinava" i novizi
    all’impegno e alla fede per "cambiare la loro vita" renderla più ricca, più
    soddisfacente. Del buddhismo, ovviamente, non sapeva un cazzo di niente
    poverina, i riferimenti erano sempre e comunque sulle boiate New-Age e di
    Marketing Multilivello proposte dal beneamato Ikeda. Tanto che al MIO
    responsabile quando ho chiesto un discussione sul Buddhismo e ho iniziato a
    parlare, mi ha guardato con gli occhi e la bocca da pesce al’’asciutto e mi
    ha risolto con: "A me non importa nulla se questo è buddhismo o no! So che
    io sono profondamente cambiato: prima ero nervoso e irascibile e avevo dei
    probelmi con tutti. Ora sono felice, ho trovato una nuova compagna, un
    lavoro che mi ha portato soldi, la casa più grande benessere economico ecc.
    ecc."
    Io guardavo altri che, poveri sfigati, che non avevano ottenuto NULLA. Ma
    tant’è...
    Può andare bene ANCHE così, come ho più volte detto, se la vostra primaria
    preoccupazione sono quelle cose, anche giustificate, se si vuole serenità
    nella vita e anche un minimo di sicurezza, ma per questo, non ho bisogno di
    aggrapparmi a pratiche tediose o a sbudellarmi l’encefalo per giustificare
    "benefici" che si possono raggiungere con la semplice RAZIONALITA! Molta
    gente,, anzi TUTTI quelli che sono usciti e che conosco e che non praticano
    più hanno ottenuto stessi risultati e anche migliori, con i loro NORMALI
    sforzi e NORMALI atteggiamenti verso la vita. Se se ne sente il bisogno, per
    carità, và bene così, ma allora qui invito a far recita a casa propria,
    lasciare perdere zandakay e boiate annesse e vi risparmierete un sacco di
    menate inutili che servono a svuotere il cervello dei discepoli e riempire
    le tasche di Ikeda & C.
    oltre che a tenervi in tasca Soldi, Tempo nonchè risparmio di quelle
    tragicomiche esperienze inorridenti della gente che trova la strada, il
    parcheggio, il taxi, l’interrogazione scolastic proprio su quelle due
    paginette che... ecc. ecc. ecc.
    e qui si torna al mio discorso iniziale:

    1) Moto compulsivo all’agire
    2) Gruppo terapeutico

    La pratica Gakkai si riduce tutto a qui. La cosidetta "fede", attenzione, E’
    un moto compulsivo POTENTISSIMO, ma qui veramente viene trattata con una
    superficialità e finalizzata a certe stronzate che nulla hanno a che vedere
    con la filosofia buddhista. Non dico che con altre forme di buddhismo non
    riesci ad avere benefici anche materiali anzi, perchè finalmente LASCIERAI
    PERDERE!! Lascierai perdere le stronzate e i falsi limiti, agirai nella
    realtà compiuta dell’essere e finalizzerai nell’atto stesso del compiere il
    problema che ti si para davanti, ma il tuo atteggiamento mentale, il tuo
    essere nelal realtà sarà BEN diverso dalla mera recita.

  • Se "è dei poveri il regno dei cieli" come viene detto nei vangeli della Chiesa ufficiale, trovo strana la presenza di tanti sacerdoti "impegnati nel sociale" come usa dire. Non sarebbe utile che Zanotelli, Don Ciotti, Don Vitaliano, ecc. si impegnassero nel mondo del peccato, dei ricchi, dei potenti, per far capire loro che l’Africa è la nostra madre e va protetta e non sfruttata, che la povertà è figlia dello sfruttamento, che i diversi, gli extracomunitari, ecc. sono persone e basta, che il profitto non è l’unico valore esistente e così via. Mi pare che il loro "facile" impegno in mezzo a tanti "poveri di spirito" serva più a soddisfare un loro narcisimo presenzialista che ad un impegno vero sul piano evangelico.
    Giuseppe Messina
    giume@libero.it

    • Caro Giuseppe
      e’ proprio perche’ si impegnano a fianco dei poveri che i comboniani sono in Africa per difendere l’Africa e ridarla agli africani, e’ proprio per questo che padre Alex Zanotelli ha vissuto per 30 anni nelle discariche di Korogocho accanto a quelli che per vivere scavano nei rifiuti e che ora combatte nei ghetti di Napoli contro la camorra, e’ proprio perche’ erano a fianco dei senza terra che nel centro America la Chiesa della liberazione ha combattuto a fianco dei derelitti denunciando i soprusi e le atrocita’ dei potenti e camminando fianco e fianco con i rivoluzionari.. di che altro stiamo parlando, se no’?
      La tua lettera non e’ affatto chiara. Di cosa stai parlando? Ci sono due chiese, una e’ la chiesa del potere, l’altra e’ quella che combatte a fianco dei miseri del mondo. Non possiamo dire che tutto e’ finalizzato all’andare in cielo se non si aiutano gli uomini su questa terra
      saluti
      viviana

  • "non ci piace che per la nuova Chiesa di Roma sia stato eletto il capo del Sant’Uffizio".
    Cara Viviana, se dici di essere veramente cristiana, dovresti chiederti come mai è stato eletto proprio il cardinal Ratzinger come papa del 2005. Credi nello spirito Santo?Si, sei cristiana, me l’hai ripetuto molte volte nelle e mail. Non credi che forse Dio è intervenuto facendo eleggere proprio lui come papa?...o forse credi che Dio abbia lasciato la Chiesa nelle sole mani degli uomini? Allora, tu , Viviana Vivarelli, donna come me, uomo immortale come tutti... non giudicare le gesta di Dio, non dire "non piace che la Chiesa..." perchè come disse Giovanna d’Arco in un suo interrogatorio:" La Chiesa e Dio sono una cosa sola".
    Scusa l’impertinenza
    Marta
    PS. ti sei scordata di inviarmi l’indirizzo
    PS2. IO non so niente o poco niente dei movimeti cristiani da te prima elencati nella lettera...ma so perfettamente una cosa, che posso giurartela e provartela quando e come vuoi.........Comunione e Liberazione non è staccata dal Papa, soprattutto perchè il cardinal Ratzinger era molto legato al nostro Don Gius, è gia venuto al meeting e verrà anche quest’anno( forse, si spera!) e invece dei 4 cardinali, come è solito avere, lui ha scelto 4 memores domini!
    Ricordati l’indirizzo
    la tua sedicenne
    Marta

    • Mia Cara Marta
      in separata sede ti ho detto che non vorrei continuare questa corrispondenza che mi stressa e men che mai su bellaciao, che mi sembra un sito poco adatto a disquisire di teologia; inolte non ho simpatia alcuna per Comunione e Liberazione, di cui vedo molti tratti simili alle SA hitleriane e che considero una forma di potere politico totalitario cammuffato da religione, in cui abbonda il plagio giovanile e scarseggia lo spirito evangelico (e capisco che piaccia a Ratzinger proprio per questo), non ho simpatia per i fanatismi di qualsiasi sorta e la tua giovane eta’ ti ha scusato nei tuoi inizi ma non e’ motivazione sufficiente per farmi continuare questo approccio. Non capisco poi perche’ vorresti anche il mio indirizzo di posta ordinaria visto che ti ho dato gia’ quello e mail che usi abbondantemente. Mah.. Forse il tuo zelo mira a convertirmi, forse e’ simile allo zelo di ogni neofita che tende ad attaccare chi gli e’ diverso, convincendosi cosi’ vieppiu’ della propria giustezza, ma tutto cio’ non potrebbe lasciarmi piu’ indifferente.
      Ho l’impressione che di storia, di storia della Chiesa e di teologia tu ne sappia ben poco, ed e’ agguerrita di questo poco che pretendi di giudicare. Non so se ridere o stufarmi della tua supponenza, vabbe’... usiamoti pazienza ancora una volta, ma la mia pazienza e’ un po’ corta.
      Anticamente in ogni religione di questa Terra l’energia divina (Jahveh la chiamavano i primi testamentari, "le energie") si tripartiva in tre forme simboliche: il Padre che rappresenta l’energia della creazione o progettazione del mondo, la Madre che rappresentava l’energia della generazione cioe’ del proseguimento e della protezione della vita, e il figlio che rappresentava l’unione delle due energie polari, valenza maschile e valenza femminile del mondo, attraverso l’Amore.
      Per i primi secoli del Cristianesimo queste due energie simboliche, maschile e femminile, si unirono alla pari in un Dio che era insieme Padre e Madre, poi, come la Chiesa si istituzionalizzo’ assumendo potere politico con l’avallo del governo di Roma, essendo questo suo potere mondano coniugato con un potere maschile declinato solo al maschile, scomparve la figura simbolica della Madre (grande prototipo di tutte le religioni della Terra)(Maria fu assunta al Cielo solo alla meta’ del secolo XX°, e dunque alla fine dell’era cristiana) e si ebbe il caso pressocche’ unico di una religione scandita tutta al maschile, per chiare finalita’ sociali e politiche.
      Lo Spirito Santo eredito’ i caratteri dell’amore materno, amore che soccorre, mentre il Figlio precisava i suoi caratteri dell’amore di Dio che si incarna prendendo su di se’ il peso dei peccati del mondo.
      La figura di Maria, prototipo di tutte le dee madri, non scomparve pero’ dall’adorazione popolare e in molti paesi entro’ in modo fluido nei culti che venivano prima officiati alle tante Dee Nere preesistenti. La devozione dei fedeli supero’ i dogmi della Chiesa celebrando con infinite chiese e infiniti culti a Maria un forte e insopprimibile bisogno di protezione materna glorificata. L’archetipo e’ questo, una profonda energia dello spirito che si sostanzia in una universale figura dell’immaginario che prende forma e immagine.
      Invece lo Spirito Santo, che era una costruzione del potere, artificiale, resto’ vuoto di significato, non si incarno’ nell’immaginario popolare e non prese quasi per niente culto e tempio.
      Ora, credere, come fai tu in modo inflessibile, che lo Spirito Santo intervenga tassativamente come matrice unica nell’elezione papale e’ a dir poco una eresia. Se cio’ fosse, avremmo almeno la coerenza di una insufflazione spirituale che interviene a partire dal Cristo e guida rettamente la sua Chiesa con scelte oculate. I fatti storici purtroppo si permettono di distruggere in modo vergognoso qualsiasi opinione in proposito.
      Noi possiamo anche fervidamente sperare che una forma di amore universale ci aiuti nel nostro cammino, ma da qui a credere che il papa sia scelto dallo Spirito Santo ce ne corre.
      Intanto il Conclave e’ una istituzione recente (XIII secolo) che nacque per caso quando a Viterbo il clero riunito si mise a gozzovigliare a a dare scandalo coi sondi della citta’0ì per 27 mesi finche’ i governantiper salvare i fondi delle casse dellos tato decisero di chiuderli a chiave, dando loro solo due pasti al di’ per 30 giorni e pane e acqua poi. Dove fosse lo Spirito Santo in quell’occasione come nei 1200 anni precedenti nessuno lo sa. I risultati di quel conclave non furono poi eccellenti visto che papa Stefano II mori’ infartuato dopo tre giorni. Si vede che il tuo Spirito Santo aveva dell’umorismo.
      Per molti secoli non furono i cardinali, a scegliere il papa per il semplice fatto che questi era uno dei tanti vescovi che divenne influente solo per caso, perche’ le vicissitudini politiche abbatterono le altre citta’ importanti dell’impero romano (vedi scissione dell’impero in due parti, declino dell’impero romano d’Oriente, sottomissione dei patriarchi d’Oriente all’imperatore di turno, decadenza di Alessandria e Antiochia, ecc.).
      Il papa di Roma era come fosse il parroco di una delle tante citta’, era eletto dal clero e dal popolo, spesso per acclamazione. Ci furono tempi duri in cui era imposto obtorto collo da qualche regnante, vedi la dinastia di Sassonia o qualche re francese, per motivi del tutto politici, accadde cosi’ che vi fose chi veniva fatto papa da un re e deposto da un altro, che vi fossero due papi uno contro l’altro o anche tre, insomma un vero casino, e la leggenda parla anche di una papessa, sessualmente promiscua, che regno’ in vesti maschili e alla fine fu ingravidata da uno dei suoi tanti amanti. ma anche se questa fosse una leggenda, resta il fatto che gli intrighi politici della Chiesa di Roma non brillarono proprio per spiritualita’ e amore divino. Insomma per non dire astruserie basterebbe che tu prendessi un Bignami che e’ un riassuntino della storia e ti balzerebbe subito all’occhio che se lo Spirito Santo avesse voluto Lui tutte le ribalderie, le porcherie, gli imbrogli ecc che la Chiesa fece nella sua non molto onorevole storia, o era ubriaco o era di un’altra religione che voleva far cadere nel fango la nostra.
      Dai retta, e’ molto piu’ dignitoso far finta di niente e fare dello Spirito Santo un aiutante spirituale personale piuttosto che un promotore degli scandali e delle volgarita’ che la Chiesa ha presentato nel corso della storia. Poi che qualche autorita’ si faciliti oggi il comando facendoti credere queste baggianate e’ un altro discorso...
      Prendiamo Benedetto IX, nipote di due papi, uno dei quali fatto vescovo direttamente da laico per far prima, eletto papa dal proprio padre che era un conte, all’eta’ di 12 anni, declassato due volte da papa per cattiva condotta e che poi, invaghito di una sua amante e volendola sposare, vendette la carica di papa per 650 kg d’oro a Gregorio VI. Ma credi veramente che se ci fosse uno Spirito Santo in questo inghippo, non dovremmo sbatterlo fuori a calcioni?
      Mia cara Marta, la religione e’ una cosa seria e tu la tratti come fosse una bambinetta sotto effetto di una droga. Se hai degli assistenti spirituali che ti ingannano con queste favole e’ meglio che ti cerchi qualcuno piu’ robusto.
      Insomma i cattivi esempi non mancano, il mio tempo e’ scaduto, vatti a vedere qualcosa di Alessandro Borgia, o anche di Pio IX o di Pio XII. Di papi intriganti, simoniaci, spergiuri, scandalosi, corrotti, politici ne hai a bizzeffe. Intendi attribuire tutti questi signori scandalosi alla volonta’ dello Spirito Santo? Come minimo sarebbe un sabotatore !
      E intendi fare questa attribuzione per qualche rapida e superficiale frase da bambinelli che qualche tuo superiore ti ha frettolosamente ammanito come verita’ sacrosanta? Non e’ un fare un torto alla tua intelligenza? E vorresti anche suffragarla con la frase lapidaria di una Giovanna d’Arco che esce direttamente dalla leggenda e il cui processo fu falsificato dalla chiesa stessa che la torturo’, piego’ e mise al rogo? sarebbe come riferire che un torturato di Abu Graib ha fatto prima di morire un elogio di Bush! ma via... ! Un po’ di serieta’! E’ proprio vero che il fanatismo le intelligenze migliori se le risucchia e le annienta. Se lo Spirito Santo fosse l’amore divino universale, esigerei da lui delle prove piu’ serie di comportamento.
      Viviana

    • Grazie x l’e-mail e scusa se ti ho rubato del "tempo prezioso"
      ho capito una cosa dalla mia mente definita da te " da bambinetta"...tu all’inizio mi davi anche ragione per prendermi dalla tua , per affascinarmi e devo dire che ci sei più o meno riuscita...mi affascinavi perchè riuscivi sempre a rispondermi e mi mettevi in gioco totalmente
      Ora ho capito che tu non sei cristiana..non credi nello Spirito Santo, credi che Maria sia saltata fuori solo da delle ripercussioni delle precedenti religioni. Credi che le figure di Cristo e di Dio siano solo delle figure, con un nome, prese da culture precedenti.
      IO no.
      Sono contentissima e mi sento la persona più fortunata del mondo a essere quello che sono
      il mio cervello non è drogato di parole vomitate da persone... te lo raccontata la mia esperienza!
      Tu hai detto che non riuscivi a confrontarti con me....
      secondo me non ci hai nenche provato...io mi sono confrontata col tuo Jung, con il libro che mi hai detto di leggere sulla creazione (sono a pagina 45)!!!
      Tu non hai minimamente detto cosa ne pensavoi di me, della mia esperienza...hai detto solo quello che volevi far prevalere!!!IO non volevo convertire nessuno, figurati...il mio migliore amico va a Messa solo a Natale, non voglio convertire nessuno, cerco solo di capire come faccio ad essere più felice confrontadomi anche con persone così distanti da me...come te!
      Non sai niente di Cl, non puoi giudicare o sparare quelle immense cazzate dell’e-mail
      Voglio dirti ...tu mi hai giudicato come " bambinetta"....l’altro giorno un mio amico mi ha detto " cazzo Marta , di fisico dimostri 14 anni, poi ci faccio due chiacchere con te...e di cervello ne dimostri 20"
      Ora tu mi dici " hai il cervello di una bambinetta"...sono più contenta del tuo commento, in fondo Cristo ha detto " se non sarete come questi bambini non entrerete nel regno dei cieli". Tu dici che io prendo tutto quello che mi dicono come verità assuoluta...io continuo a verificare quello che mi dicono ogni istante(o almeno cerco), ma siamo realisti....non posso verificare tutto...
      io sono felice...dopo un pò bisogna anche sapersi fidare....se i discepoli non si sarebbero fidati di Giovanni il Battista, ma avrebbero prima voluto verificare...ciao ciao e cari saluti!
      Beh è stata bella questa corrispondenza perchè mi ha fatto rendere conto di quanto io sia felice e ricca!
      Ma mi chiedo soltanto una cosa...come fai a vivere così....senza una certezza, senza la certezza che qualcuno più grande ti ama, senza la certezza che tu non sei nata per un puro caso, ma c’è qualcuno, che non ha preso le somiglianze delle religioni precedenti, ma che esiste veramente, ti guida e giuda a nche la Chiesa...le cazzate della Chiesa?Beh l’uomo è libero, sono libera io, come sei libera tu, come è libero il Papa!
      sai nel libro Don Chisciotte l’autore dice:" la libertà è il bene più grande che i cieli donato agli uomini"!!!!!!!!!!
      Mi fanno ridere le tue affermazioni su CL per chè vedendo te, che tutto commenti ma che nulla fai , che riesci pure a commentare le azioni di Dio, cieca di Medijugorie, cieca del fatto che tu vivi e qualche cazzo di qualcuno deve esserci dietro alla tua nascita, dietro alla tua vita, io invece mi sento felice, certa di qualcosa di concreto...
      beh...
      qualcosa è successo 2000 anni fa che tu ci creda o no "e la nostra amicizia mostra come un evento così imprevedibile accada ancora qui ed ora".
      Facendoti i più miei cari auguri di stupirti
      la tua bambinetta sedicenne Marta
      ps. Falso storico su Giovanna d’Arco
      ps2. questa non è teologia, è semplicemente vita!

    • Cara Marta
      pensaci bene, l’unica cosa che ti aveva affascinata era sentirti dire che eri molto intelligente, l’unica cosa che ti ha offesa era sentirti chiamare bambinetta. Vedi come e’ facile sedurti ! vedi come e’ stato facile renderti a te stessa! Se avessi voluto abbindolarti o plagiarti sarebbe stato facile come bere un bicchier d’acqua. Evidentemente non ho voluto farlo. Pensaci, e renditi conto di quanta poca indipendenza hai e di come diventa facile per altri fare di te quello che vogliono usando la tua vanita’ e la stua esaltazione.
      In quanto a Dio, ne hai adesso una idea proprietaria, pensi forse sia l’unico modo di pensarlo?
      Davvero intendi che tutti coloro che sono nati prima di questa idea di divinita’ o dopo ma con una idea diversa o anche senza alcuna idea di Dio siano inferiori a te? E’ un grave errore di valutazione che puo’ farti sentire esaltata ma ti porta all’inferno.
      Fa’ pure, io credo che questo sia un grande errore di presunzione che solo i fondamentalisti e i fanatici si portano dietro (e non fa conto che tu abbia un amico che si comunica solo a Natale, queste sono sciocchezze).
      Volevo dimostrarti che ogni culto e’ degno di rispetto se porta al bene o anche ogni ideologia non religiosa se porta al bene, perche’ e’ il bene degli uomini la meta e non l’idea che uno ha o non ha di un dio, volevo farti capire che ogni uomo e’ degno di per se’ se fa bene al mondo, per la religione che ha o che non ha, e che invece credersi possessori di verita’ esclusive puo’ essere molto pericoloso e portarti in errore, ma, come avevo capito da subito, a te la ricerca non piace, ti piace il dogma. E’ una vocazione che io non ho. Continuo a sperare che tu possa incontrare persone della Chiesa o non della chiesa che ti aprano gli occhi o resterai attaccata a un’idea molto pagana di Dio, molto materiale e di primo livello, che non giovera’ ne’ a te ne’ agli altri.
      Pensare che Dio e’ amore significa incontrarlo ovunque anche spesso in coloro che affermano di non conoscerlo o in coloro che nemmeno ne parlano o anche in chi a parole lo avversa e nega ma nei fatti si batte per il bene degli altri.
      Amore e’ lotta contro il male in tutte le sue forme, soprattutto economiche e politiche, amore e’ compassione e partecipazione. Io credo che questo esercizio pratico di amore sia molto piu’ importante che definire cosa sia lo Spirito Santo e credo che dichiarare che un Dio sia nato ed esistito solo col Cristo e non esista fuori di esso sia molto pericoloso o porti a paurose forme di chiusura mentale. Porti al settarismo e al fondamentalismo, a quell’idea di religione integralista a cui dobbiamo i peggiori sfracelli della storia e le peggiori mostruosita’, non la pensavano diversamente gli inquisitori o i missionari colonialisti delle due Americhe o i nazisti che avevano scritto in cintura "Dio e’ con noi" Got mit uns.
      Hai una vita intera per pensarci e per decidere se hai un tuo Dio personale idoelogico e dogmatico da circoscrivere e da difendere come superiore pwer sentirti tu stessa superiore o se invece e’ non sia la vita stessa un Dio da realizzare con le opere.
      Conoscere altre religioni ti gioverebbe per uscire dal provincialismo della tua.
      In India Dio e’ metaforizzato in tante virtu’, pregare quella dea-Madre che ti irrita tanto e i cui tratti noi riviviamo in Maria significa non ornare di ghirlande una dea-Madre ma coltivare in se stessi le sue doti di compassione e maternita’. Io credo che chiunque nutra in se’ le doti della compassione e della tutela dei piu’ deboli viva Maria, ma non vedo alcuna differenza per il mondo se chi lo fa crede in Maria o in una dea-Madre non cristiana. Credo che il valore della compassione sia l’elemento divino, e che cio’ conta sia applicarlo e evolverlo in se stessi per il bene del mondo e che il modo con cui esso si presenta sia altrettanto valido a Majudgorje in forma di Madonna come in altre forme in religioni diverse o anche privo di forme metaforiche simboliche ma altrettanto vivo nei suoi effetti sul mondo. I missionari veri hanno spesso accanto a loro nel loro lavoro persone di culti diversi o anche atei o volontari che non appartengono ad alcuna religione, ma se il loro lavoro e’ buono i valori di Maria che si esplicano sul mondo sono gli stessi ed e’ questo che per me conta e non l’immagine concreta in cui l’amore divino si effonde.
      Ricordati che siamo qui per affermare il bene e non le forme di un culto e insistere troppo sulle seconde per un privilegio di esclusivita’ non ci porta al bene che e’ unione e fratellanza e amore ma alla separazione (diavolo viene da dia ballein che vuol dire dividere), alla guerra, alla superbia, all’odio.
      devo andare perche’ ho troppo lavoro da fare, ma fatti dare da qualcuno il mito della caverna di Platone, e prova a leggerlo come una metafora del cammino religioso, tu ti stai fissando con le statuette e non riesci a alzare gli occhi piu’ in alto.
      Se ti dico questo e’ perche’ ti voglio bene e ti stimo e ti sprono a cercare oltre stretti confini, e se non ti volessi bene non farei questo, ,a il medico che vuole bene da’ anche la medicina amara e getta via le medicine giocattolo, perche’ il suo amato lo vuol far crescere non certo imbambolarlo o sedurlo.
      Pensa bene al fatto che religio vuol dire unire, mentre ogni settarismo porta alla divisione e alla separazione. Qualunque cosa, anche facendoti credere superiore, ti porti a separarti dall’altro sara’ male, perche’ rinnegando l’uomo rinnegherai Dio e dunque l’amore che e’ in te stessa.
      Se proprio sei nata per la religione, scegli una religione d’amore, non di separazione.
      E allontana da te i cattivi maestri anche se ti esaltano col sensazionalismo delle lacrime e ti seducono col sensazionalismo della vanita’ e dell’emozione, non diversamente hanno fatto i peggiori abbindolatori della storia che come questi avevano in bocca parole bellissime (vedi Bush o Hitler o bib Laden) e parlavano come profeti religiosi mentre portavano avanti un discorso di puro potere. I loro discorsi sono esattamente simili, ti dice nulla questo?
      Un giorno imparerai a rispettare tutte le forme di pensiero, religioso o non, e a superare le stesse chiusure del pensiero proprietario per la pratica dell’amore universale e allora avrai fatto il vero passo della maturita’ che porta fuori dalla chiusa cerchia dell’egocentrismo che possiede per se’ e comincia ad abbracciare il mondo senza l’attaccamento al possesso.
      baci e non avermene se sono stata volutamente dura, e’ stato intenzionale per non per farti male, bensi’ per farti uscire dal tuo mondo caramellato che mi suonava sincero ma artificiale, perche’ sentito ingenuamente da te ma costruito ad arte da altri
      Se continuerai a scrivermi, saro’ ogni volta piu’ dura, temo, ti avverto di questo che andrai avanti a tuo rischio e pericolo
      La mia elaborazione di Dio dura da troppo tempo perche’ queste idee settarie possano risultarmi accettabili. In verita’ io le temo come qualunque grave deviazione dall’amore che deve legare l’uomo a ogni uomo, senza di quello c’e’ solo orgoglio, presunzione, e forme di dominio mentale non dissimili a quelle dei peggiori conquistatori, senza l’amore c’e’ solo il plagio di menti giovani e inesperte, e nel plagio la liberta’ di ognuno puo’ solo morire e in cio’ non vedo nessuna immagine di Dio
      ciao bella, non arrenderti e continua a cercare
      se incontri il Buddha, uccidilo!
      nessuna immagine e’ il Buddha
      se incontri qualcuno che dice di essere il portatore del Buddha, uccidilo!
      nessun portatore del Buddha e’ il Buddha
      solo l’uomo che urla: " Ho sete! Ho fame!" e’ il Buddha.
      solo se gli dai da bere e da mangiare ti avvicini al Buddha
      se non capisci questo, non capisci nulla
      e credi che il Sole sia nelle immagini delle statutette che i portatori portano sulle spalle e che non vedi dietro il muro
      il Sole non e’ nelle statuette, il sole non e’ nemmeno nel Sole, il sole illumina, non ha bisogno di essere illuminato e ti illuminerebbe attraverso le mille definizioni che potresti dargli o non dargli o anche se tu non lo guardassi affatto o anche se tu lo rinnegassi completamente, il Sole e’ al di sopra delle nostre definizioni, il Sole ci da’ luce perche’ vediamo chiaramente cosa deve essere fatto per aiutarci l’un l’altro nel mondo, niente altro conta
      baci e non mi serbare rancore
      anche con le spine si puo’ aiutare e a volte soprattutto con esse
      le rose possono stordire con la loro bellezza e affascinare ma a volte portano dove non dovrenmmo andare
      viviana