clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Prima Nazionale "Roberto Franceschi. Processo di polizia"

martedì 14 marzo 2006

Reading di Daniele Biacchessi

Voci narranti e recitanti: Daniele Biacchessi e Marco Pagani
Musiche eseguite dal vivo da Gaetano Liguori, pianoforte

15 marzo 2006, ore 21 Milano, Casa di Alex, via Moncalieri 5

Milano. La sera del 23 gennaio 1973 agenti e funzionari di polizia sparano numerosi colpi di pistola davanti all’Università Bocconi dove è in programma un’assemblea. Viene ucciso lo studente Roberto Franceschi, vent’anni, e ferito l’operaio Roberto Piacentini, suo coetaneo.

Roberto Franceschi. Processo di polizia é la trasposizione teatrale del libro omonimo di Daniele Biacchessi (Baldini Castoldi Dalai, 2004).

Si basa su documenti giudiziari (istruttoria, processi penali e civili), memorie delle parti civili, testimonianze dei familiari e dei testimoni. Ricostruisce in modo preciso e meticoloso depistaggi, manomissioni dei corpi di reato, reticenze. Come il libro anche lo spettacolo non vuole essere un’operazione di mera memoria, ma intende dimostrare come sia difficile, ancora oggi, coniugare verità storica e giustizia penale nel nostro Paese. Proprio come scrisse Corrado Stajano sul quotidiano Il Messaggero, il 15 luglio 1979.

«La storia del ragazzo Franceschi non conta solo per ieri, vale per oggi e per domani. E non riguarda solo la tarlata giustizia, ma il buongoverno nel suo complesso perché sono proprio inutili le generiche affermazioni da cui siamo continuamente travolti, se poi, in concreto, si usa solo indifferenza e non ci si scandalizza più dei fatti scandalosi.»

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Caposervizio Radio24-Il Sole24ore. Premio Cronista 2004 e 2005. E’ conduttore del programma "Giallo e Nero". Ha pubblicato quattordici libri d’inchiesta. "La fabbrica dei profumi" (Baldini&Castoldi,1995), "Fausto e Iaio" (Baldini&Castoldi, 1996), "Il caso Sofri" (Editori Riuniti, 1998), "L’ambiente negato" (Editori Riuniti,1999), "10,25 cronaca di una strage" (Gamberetti, 2000), "Il delitto D’Antona" (Mursia, 2001), "Un attimo..vent’anni" (Pendragon, 2001), "Ombre nere" (Mursia, 2002), "Punto Condor. Ustica, il processo" (Pendragon,2002), "L’ultima bicicletta, il delitto Biagi" (Mursia, 2003), "Cile 11 settembre 1973" (Franco Angeli, 2003), "Vie di fuga. Storie di clandestini e latitanti" (Mursia 2004), "Roberto Franceschi:processo di polizia" (Baldini Castoldi Dalai,2004), "Walter Tobagi. Morte di un giornalista." (Baldini Castoldi Dalai, 2005). E’ autore, regista e interprete di teatro narrativo civile. Tra gli spettacoli in scena, "La storia e la memoria", "Fausto e Iaio, la speranza muore a 18 anni", "La Fabbrica dei profumi", "Quel giorno a Cinisi. Storia di Peppino Impastato" con Gaetano Liguori al pianoforte.

Prima Nazionale

"Roberto Franceschi. Processo di polizia"
Reading di Daniele Biacchessi

Voci narranti e recitanti: Daniele Biacchessi e Marco Pagani
Musiche eseguite dal vivo da Gaetano Liguori, pianoforte

15 marzo 2006, ore 21 Milano, Casa di Alex, via Moncalieri 5

Milano. La sera del 23 gennaio 1973 agenti e funzionari di polizia sparano numerosi colpi di pistola davanti all’Università Bocconi dove è in programma un’assemblea. Viene ucciso lo studente Roberto Franceschi, vent’anni, e ferito l’operaio Roberto Piacentini, suo coetaneo.

Roberto Franceschi. Processo di polizia é la trasposizione teatrale del libro omonimo di Daniele Biacchessi (Baldini Castoldi Dalai, 2004).

Si basa su documenti giudiziari (istruttoria, processi penali e civili), memorie delle parti civili, testimonianze dei familiari e dei testimoni. Ricostruisce in modo preciso e meticoloso depistaggi, manomissioni dei corpi di reato, reticenze. Come il libro anche lo spettacolo non vuole essere un’operazione di mera memoria, ma intende dimostrare come sia difficile, ancora oggi, coniugare verità storica e giustizia penale nel nostro Paese. Proprio come scrisse Corrado Stajano sul quotidiano Il Messaggero, il 15 luglio 1979.

«La storia del ragazzo Franceschi non conta solo per ieri, vale per oggi e per domani. E non riguarda solo la tarlata giustizia, ma il buongoverno nel suo complesso perché sono proprio inutili le generiche affermazioni da cui siamo continuamente travolti, se poi, in concreto, si usa solo indifferenza e non ci si scandalizza più dei fatti scandalosi.»

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Caposervizio Radio24-Il Sole24ore. Premio Cronista 2004 e 2005. E’ conduttore del programma "Giallo e Nero". Ha pubblicato quattordici libri d’inchiesta. "La fabbrica dei profumi" (Baldini&Castoldi,1995), "Fausto e Iaio" (Baldini&Castoldi, 1996), "Il caso Sofri" (Editori Riuniti, 1998), "L’ambiente negato" (Editori Riuniti,1999), "10,25 cronaca di una strage" (Gamberetti, 2000), "Il delitto D’Antona" (Mursia, 2001), "Un attimo..vent’anni" (Pendragon, 2001), "Ombre nere" (Mursia, 2002), "Punto Condor. Ustica, il processo" (Pendragon,2002), "L’ultima bicicletta, il delitto Biagi" (Mursia, 2003), "Cile 11 settembre 1973" (Franco Angeli, 2003), "Vie di fuga. Storie di clandestini e latitanti" (Mursia 2004), "Roberto Franceschi:processo di polizia" (Baldini Castoldi Dalai,2004), "Walter Tobagi. Morte di un giornalista." (Baldini Castoldi Dalai, 2005). E’ autore, regista e interprete di teatro narrativo civile. Tra gli spettacoli in scena, "La storia e la memoria", "Fausto e Iaio, la speranza muore a 18 anni", "La Fabbrica dei profumi", "Quel giorno a Cinisi. Storia di Peppino Impastato" con Gaetano Liguori al pianoforte.