clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Ieri si e’ dimesso il direttore della CIA George Tenet : l’attacco alle torri fu fatto dalla CIA ?

venerdì 4 giugno 2004

Di Viviana Vivarelli

Ufficialmente a causa di motivi di famiglia. Palesemente per la scandalosa questione delle armi di distruzione di massa denunciate dalla CIA e mai trovate e per le torture sui prigionieri perpetrate anche da agenti della sicurezza, ma l’accusa piu’ forte e’: Perche’ la CIA non ha mai saputo nulla dell’attacco alle Torri?

E’ verosimile che il Servizio di Sicurezza piu’ forte del mondo non abbia mai avuto sentore dell’attacco piu’ grave del mondo? Abbiamo realmente il piu’ grande fallimento della storia dei Servizi oppure c’e’ dietro qualcosa di molto peggio?

Su Trenet Bush ha detto: "Ha fatto uno stupendo lavoro nell’interesse del popolo americano". Del resto Bush aveva definito ’stupendo’ anche il lavoro di Rumsfeld e Rumsfeld aveva definito ’stupendo’ il lavoro dei torturatori di Abu Ghraib. Dio ci salvi dagli ’stupendi’ lavori americani! Che solo lo stupendo premier di casa nostra puo’ continuare ad elogiare indiscriminatamente.

Tenet era capo della CIA da otto anni e in questo tempo ne deve aver imparati di segreti innominabili! Tra i vari misteri in suo possesso la verita’ su quanto realmente accadde nell’attacco alle Torri. In Germania il maggiore best seller del momento e’ un libro che avanza una denuncia molto pesante: l’attentato sarebbe stato costruito proprio dalla CIA come inizio della strategia del terrore per giustificare gli attacchi unilaterali americani alla conquista dei punti strategici del mondo.

Queste dimissioni arrivano proprio in uno strano momento, al culmine della campagna elettorale, per questo l’ammiraglio Stanfield Turner, capo della Cia sotto Jimmy Carter, ha insinuato che Tenet sia stato scaricato come capro espiatorio. Il segretario di stato Colin Powell faceva una inchiesta sulle false informazioni dei Servizi intorno alle armi di Saddam che avevano giustificato l’attacco. Guarda caso, la fonte delle informazioni era proprio quel Chalabi, che Rumsfeld e Cheney volevano come successore di Saddam e che Tenet aveva smascherato perche’ faceva il doppio gioco con l’Iran. Bruciato Chalabi per le denunce di Tenet, i suoi sostenitori bruciavano a loro volta Tenet costringendolo alle dimissioni. Questa l’ipotesi piu’ ovvia. Le commissioni di Camera e Senato stanno accusando pesantemente la CIA per non aver prevenuto l’attentato delle Torri.

Ci chiediamo: la CIA e’ la principale agenzia di sicurezza americana o e’ la fonte di iniziative sovversive non solo fuori degli Stati uniti ma proprio al centro degli Stati uniti contro lo stesso popolo americano? La CIA si muove a favore dell’America o contro l’America per gli interessi di un gruppo molto privato di avventurieri?
Solo nel ’97 il badget della CIA fu di 26 miliardi di dollari, non poco, se si pensa che l’intera guerra irachena ne e’ costati 120. Nel ’77 Bush prende in mano il servizio segreto piu’ potente del mondo che vede tagliati i suoi fondi ma con l’attacco alle Torri i finanziamenti riprendono a correre.

Andreas von Bülow, ex Segretario della Difesa tedesco, ha scritto un libro per dimostrare che l’attacco alle torri fu preparato dalla CIA, questo libro e’ il piu’ venduto in Germania.

NESARA ((National Economic Security And Reformation Act) annuncia che l’11 settembre fu un’operazione della CIA.

Tratto da: http://www.prisonplanet.com/021104vonbuelow.html

Von Bulow non è l’unico ministro tedesco che ha detto che ciò a cui stiamo assistendo è una forma di fascismo mondiale e che ci sono istituzioni della grande industria militare che stanno elaborando attacchi terroristici per spaventarci e renderci sottomessi.

Andreas von Bülow: "Ho fatto politica per più di 25 anni. Al termine della mia carriera sono stato Ministro della Tecnologia e prima ancora Ministro della Difesa. Poi ho avuto un incarico nella commissione di inchiesta sulle transazioni economiche segrete che avvenivano tra Germania Est e Germania Ovest attraverso i servizi segreti e ho imparato molte cose sui Servizi. L’11 Settembre eravamo tutti pieni di orrore: ma come hanno fatto? come è riuscito un gruppetto di poche persone a fare una cosa del genere? ...saltò fuori che probabilmente Osama Bin Laden e Al Qaeda erano dietro a tutto questo, nel giro di 2 o 3 giorni vennero fuori 19 persone. Ma la mia obiezione fu: chi avvantaggia tutto questo?

Era evidente che c’era danno per il mondo Islamico e che poteva essere non un attacco terroristico ma un’operazione di copertura. C’era qualcosa di molto sbagliato. Guardavo la TV e mentre facevano vedere gli aeroplani che si schiantavano contro il World Trade Center, mostravano immagini di palestinesi che ballavano e ridevano, dopo qualche giorno si poteva scoprire che erano immagini finte, fatte da una troupe televisiva del ministro della difesa israeliano: davano caramelle ai bambini e li facevano ridere, e nessuno lo ha mai detto.

Per me la domanda è stata: chi ha portato questa roba in TV proprio nel momento giusto per essere ritrasmessa da tutti i network nazionali? ... questi 19 passeggeri devono pur esser passati dal controllo delle telecamere; ci sono un sacco di telecamere a Dallas, a New York, all’aeroporto di Logan a Boston, e a Portland nel nord ma non c’è verso di avere questo materiale e se si cercano le scatole nere, non si trovano.

E anche come questi edifici sono crollati, questi edifici del World Trade Center erano stati costruiti in modo da contrastare un eventuale impatto con un aeroplano. I pompieri di New York sono stati in grado di arrivare al piano in cui c’era l’incendio, e il comandante dei pompieri ha detto che avevano bisogno solo di due altre squadre per combattere l’incendio, due squadre piccole, e basta, e poi sarebbe finito. E’ impossibile che il calore fosse così intollerabile come ci è stato raccontato dai giornali e dalle televisioni.

Alex Jones: L’FBI ha dichiarato che tutti i nastri registrati dai pompieri non funzionavano, ma non era vero, infatti ne possediamo delle copie. Nei nastri ci sono i pompieri che dicono che l’incendio era spento o quasi spento. C’è perfino un video con delle persone che stanno in piedi in mezzo al buco dell’edificio senza che si vedano fiamme di nessun genere intorno. Il proprietario del World Trade Center ha fatto una gaffe in TV dicendo che hanno fatto saltare l’edificio n° 7, l’edificio di 47 piani che si trovava accanto alle Torri Gemelle e che non era stato colpito dagli aeroplani. Questa notizia è passata circa 2 settimane fa, ne ha sentito parlare?...hanno fatto esplodere l’edificio n° 7, e questo è importante perché dicevano che quell’edificio, anche se non era stato colpito da un aereo, era crollato per via dell’incendio. E ora, questo signore ha fatto una gaffe e ha detto che decisero di demolirlo l’11 Settembre, però i media più importanti lo hanno completamente ignorato.

Andreas von Bülow: ...soprattutto se si considera che il quartier generale della CIA a New York era proprio dentro a quell’edificio! Il centro di controllo delle emergenze per il governatore e il sindaco era in quell’edificio. Non fu colpito da un aereo, l’incendio era molto piccolo, e le costruzioni in acciaio che erano intorno non furono toccate e non crollarono, ma crollò nel tardo pomeriggio.

Alex Jones: secondo le nostre fonti stavano compiendo gli attacchi fuori dall’edificio e in questo modo si sono comodamente liberati delle prove in un colpo solo.

Andreas von Bülow: il problema è che tutti gli elementi di prova sono stati distrutti.

Alex Jones: c’è stato il NORAD ( Comando nord americano di difesa aeronautica) che è rimasto inattivo per un’ora e venticinque minuti, però quando abbiamo avuto quel famoso giocatore di golf, Payne Stewart che uscì dalla traiettoria per 15 minuti, il NORAD dopo 18 minuti lo aveva già circondato con cinque F-16, perché il NORAD è rimasto inattivo?

Andreas von Bülow: questa è una bella domanda, nel 2001 è successo più di 60 volte che dei caccia siano saliti in volo per sistemare la rotta agli aeroplani che avevano qualche irregolarità. L’11 Settembre c’erano quattro aerei che per 2 ore hanno volato per un’ora in direzione ovest e poi sono tornati indietro. Le forze militari aeree non sono state capaci di bloccarli. È una cosa che non riesco a immaginare.

Alex Jones: la Associated Press ha detto che la CIA stava effettuando una esercitazione a una ventina di chilometri dal World Trade Center in quello stesso giorno in cui c’erano i jet che colpivano gli edifici a New York e a Washington! Gli avvocati che le rappresentano hanno detto che gli era stato detto di smontare la guardia perché era solo un’esercitazione!

Andreas von Bülow: ...e la cosa più strana è che dopo due anni non esiste ancora un libro bianco con la documentazione completa di quello che è successo. Perfino gli orari sono molto diversi tra loro; bisogna fare la media tra due o tre o anche cinque giornali e annunci radio e TV. Il governo americano sta conducendo una guerra globale contro una sessantina di nazioni senza mostrare le prove di quel che è successo....è una cosa da non credere!

Alex Jones: Ora ammettono che nove dei 19 dirottatori sono ancora vivi! Bin Laden non è stato arrestato, si sa che Bin Laden è della CIA, e che Bush (padre) quella mattina ha incontrato Bin Laden a Washington all’Hotel Ritz Carleton. Quella stessa mattina alle 8:30 il generale pakistano capo dei servizi segreti si è incontrato con i Senatori e i membri del Congresso del comitato dei servizi segreti; era il secondo viaggio negli Stati Uniti nella vita di quel generale. Sappiamo che l’FBI ha pagato per le abitazioni, il trasporto, le carte di credito di coloro che si suppongono essere i dirottatori. Ci sono pubblici funzionari come il sindaco Willie Brown, i Capi di Stato Maggiori dell’esercito, a cui è stato detto di non volare a New York quel giorno!

Andreas von Bülow: la versione ufficiale non sta proprio in piedi. L’altra opzione è che tutto questo sia un’operazione di copertura, un modo per fare il lavaggio del cervello agli americani e convincerli a un lunghissimo interminabile conflitto con il mondo islamico, e tutto questo per avere le ultime riserve di petrolio di cui abbiamo bisogno nei prossimi decenni prima che l’era del petrolio scompaia. E probabilmente dietro a tutto questo c’è anche un preciso disegno geopolitico che comprende l’esclusione finale della Cina.

Alex Jones: lei era al corrente che per l’attentato a Oklahoma City l’FBI preparò la bomba e addestrò l’autista tramite un agente della sicurezza egiziana che faceva per loro il lavoro, e ha preso due musulmani ritardati mentali che hanno guidato il camion e lo hanno parcheggiato per portare la bomba sul posto? A Oklahoma City, la stessa compagnia che ha distrutto i resti del World Trade Center, ha fatto saltare in aria anche i resti dell’edificio di Oklahoma City e poi li ha fatti seppellire sottoterra in una discarica privata che a tutt’oggi è sotto protezione di guardie armate con mitragliatrici. E sa che hanno portato via le macerie dal World Trade Center fino in CINA?! E non hanno permesso di fotografare a nessuno?!

Andreas von Bülow: ...e inoltre all’inizio gli ingegneri non erano autorizzati ad andare a vedere le macerie e i resti, ci sono stati un sacco di problemi, e pochissimi soldi per le indagini. Per chiarire la storia di Bill Clinton e Monica Lewinsky, la maggioranza repubblicana ha stanziato 70 milioni di dollari e invece per capire che cosa è successo l’11 Settembre ne hanno spesi 600 mila. E poi gli è stato impedito di fare ricerche...La rivista dei pompieri "Fire Engineer Magazine" ha detto che quel che è successo con queste indagini sull’11 Settembre è stato completamente incredibile.

Alex Jones: Hanno detto che è stata un’insabbiatura criminale e che ormai siamo in uno stato di polizia. Il governo può arrestare dei cittadini, può ucciderci di nascosto. Stanno costruendo dei campi di prigionia in tutto il paes. Qui in America ci stiamo trasformando in qualcosa di simile all’Unione Sovietica.

Andreas von Bülow: non posso fare commenti su questo, ma quello che sta succedendo a Guantanamo è qualcosa di simile. Credo che se si prendono delle persone e si mettono a Guantanamo a Cuba, se le si portano via per un anno o due, senza possibilità di avere un avvocato, senza far loro sapere di che cosa vengono accusate, impedendogli il contatto con la famiglia in un qualsiasi processo li portiate diranno tutto quello che l’FBI vorrà che dicano e quindi si possono ottenere delle false prove da questa gente.

Alex Jones: I nostri principali mezzi di comunicazione dicono che la tortura è un bene, e dicono che stanno torturando della gente, sto parlando del Washington Post! Non è una cosa di cui preoccuparsi?

Andreas von Bülow: ..ma anche tenerli in quel modo è una forma di tortura. So anche che ci sono degli accordi con molti altri stati, per esempio, che consentono di portare queste persone in Egitto o in altri stati dove la tortura è accettata e praticata, fino ad ottenere le confessioni che si desiderano, e che poi possono essere prodotte come prova in fronte a dei tribunali tedeschi o americani, e provocare una sentenza definitiva.

Se non denunciamo i Globalisti che chiaramente hanno eseguito questi attacchi, compiranno ancora altri atti di terrore. Stanno mettendo su uno stato di polizia; ne va della sopravvivenza dell’America e francamente del
mondo intero, perché se i Globalisti possono usare il nostro esercito come braccio armato per attaccare fino a 63 paesi diversi, è finita.

Circa le speculazioni in borsa che ci sono state, tutti sanno che che parlavano di insider trading (affare interno), per un guadagno di 15 miliardi di dollari. Ci sono state speculazioni anche sul ribasso di compagnie come la United Airlines e la American Airlines, le due compagnie che sono state attaccate dall’11 Settembre e altro ancora. Si potrebbe scoprire facilmente, perché gli americani - la CIA, insieme al dipartimento delle Finanze, il Tesoro Americano, hanno sviluppato dei sistemi di controllo sulle speculazioni finanziarie. Quindi, anche nel caso degli attacchi terroristici potevano immediatamente scoprire se c’era qualcosa. Però in questo caso, la NSA [Agenzia di Sicurezza Nazionale], che controlla via satellite tutte quante le transazioni che si svolgono sulla Terra, ha avuto l’ordine di distruggere i nastri.

Alex Jones: l’insider trading, o meglio l’interior trading, è avvenuto: e credo che 15 miliardi di dollari sia una stima al ribasso. La notizia uscì la prima settimana, la Germania ne ha parlato, la Francia ne ha parlato. Le registrazioni indicavano che c’erano delle vendite su United Airlines e American Airlines, e le tracce portavano direttamente alla CIA, e improvvisamente le prove sono state fatte sparire. Ancora una volta un’altra prova flagrante.
E poi ci parli degli attacchi all’antrace: il "Cipro", l’antrace più militarizzato che sia mai stato visto.

Andreas von Bülow: Non abbiamo nessun rapporto su chi siano stati i responsabili, su chi l’abbia fatto e questo è stupefacente. Probabilmente e’ stata una copertura psicologica. Il vice presidente e il Presidente hanno chiesto ufficialmente al Congresso di non approfondire troppo la questione. E fino ad oggi, quello che il Presidente conosceva prima dell’11 Settembre è un segreto totale. Non credo che ci sia un solo servizio segreto in tutto il mondo che non dia indicazioni ai servizi segreti americani, alla CIA, alla DIA, ecc... Di tutte queste informazioni non ne hanno fatto nulla. E quelli che erano informati del fatto che qualcosa sarebbe successo l’11 Settembre sono stati tagliati fuori prima. Le autorità locali dell’FBI erano informate su parecchie cose, e cercarono di obbligare i dirigenti federali ad approfondire i dettagli degli arabi che prendevano lezioni di volo eccetera.

Alex Jones: le ambasciate americane che hanno permesso quello che si ritiene sia stato il rientro dei membri di Al Qaeda nei loro paesi di origine, hanno ottenuto premi in denaro mai visti prima. Gli agenti dell’FBI che hanno ordinato a altri agenti dell’FBI di non fermare Al-Qaeda, hanno ottenuto premi. Bush aveva firmato l’ordine mesi prima. Dell’11 Settembre, ordinando all’FBI di non fermare Al-Qaeda. David Schippers era al corrente degli attacchi già prima ma Bush non ha voluto parlargli. Siamo risaliti alla fonte dell’antrace fino a Fort Detrick, in Maryland. Hanno detto che non era antrace per scopi militari, e invece è venuto fuori che era l’antrace più "militarizzato" che si sia mai visto.

Andreas von Bülow: Hanno detto che le guerre venivano fatte per combattere il terrorismo ma la guerra contro l’Afghanistan per mettere fine ai Talebani fu decisa molto tempo prima dell’11 Settembre, almeno in giugno. Il governo pakistano e quello indiano erano stati informati del fatto che ci sarebbe stato un intervento in ottobre.

Alex Jones: 44.000 truppe americane, 18.000 truppe americane erano in Tagikistan e in Uzbekistan, Bush aveva sulla sua scrivania gli ordini per lanciare la battaglia già due giorni prima dell’11 Settembre.

Andreas von Bülow: Sulla questione delle torture il generale Rick Baucus ha lasciato Guantanamo
perché "si rifiutava di torturare la gente in quel posto" e il capo della sezione della CIA si è vantato sul Washington Post del fatto che li spediscono in paesi stranieri e poi sono loro stessi della CIA che
li torturano.

Andreas von Bülow: si suppone che in ogni aereo ci fossero 5 dirottatori, il Giudice ha detto che se non fornivano le prove del fatto che questi uomini erano di Al-Qaeda e se non potevano interrogarli, allora non potevano emettere una sentenza. E la stessa cosa vale in Germania: abbiamo persone che sono in rapporto con Al-Qaeda - e probabilmente Al-Qaeda è una denominazione artificiale...

Alex Jones: Una finzione della CIA.

Andreas von Bülow:- .. un trucco che coinvolge elementi islamici. Ad Amburgo, i processi stanno fallendo perché il governo americano si rifiuta di consegnare le prove.

Alex Jones: E guardi che abbiamo ufficiali militari e molti altri coinvolti: è chiaro che Al Qaeda è una creazione della CIA. Uno spauracchio nebuloso fatto apposta per permettere al complesso industrial-militare di compiere i suoi attacchi e poi attribuirglieli... voglio dire, sappiamo che quando si pensa che bin Laden abbia fatto saltare un edificio, il nostro governo paga la sua famiglia per ricostruirlo.

Andreas von Bülow: tutto il quadro, tutte le personalità come bin Laden, come Al Qaeda, come i talebani, persino Saddam sono tutte figure che erano state gestite precedentemente dalla CIA. E ora probabilmente vengono riciclati nel sistema come personaggi cattivi. Prima invece erano quelli buoni che scacciavano i russi dall’Afghanistan e facendo questo, prendevano soldi, venivano pagati per questo.
Osama bin Laden nel 1995 è stato nei Balcani insieme agli americani e all’UCK in Albania. Si possono trovare tracce di questi personaggi dappertutto: li si ritrova in Cecenia, per esempio. Ci sono anche degli ex-afgani, come vengono chiamati, e vengono portati in giro su degli aerei truccati della CIA.

È chiaro che se non denunciamo apertamente perlomeno chi è che ci guadagna da questo terrorismo e chi ne è stato coinvolto, e cioè un insieme di enormi interessi finanziari che hanno in mano il nostro governo, avranno via libera e useranno l’America come motore per la "mobilitazione imperiale e il dominio mondiale", parole testuali di Zbigniew Brzezinski, e del PNAC [Project for the New American Century - Progetto per il Nuovo Secolo Americano]. E’ qualcosa che mette in discussione la sopravvivenza stessa della democrazia, il mantenimento di uno stato di diritto, o mettera’ il mondo al comando di un sistema basato sulle public relations e sugli interessi finanziari. Credo che per gli americani la cosa principale sia chi è che paga tutto questo. Perché se le compagnie petrolifere ottengono del petrolio a un prezzo più basso e ci guadagnano, il contribuente americano deve pagare le tasse per sostenere la macchina militare. Non sono le compagnie petrolifere che pagano per questo, e neanche il complesso militar-industriale paga per questo: è il contribuente americano.

Alex Jones: Ora il prezzo della benzina è alle stelle in questo paese ma nello stesso tempo le compagnie petrolifere stanno facendo dei profitti da record....
Una registrazione tratta dal documentario della PBS "America Rebuilds" descrive come è crollato l’edificio n° 7 e come mai lo hanno rimosso per primo perché "non c’era nessun morto dentro". È lo stesso proprietario che lo ha fatto buttare giù, ha dato l’ordine di demolizione nel pomeriggio dell’11 Settembre.

Documentario PBS (narratore): "L’edificio n° 7 è sempre stato considerato il punto d’inizio della ricostruzione. Si trova a nord delle barriere idrauliche ed è stato sgombrato più velocemente degli altri. Non c’erano corpi da recuperare. E’ stato bombardato di detriti al momento del crollo della Torre Nord, e poi è bruciato nel tardo pomeriggio, cosa che ha permesso l’evacuazione degli occupanti in aree sicure .

Documentario PBS (Larry Silverstein - locatario): Mi ricordo che ricevetti la telefonata del comandante dei Pompieri che mi diceva che non erano sicuri che sarebbero stati in grado di contenere il fuoco. Ho pensato che avevamo avuto una tale perdita di vite umane che forse la cosa più giusta da fare era DEMOLIRLO, e quindi prendemmo la decisione di buttarlo giù e vedemmo l’edificio crollare.

(Voce di Dan Rather): State vedendo delle riprese dall’alto, adesso vi faremo vedere una registrazione del crollo... fa pensare a quelle immagini che abbiamo già visto tante volte in tv quando un edificio viene distrutto piazzando delle cariche di esplosivo nei posti giusti per farlo venir giù...

Andreas von Bülow: I sismografi segnalarono esplosioni, se ci sono state delle esplosioni.. come può essere che il calore sviluppato dal cherosene sia capace di distruggere questi edifici enormi in modo da raderli al suolo con un crollo verticale, in un attimo. E’ quasi impossibile. La storia che ci ha raccontato il governo non è vera. Ci sono istituti geologici in 5 stati differenti che hanno rilevato scosse pari a 2.2 gradi della scala Richter. E poi, 6 o 7 giorni dopo il crollo, la temperatura al suolo era di 500 gradi, come è possibile che degli incendi...

Alex Jones: sappiamo che c’è questo governo globale che si va formando. Sappiamo che ci sono dei potenti interessi finanziari che elaborano attacchi terroristici. Chi sono le forze che stanno dietro al complesso militar-industriale?

Andreas von Bülow: Se si guarda chi possiede le fabbriche delle munizioni, si scopre che cercano sempre di vendere il materiale a entrambe le parti. E sono sempre interessati al conflitto, e avrebbero voluto dopo il crollo dell’Unione Sovietica. La cosa più nobile da fare sarebbe stata ridurre drasticamente questo complesso militar-industriale, che costa al contribuente americano una valanga di soldi. Ma proprio nel momento in cui l’Unione Sovietica è crollata, è venuto fuori il terrorismo. I primi attacchi terroristici sono stati al World Trade Center 1, si e’ detto che era una bomba per usi agricoli...Migliaia di persone sono state ferite e 6 persone sono morte. E in Oklahoma quasi lo stesso. Ci sono stati 2 attacchi. E un Generale dell’Areonautica, che è stato a capo di questo istituto per gli esplosivi per 10 o 15 anni, e ha detto che una bomba per scopi agricoli non avrebbe mai potuto causare tutto quel danno. Infatti hanno scoperto che dentro all’edificio c’erano delle cariche esplosive da demolizione.

Team NESARA Italia

http://www.progettoterra.it/nesara.htm