clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

CIRCOSTANZE "DISCRIMINANTI"

giovedì 15 dicembre 2005

di Doriana Goracci

Ieri ho incontrato un mio amico di Capranica, è un giovane cileno, da molti anni in Italia, salutandomi ha aggiunto che nel suo paese ha imparato la "tolleranza" tramite la cultura, per lui, che ce la mette tutta, significa unire persone negli appuntamenti gastronomici, artistici, musicali, sedersi un po’ e confrontarsi con serenità, sorprendersi del diverso e conviverci con rispetto ed interesse.

Leggo stamattina che a Sidney,ci sono stati scontri razziali sulle spiagge del surf, "contro bande di teppisti mediorientali": 27 feriti e 39 arresti, due fronti opposti, gruppi di immigrati che ogni weekend dalle periferie ovest convergono sul litorale causando molestie ai locali, dall’altra surfers australiani e residenti del lungomare...la prima fase era avvenuta domenica mattina quando circa 5000 giovani locali si erano raccolti sulla spiaggia di Cronulla per "proteggerla" dal numero crescente di bande di teppisti provenienti dai sobborghi ovest, dopo un attacco a due bagnini la domenica precedente, 4 dicembre.

Sono già in circolazione centinaia di sms, su ambedue i fronti, che lanciano dichiarazioni di guerra.Il premier laburista del Nuovo Galles del Sud, Morris Iemma, ha riconvocato il parlamento dalla pausa estiva per approvare nuove leggi, con il consenso dell’opposizione conservatrice, per dare alla polizia nuovi poteri al fine di arginare le sommosse.

Il premier australiano John Howard ha fatto appello alla tolleranza etnica e religiosa, e si è detto certo che i disordini non avranno effetti di lungo termine sulla reputazione dell’Australia.

Mentre gruppi di neonazisti e di sostenitori della supremazia bianca hanno ammesso il loro coinvolgimento nelle rivolte dei residenti del lungomare, i leader religiosi e comunitari sono uniti nel condannare la violenza. Molti esponenti della comunità islamica hanno chiamato in causa il giro di vite antiterrorismo imposto dal governo, che ha indotto molti giovani musulmani a sentirsi vittimizzati."

Tutto questo è scritto sulla Padania di oggi, mi sono immediatamente venuti alla mente altri "caroselli" europei, italiani, del mondo, altre "circostanze discriminanti" locali, per promuovere ordinanze comunali, leggi provvisorie, indagini conoscitive, rinforzi militari,per prevenire la violenza, contenere la rabbia e la disperazione dei
discriminati: montanari e carcerati,terroni e prostitute, migranti e precari, perditempo e ribelli, donne e uomini che devono essere contenuti...

Se la "prevenzione" fosse applicata come si deve oggi avremmo 400.000 bambini in più in Italia, ha sostenuto Storace...
Mi ritornano allora alla mente le parole del mio amico cileno: la cultura che accetta idee e atteggiamenti diversi dai propri...Cultura: operazione di macelleria delle idee,appesa ai ganci del mercato, dai volontari della prevenzione !
Buon fine settimana agli australiani e ...a noi.