clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Il grosso intrallazzo della Val di Susa

domenica 4 dicembre 2005

Quanto sta accadendo nella val di Susa ha dell’incredibile e ancora più incredibile è che per l’accanimento di voler iniziare (non dico finire) questa opera pazzesca e inutile sia siano messi tutti d’accordo, CGIl, Bresso, Chiamparino, Sinistra e perfino Ciampi!

Quando si continua a parlare dei vantaggi delle comunicazioni e di chi ostacolerebbe il progresso, viene in mente una domanda: ma per andare da Lione o da Torino a Kiev non si fa prima a prendere l’aereo?

Noi per vedere la Russia (Mosca, Kiev) abbiamo preso l’aereo, non il treno, e non è che un treno un po’ più veloce ci avrebbe attirati, avremmo preso l’aereo con TAV o senza TAV.
Il treno per le lunghe distanze e’ ormai diventato obsoleto.

E se poi volevano andare rapidamente da Lione a Kiev perche’ poi dovevano fare proprio una U, passando da Torino e perforando le Alpi? Non potevano andarci in linea retta? con coincidenze di treni che arrivano da altre parti..

Inutile contestare le cose che sono state scritte sul trasporto merci, visto che poi la TAV servirebbe solo per passeggeri. Molti argomenti sono stati proprio gratuiti.

Nessuno ci spiega poi perche’ non si sceglie di fare lavori più importanti: perché si puo’ incrementare la ferrovia attuale che e’ pressoche’ abbandonata, perche’ si continua a peggiorare il trasporto dei pendolari per lavoro che è ormai uno scandalo nazionale ovunque, perche’ non si possono migliorare i trafori gia’ esistenti e infine perche’ per tutti questi anni il trasporto su rotaia e’ stato del tutto abbandonato, incrementando i rialzi dei costi dovuti ai carburanti e non si e’ fatto che tagliare rami secchi delle ferrovie che secchi proprio non erano, e perché addirittura si sono diminuite le spese per la manutenzione e per l’efficienza dei mezzi ferroviari, si e’ degradata persino la pulizia delle vetture o il riscaldamento, non si e’ mai voluto realizzare un servizio di treni che arrivino in orario e abbiamo strade e ferrovie che per mezza nevicata vannio in tillt senza un servizio di pulizia che funzioni.

E ora che persino il famoso tratto auostradale per tir che raddoppierebbe la Firenze Bologna e’ rimasto a mezzo per mancanza di fondi e che dell’autostrada Salerno Reggio Calabria sappiamo lo strazio che sappiamo, ora che dopo 50 anni mezza Italia ha ancora ferrovie a binario unico con facili urti frontali di treni, ora che la Sicilia e la Calabria ancora mancano di un sistema viario e ferroviario dignitoso... si viene fuori a difendere quest’opera megagalattica quanto inutile, per far risparmiare qualche minuto a un viaggiatore con la fobia dell’aereo che da Lione voglia andare a Kiev?

Il fatto è che non di progresso si tratta e nemmeno di comunicazioni ma di tangenti e creste politiche.
Per cui più l’opera è grossa più c’è da magnare.
Ma che anche Prodi e la sinistra si mettano dalla parte di questi intrallazzi mi sembra disonorevole.

Vorrei riportare a tal proposito le parole di Jacopo Fo
su cui concordo pienamente.

"La storia di questo tunnel e’ assurda, addirittura fantascientifica. Non mi dilungo sui motivi sacrosanti degli abitanti della Val di Susa perche’ se ne e’ parlato tanto... Per rendere l’idea della dimensione di questa idiozia basti pensare che l’investimento previsto supera i di 20 MILIARDI di euro (quarantamila miliardi di lire) per un’opera che iniziera’ a essere utilizzata nel 2020!!!
Un’opera che costerebbe piu’ di quanto preventiva per il ponte sullo Stretto di Messina...

Un’opera pericolosa dal punto di vista ambientale per l’alto contenuto di amianto e uranio delle montagne che dovrebbero essere trivellate.

Un’opera che si basa su uno scenario dei trasporti che tra 15 anni, si spera, sara’ cambiato... Oppure si crede che fra 15 anni continueremo a trasportare acqua minerale italiana in Francia e Francese in Italia? (scemi in eterno?)

Oltretutto, un tunnel esiste gia’ ed e’ oggi utilizzato solo al 40 per cento, e la sua potenzialita’ potrebbe essere raddoppiata rispetto a quella attuale utilizzando sistemi di vagoni a nastro invece dei tradizionali treni singoli separati. E si potrebbe ottenere questo risultato senza scavare un solo metro di montagna con investimenti di entita’ possibile e risultati rapidissimi.

Il guaio e’ che un appalto miliardario fa gola a molti... Appalti fantascientifici che si possono poi gonfiare, allungare, manipolare... Storie vecchie...

Il guaio e’ che gli eroici abitanti della Val di Susa si trovano contro i Grandi Interessi, il Mega Inciucio destra-sinistra, la Mafia, la Massoneria e il Ku Klux Klan.

Sono giorni che penso a cosa potrebbero fare, oltre a quel che gia’ stanno facendo con coraggio e notevole efficienza, per aumentare le probabilita’ di vittoria.
Mi permetto quindi di esprimere, perdonerete la presunzione, una piccola proposta.

1) Tutta la storia dell’alta velocita’ e’ una mangiatoia spaventosa. Se fossi nei panni dei Valdisusani (parenti dei Venusiani?) metterei al lavoro un gruppo di investigatori e avvocati e cercherei di scoperchiare la pentola del verminaio ferroviario nazionale... Ce n’e’ da mandare in galera praticamente tutti... Si potrebbe partire dalla famosa trasmissione di Report... I reati sono sotto gli occhi di tutti. Manca qualcuno che metta insieme i pezzi e li porti davanti al giudice... Poi ahi ahi ahi!!!

2) Seguendo la stessa logica mi divertirei a far saltare qualche inciucio nazionale... A cominciare dalla grande truffa dei prezzi elettrici: 60 mila miliardi di lire fregati, paghiamo tutti il 7 per cento in piu’ ogni kilowat perche’ i furbini hanno parificato al solare l’elettricita’ prodotta dal gas (lo racconta Massimo Mucchetti, vice direttore dell’Espresso, nel suo libro "Licenziare i padroni"; il capitolo relativo e’ disponibile in rete su http://www.dagospia.it
lo so che e’ incredibile ma e’ cosi’). Basterebbe che qualcuno avesse il coraggio di portare il caso davanti agli organi di controllo dell’Unione Europea per dare ai furbetti del quartiere di che riflettere.

3) Altra operazione la potrebbero fare i sindaci avviando un processo di taglio dei costi energetici e di abbassamento dell’inquinamento. Questo processo offrirebbe grandi risparmi alle amministrazioni e quindi liberebbe denaro da investire in questa battaglia oltre che nel benessere dei cittadini. E potrebbe anche dare strumenti legali e politici per rifiutare un inquinamento proveniente dall’esterno nel momento in cui le valli diventassero oasi ecologiche e centri di sperimentazione delle bio tecnologie. Credo, infatti, che una lotta per essere vincente non possa essere fatta solo di no ma debba contenere la costruzione del nuovo. Da questo punto di vista bisognerebbe avere i mezzi per comprare spazi su giornali e tv allo scopo di far conoscere il progetto alternativo di utilizzo del tunnel esistente e le enormi possibilita’ di potenziare le sue capacita’. E cosi’ dimostrare che non e’ vero che senza il tunnel l’Italia restera’ isolata!

Forza gente della Valdisusa!
Siete un baluardo dell’intelligenza nazionale!

Messaggi

  • 6 dicembre
    Sono arrivati di notte come i malfattori ( col questore in testa e la ruspa) e hanno spaccato teste a destra e sinistra. Mi ha telefonato Paola Rando che c’e’ parecchia gente in ospedale. (paola rando e’ una giornalista)
    La Val di Susa e’ un pozzo di soldi e questi si comportano come ai tempi di Scelba e Tambroni ( e della scuola Diaz).
    Divulgate.
    Ho chiamato Radiopopolare . Ne hanno appena parlato. In valle la popolazione sta bloccando le strade.
    adriana

    • giro sperando di fare cosa gradita
      gabriele
      [piemontesocialforum] A Venaus finisce la democrazia

      Mentre nei tg nazionali si da’ ampio spazio ai tavoli di trattativa tra sindaci e istituzioni per trovare un accordo comune, ecco i risultati:

      ADDIO DEMOCRAZIA QUESTA E’ LA REALTA’

      Tav,atto di forza Polizia e CC a Venaus

      4.59 Azione di forza da parte di polizia e carabinieri per togliere il presidio a Venaus dei manifestanti contro il progetto della linea ferroviaria ad Alta Velocità, nella Valle di Susa. Lo si è appreso dal presidente della Comunità montana Bassa Val di Susa, Ferrentino, secondo cui, durante l’operazione delle forze dell’ordine, ci sarebbero almeno otto feriti.
      Da quel che riporta la TV dell’alba la polizia ha attaccato vigliaccamente il presidio NO TAV
      La memoria corre volecemente alla scuola Diaz di Genova durante le giornate del G8.
      La polizia carica il presidio contro il TAV nella notte, come di consuetudine la notte e il regno del braccio violento della polizia che carica ’il campeggio facendo 8 feriti, la notizia è riportata da rainews24 nei titoli scritti.

      Ci risiamo: la vergogna non ha limite, si aprono le trattative per creare la tregua olimpica mentre in realtà si portano avanti i carotaggi, e chi ostacola merita solo le mazzate.

      NO TAV, FUORI LA POLIZIA DALLA VAL SUSA

      Ricevo una telefonata e rimando
      "Stanotte verso le tre la polizia ha sgomberato con le ruspe il presidio di Venaus.
      Pare ci fossero un centinaio di presidianti, di cui alcuni sono riusciti a ripararsi in un capanno li vicino, e sono ora circondati dalla polizia che non li lascia uscire. Di certo ci sono feriti, sono state viste un paio di ambulanze e un vecchietto con un piede rotto.
      La situazione ora e’ in stallo e serve che piu’ gente possibile salga per cercare di far uscire indenni quelli che si sono barricati.

      A Venaus impossibile passare, cambio di programma: ritrovo piazza del mercato a Bussoleno. Stanno facendo sfollare i ragazzi dal presidio per abbatterlo.

      al pronto soccorso: nasi spaccati e teste fasciate. tutte di liberi cittadini, nemmeno un rappresentante delle forze dell’ordine ha un graffio, quelli che ci sono sono sanissimi e sulla porta d’uscita pronti a prendere i documenti

      Un fotografo ha un piede rotto, ad un’altro han rotto la macchina fotografica, altri giornalisti le han prese

      Gli abitanti della nuova dittatura italiana sono avvisati: che nessuno provi a difendere le finanze dello stato dalle cosche mafiose e dai politici che "con-la-mafia-bisogna-convivere". Altrimenti sono mazzate!

      stavo arrivando dal prato verso il presidio per prendermi il tè, ho visto due venire avanti e li ho incrociati sul ponticello di cemento. mi han subito tirato una randellata in faccia (anonima con il collare dopo un incidente stradale)

      4.40 SMS DA VENAUS siamo tanti feriti e non lasciano passare neanche le ambulanze

      4.37 sms da venaus "ci han massakrato fai girare, ci han buttato e siamo chiusi nel presidio

      (io penso e dico: CHE NON USINO LA RUSPA CHE HAN USATO PER BUTTARE GIù LE BARRICATE CONTRO IL PRESIDIO)

      Malmenati anche i giornalisti!
      finalmente arrivano le ambulanze (erano bloccate)

      Venaus - La polizia attacca nella notte
      Quello che non han fatto i terroristi/anarchicoinsurrezionalisti/squatter della valsusa, è stato fatto dalle forze di polizia: in piena notte la polizia ha attaccato direttamente picchiano le poche persone presenti.

      Complimenti alla nuova dittatura italiana!

      sono circondati dalla polizia
      ho un groppo allo stomaco a sentire gli urli
      sento le urla per telefono
      ci hanno circondato
      adesso sono tutti in un prato circondati da un cordone di polizia li hanno avvertiti di sbaraccare e li hanno accerchiati

      HANNO SFONDATO ATTACCANDO DIRETTAMENTE LE PERSONE, INTENZIONE DI OFFENDERE: NIENTE SPINTA DIRETTAMENTE MANGANELLATE IN FACCIA