clicca qui per Bellaciao v.3.0 ;)

Archives Bellaciao IT - 2002 -2018 Archives : FR | EN | ES

Tortura legale e altre amenita’

sabato 24 aprile 2004

di Viviana Vivarelli

Ci sono partiti che non possono essere chiamati civili e se sono anche nella maggioranza di
governo la cosa deve riguardarci.Di fronte a episodi gravissimi di torture inflitte da corpi di polizia
negli interrogatori e nelle carceri (vedi cio’ che avvenne nelle carceri sarde o a Bolzaneto)
Amnesty e tutte le associazioni di volontariato laiche e cattoliche hanno chiesto una legge che
introduca la tortura come reato, ma la legge e’ stata bocciata grazie all’intervento della Lega.

Si
ritiene che un pubblico ufficiale possa toturare un fermato o un carcerato salvo che ’non lo faccia in
modo sistematico e abituale’. Da oggi potete esere arrestati, anche se innocenti, potete subire
violenze fisiche e psichiche, essere sprangati, potete essere costretti a stare con le braccia
alzate senza mangiare ne’ bere ritti contro un muro mentre vi prendono a calci e pugni (vedi Genova) un
pubblico ufficiale puo’ sbattervi con la faccia nel cesso o pisciarvi addosso, ma se lo fa una o
due volte e’ come niente. Non e’ tortura. "Signora, ci dispiace, lei e’ stata stuprata una volta
sola!"

Grazie Lega! Ancora una volta hai dimostrato che l’Italia non ha bisogno di esportare la
democrazia per il semplice fatto che l’unica cosa che potrebbe esportare e’ la barbarie. Secondo questa
legge Torquemada era una brava persona, infatti i prigionieri non li faceva bruciare due volte.

Oggi e’ un gran giorno per la Lega. Le sue cazzate continuano.
E’ stata modificata la legittima difesa. Se qualcuno entra nel vostro negozio, siete autorizzati
ad ammazzarlo dicendo che aveva brutte intenzioni, potete ammazzarlo anche se ha un tagliaunghie,
potete ammazzarlo anche se entra nella vostra casa, nell’ufficio, nel giardino e anche nell’atrio
delle scale perche’ sono comprese anche le zone condominiali, ascensore, garage e cortile.

Evviva!
eravamo gelosi del far West americano, ora possiamo armarci anche noi come i texani e sparare a
ruota libera. Del resto un famoso esponente della Lega e’ proprietario di una fabbrica di armi. Si
puo’ ammazzare liberamente qualcuno dicendo che era armato e, se non aveva armi, possiamo sempre
dire che aveva l’intenzione di farci una aggressione sessuale, bisex magari.
Il colmo e’ che si e’ sempre vietato alle donne di avere nella borsetta degli spry anti
aggressione, spry che si limitava a far bruciare gli occhi! Ma qui erano tutti concordi che sarebbe stato
eccesso di difesa.

Ma vuoi mettere una bella beretta o un kalashikov ! Ora ci manca un bel servizio
di Vespa e dei deliziosi spot all’ora dei pasti che mostrano tutta la famiglia armata, bambini e
cane compreso. Si vede che gli spry avevano un mercato piccolo, e poi l’America e’ sempre
l’America.

Osservazione: come mai nessuno mette in rapporto l’enorme traffico clandestino di armi di cui
l’Italia e’ centro indiscusso e i 6000 piu’ 6000 fucili appena sequestrati nel sud con l’imponente
numero di mercenari e di agenzie di sicurezza per intervenire neiconflitti bellici? Povera Ilaria
Alpi, sulla cui morte non sapremo mai la verita’!

Oggi votazione a Strasburgo contro l’assolutismo di Berlusconi che castra l’informazione in
Italia.
Taiani cerca di difendere il suo capo. Il presidente europeo, vista la tensione, fa togliere dalla
relazione i nomi di Berlusconi, Biagi, Santoro, de Bortoli, Luttazzi. L’Europa ammonisce
gravemente l’Italia perche’ e’ su una strada antidemocratica. Reazione scomposta della destra. L’aula era
gremita. 237 voti contro l’Italia contro 24 contrari (praticamente quelli di Forza Italia). Il Ppe
non partecipa.

Tutta l’Europa vota contro il conoltrollo dell’informazione italiana da parte di
Berlusconi e teme che la cosa abbia imitatori. Non c’e’ che dire l’operato di Berlusconi letto
dall’Europa e’ un vero disastro democratico. Com’e’ che disse? "Voi, Voi siete dei ’turisti’ della
democrazia!" Turisti gli altri? Per Berlusconi la democrazia e’ una terra che non ha visitato nemmeno
in fotografia. Se rivince, quando credete che ci resteremo in Europa?