clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

ESSERCI

mercoledì 7 dicembre 2005

di Doriana Goracci

Ieri, 6 dicembre, mi sono presa una grande possibilità: sono stata davanti al Ministero della salute con tante donne, giovani e non più, a manifestare per la nostra autodeterminazione e da lì ho raggiunto il corteo No Tav che si è mosso da Montecitorio al Viminale.

Ho ricordato Genova mentre camminavo con mia figlia. Lei allora aveva 16 anni ed io 51. A Genova avevo capito che per fortuna le cose cambiano dopo 30 anni, gli studenti, le giovani operaie, le "ragazze" nn erano più sole, potevamo camminare insieme ed io ho sentito il dovere di farlo, oltre Genova, anche e soprattutto dopo...

A Via Palermo sotto al Viminale, D’Erme e Bernocchi ci hanno dato degli appuntamenti, hanno comunicato, anche io mi sono presa la parola per spiegare che le donne in quello stesso giorno sono tornate in piazza perché non se ne sono mai andate, che la nostra rivendicazione è la lotta di tutti i cittadini che chiedono uguaglianza, sorellanza, libertà di pensiero ed azione.

Chiedo a tutte/i voi di andare a Venaus, di andare nelle piazze quando arriva un messaggio al telefono, quando vedono un appello in rete, chiedo attenzione per quello che si svolge intorno , chiedo di notare i piccoli particolari, quelli che non vedremo mai in televisione e che non leggeremo sui giornali, chiedo di andare, partecipare alla vita di questo paese attivamente, di esserci quando è festa e quando torniamo a casa dal lavoro e un blocco stradale come i tanti di ieri ci disturba, di scendere subito da quella macchina, da quell’autobus, da quel treno, chiedere subito le ragioni dell’altro e poi passarle a casa, al lavoro, per strada, come si può insieme.

Vi chiedo di chiedere, di pretendere rispetto.

Di esserci.

Messaggi