Archivi : FR | EN | ES

Articoli dal 2022

CHE COS’E’ IL PARTITO DELLA SINISTRA EUROPEA

venerdì 3 febbraio 2006

- Contatta l'autore

Il Partito della Sinistra Europea nasce a Roma, l’8 e 9 Maggio 2004, con un congresso fondativo che vede la partecipazione di oltre 300 delegati in rappresentanza di 15 formazioni politiche di sinistra, comuniste, socialiste e rosso-verdi di tutta Europa.

Nel congresso viene eletto Presidente all’unanimità Fausto Bertinotti, segretario del PRC. Il congresso rappresenta il culmine di due anni di incontri preparatori per costruire una proposta condivisa di statuto e manifesto, e viene convocato dopo che a Berlino, nel Gennaio dello stesso anno, era stato lanciato l’appello per la fondazione del Partito, in un meeting ospitato dalla PDS in occasione dell’anniversario dell’uccisione di Rosa Luxemburg.

Ma la proposta della costruzione di un soggetto politico che riunisse la sinistra antagonista e di alternativa continentale era già dibattuta da diversi anni, e ha trovato nuovo impulso grazie alla spinta dei movimenti e all’esperienza dei social forum europei.

Partecipano in qualità di membri 16 Partiti, mentre 8 sono osservatori, alcuni dei quali in procinto di diventare pieni membri entro il primo congresso della SE, che si svolgerà ad Atene nell’Ottobre 2005. Dopo la sua fondazione, il PSE è stato riconosciuto ufficialmente dal Parlamento Europeo.

I Parlamentari della Sinistra Europea sono membri, nel Parlamento europeo, del Gruppo Sinistra Unita europea, Sinistra verde nordica, che con 41 eletti è la quarta forza politica continentale dopo popolari, socialisti e liberali. Alla sinistra Eurpea si può aderire anche individualmente, senza appartenere ai partiti membri.

Come è scritto nel preambolo dello statuto e nello stesso manifesto, la SInistra Europea unisce tutte quelle forze che si battono, in Europa, per un modello di socetà differente da quello neoliberista, che sono impegnate contro la guerra e il riarmo e per la costruzione dell’Europa sociale.Si sente parte del movimento dei movimenti, per un’altra globalizzazione. L’organizzazione della Sinistra Europea è a rete, attraverso gruppi di lavoro orizzontali sui vari temi di comune interesse politico, coordinati dall’Esecutivo.

Proprio l’idea di un’altra Europa è alla base delle prime campagne del nuovo soggetto politico, quella per il NO al Trattato costituzionale europeo e quella contro la direttiva Bolkestein. Il Partito della SInistra europea crede nell’integrazione europea, ma un’integrazione politica che veda invertite le priorità, dalla assolutizzazione del mercato oggi unica filosofia , all’Europa dei diritti e dello stato sociale, della pace e della cooperazione. Non un’Europa delle banche, ma un’Europa sociale e dei popoli.

http://www.sinistraeuropea.it